Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Bonetti presenta l’Hellas Verona: “Ritmo e aggressività le armi migliori degli scaligeri”. Poi esalta Inzaghi…

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Festeggiare il passaggio di turno in Champions con altri tre punti in campionato. Questo l’obiettivo della Lazio che domani sera ospiterà un Hellas Verona voglioso di consolidare la propria posizione in Europa League. I biancocelesti e gli scaligeri distano solamente un punto in classifica, ma i ragazzi di Inzaghi, dopo i passi falsi con Sampdoria ed Udinese, non possono più permettersi cali di concentrazione che a questo punto diventerebbero fatali nell’ottica dell’intera stagione. All’Olimpico si prospetta una serata molto intensa e delicata: per analizzare al meglio i temi della sfida, LazioPress.it ha contattato in esclusiva l’ex gialloblu Dario Bonetti.

La Lazio martedì ha ottenuto il pass per gli ottavi di Champions League. Questo risultato domani darà maggiore entusiasmo ai ragazzi d’Inzaghi o potrebbe prevalere la stanchezza?

“Dal punto di vista mentale è sempre positivo andare avanti e la Lazio ha meritato questo traguardo. In ogni caso, si sa però anche che le partite di Champions League pesano, basti pensare all’Atalanta che dopo aver vinto contro il Liverpool ha perso con il Verona, una squadra che fa del ritmo e l’aggressività le sue armi migliori. Domani la Lazio, anche se avrà entusiasmo, affronterà una sfida non semplice”. 

L’Hellas Verona, se pur pecchi un po’ di continuità, occupa stabilmente la zona europea. Che formazione sono gli scaligeri?

“Sono una squadra che, nonostante abbia nell’aggressività un’importante arma tattica, ha nel suo organico anche calciatori di qualità. Sarà un match complicato”. 

Guardando i numeri, i gialloblu sono la migliore difesa del campionato insieme alla Juventus con soli 8 gol subiti. Può essere questo il loro vero punto di forza?

“Quando si parla di gol subiti, la questione riguarda tutta la squadra. Il Verona inizia a difendere con gli attaccanti e prosegue con i centrocampisti molto aggressivi, in questo modo spesso la difesa raccoglie le briciole. Come detto prima, gli scaligeri sono una formazione molto organizzata ed aggressiva ed è quindi difficile che gli avversari arrivino a giocare nella loro area. Sicuramente questo è un grande pregio degli uomini di Juric che nasce da una condizione fisica e mentale al momento molto buona”.

La Lazio, invece, rispetto alla scorsa stagione subisce molte più reti. Da ex difensore, quale può essere il motivo di questo calo del reparto arretrato?

“Diciamo che è una situazione che può starci. I motivi possono essere i più vari: potrebbe dipendere dalla condizione di qualche giocatore o semplicemente dal fatto che la squadra dal punto di vista difensivo non si sacrifichi più come l’anno scorso. Sotto quest’ultimo punto di vista potrebbe aver inciso anche il dispendio di energie in Champions considerando che per la Lazio il passaggio al turno successivo era un obiettivo molto importante per far proseguire un progetto che va avanti da anni”.  

In conclusione, sarà anche la sfida tra due tecnici emergenti come Inzaghi e Juric. Chi tra i due è maggiormente pronto per un grande club?

“Inzaghi già da anni è in un grande palcoscenico. La Lazio è un grande palcoscenico, lo ha dimostrato con i risultati degli ultimi anni nel corso dei quali è sempre stata competitiva. L’anno scorso, al di là della pandemia, era in lotta per lo Scudetto e ha vinto la Supercoppa. Per i biancocelesti sono stati anni di crescita continua, Inzaghi è già in un grande club. Juric quest’anno sta facendo bene come lo scorso campionato. Per sapere se uno è da grande club serve andarci, per oggi sappiamo che Inzaghi è da grande club perchè ci lavora da anni”.  
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

Enrico Lotito: “L’obiettivo della Primavera è tornare in A, metteremo massimo impegno”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La Lazio Primavera sta svolgendo il ritiro pre-campionato a Roccaporena, frazione di Cascia. I capitolini lavoreranno in Umbria fino a domenica ed in questi giorni sono in programma dei test amichevoli con squadre locali e di Serie B.

La prima amichevole sta andando in scena questo pomeriggio contro l’U.S.D. Casciana calcio, che milita in prima categoria. A pochi minuti dal match Enrico Lotito, nuovo Direttore Generale che si occupa della prima squadra femminile e di tutto il settore giovanile, è stato intercettato dalla redazione di LazioPress.it per commentare l’inizio del suo percorso professionale nella società biancoceleste e le ambizioni che il club ha: “Sono contento di come è iniziata la mia avventura. Felice delle cariche che ho, metteremo impegno. Il ritiro qui è iniziato bene. L’obiettivo per la Primavera? Tornare in A”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW