Connect with us

Champions League

OTTAVI CHAMPIONS | E se l’avversario della Lazio fosse il Liverpool?

Published

on

 


Dopo vent’anni, la Lazio torna tra le sedici squadre d’Europa grazie al secondo posto raggiunto in un girone sulla carta non facile. L’approdo agli ottavi di finale di Champions League, è un traguardo storico  definito dagli stessi giocatori ed allenatore come la vittoria di un trofeo. Bisogna però ricordare i quattro anni di sofferenze e delusioni che hanno portato a tale successo. Simone Inzaghi insieme alla Società, ha iniziato un percorso fatto di trofei vinti e record battuti, che gli hanno permesso anno dopo anno di entrare nella storia di questa squadra. Mancava l’ultimo tassello, il salto di qualità che serviva per rendere orgogliosi i tifosi e veder ripagato il tanto impegno messo. La Lazio ha dimostrato di saper essere grande tra le grandi, rimanendo imbattuta e vincendo la gara dell’Olimpico contro il Borussia in questa fase a gironi di Champions, ed ora ha bisogno di non abbassare al guardia. Il livello del resto delle squadre passate agli ottavi è altissimo e qualunque sia l’avversario che verrà sorteggiato lunedì a Nyon, sarà sicuramente di altissima qualità. Il Liverpool si candida come papabile sfidante della Lazio, una squadra con elevata esperienza internazionale e piena di talento.

IL LIVERPOOL: Il palmares del Club inglese, rappresenta gli anni di assoluto dominio in Inghilterra e nel mondo, in quanto conta 19 titoli di Inghilterra, 7 coppe d’Inghilterra, 8 coppe di Lega, 15 Community Shield, 6 Champions League, 3 Europa League, 4 Supercoppe UEFA e 1 Coppa del Mondo per Club. Il percorso iniziato nel 2015 con Jürgen Klopp, ha consentito ai Reds di tornare ad essere una delle squadre più forti in Europa, grazie anche al grande lavoro della Società, che ha ripagato con la vittoria di una Champions, una Supercoppa Europea, un Mondiale per Club e un titolo della Premier, solo negli ultimi due anni. Molti problemi stanno però colpendo la rosa di Klopp, che in queste ultime gare ha dovuto schierare una formazione dimezzata dai molteplici infortuni che hanno colpito i giocatori più importanti. Ciò non toglie comunque l’immensa pericolosità della squadra, che sicuramente recupererà per gli ottavi, se non tutti, una parte della rosa non attualmente disponibile. Sono due gli uomini che legano il Club inglese alla Lazio: Lucas Leiva e Pepe Reina, che insieme hanno fatto la storia dei Reds vincendo trofei e collezionando moltissime presenze. Oggi i due rappresentano dei veri pilastri per i biancocelesti, per via della loro esperienza acquisita negli anni trascorsi a Liverpool, sopratutto a livello internazionale.

LA FORMAZIONE (4-3-3): – Allisson, Alexander Arnold, Gomez, Van Dijk, Robertson, Henderson, Fabinho, Wijnaldum, Mane, Salah, Firmino.

LA STELLA: Il giocatore che eccelle in una squadra di fenomeni, è sicuramente Mohamed Salah. La sua crescita all’interno del Club inglese è stata strabiliante, fatta di successi e di record importanti che gli hanno permesso di entrare nella storia della Società. Capocannoniere per due stagioni della Premier League, assoluto protagonista delle due ultime splendide annate che hanno visto il Liverpool vincere una Champions League, una Supercoppa UEFA, una Coppa del Mondo per Club e il titolo della Premier. L’egiziano è inoltre il simbolo della sua Nazionale, che lo ha consacrato come miglior giocatore arabo e calciatore africano dell’anno (2017/2018). Se fosse proprio il Liverpool l’avversario della Lazio agli ottavi di Champions, Inzaghi dovrà apprestare massima attenzione nei confronti dell’esterno destro, la cui pericolosità e fiuto del goal sono da vero campione. 

I PRECEDENTI: Sono due amichevoli i precedenti tra Lazio e Liverpool, entrambe giocate all’Anfield Road. La prima risalente al 30 luglio 2002, gara vinta dai biancocelesti con il risultato di 0-1 grazie alla rete di Cesar. In quell’occasione la squadra allenata da Roberto Mancini, fece una buona prestazione espugnando meritatamente l’Anfield Road gremito di tifosi. La seconda amichevole è quella dell’ 8 agosto 2008, partita segnata da una sconfitta immeritata per i biancocelesti. A decidere il risultato un missile di Voronin al 92′, al quale ha risposto un minuto dopo il giovane Mendicino, che si è visto però annullare la rete dall’arbitro per un fuorigioco apparso molto dubbio. La Lazio anche in quella occasione, ha comunque esibito un buon gioco ed ha raccolto applausi, specialmente nel secondo tempo quando avrebbe merita­to di passare in vantaggio. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Champions League

Champions League, il Milan vince 3-1 contro la Dinamo Zagabria

Published

on

 


Primi tre punti per il Milan in questa nuova edizione di Champions League: i rossoneri conquistano la vittoria contro la Dinamo Zagabria pur rischiando il tracollo psicologico dopo il gol del 2-1 , firmato Orsic . I ragazzi di Pioli sono andati in vantaggio alla fine del primo tempo con Giroud  su rigore e hanno raddoppiato all’ inizio del secondo con Saelemakers . Pobega chiude i conti .

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW