Connect with us

Per Lei Combattiamo

Serie A, la Lazio ha 28 punti come due anni fa

Published

on

 


La Lazio è in cerca di continuità, l’arma che lo scorso anno ha fatto tanto sognare i sostenitori biancocelesti. La vittoria di Parma risulta essere la seconda consecutiva, qualcosa che mancava da due mesi (vittorie con Bologna e Torino): che sia un segnale? Sicuramente le prossime partite sono tutt’altro che semplici. Sul calendario sono infatti segnati 3 appuntamenti che potranno dire molto sul futuro di questa squadra in campionato: Roma, questo venerdì, Sassuolo ed Atalanta. Squadre che si trovano nella parte alta della classifica praticamente dall’inizio di questa stagione e che sono serie candidate per i posti in Europa.

Come due anni fa

Finora il percorso della Lazio conta, in campionato, 28 punti in 17 giornate. Un dato familiare alla Lazio targata Inzaghi. Due stagioni fa, il campionato 2018/2019, quello iniziato con diverse aspettative ma che ha preso una piega che sarebbe stata insanabile senza la vittoria in Coppa Italia, la Lazio aveva gli stessi punti di oggi dopo lo stesso numero di giornate. Quella era una squadra che ha vissuto, in quella stagione, diverse realtà che la hanno caratterizzata come una squadra alquanto imprevedibile. Basti solo pensare che fino alla 12a giornata non era mai riuscita a pareggiare (7 vittorie e 4 sconfitte), fino a che non ha pareggiato per 4 partite consecutive (Sassuolo, Milan, Chievo e Sampdoria). Insomma, una Lazio difficile da decifrare un po’ per tutti. Una squadra che, però, rispetto a quella di oggi presenta comunque delle differenze.

Le due stagioni a confronto

Per quel che si è visto finora, nonostante le stesse partite, è possibile rilevare comunque delle differenze da non sottovalutare. Innanzitutto il fatto che quest’anno la Lazio ha avuto, in parallelo al campionato, una competizione che la squadra di Inzaghi ha inseguito per anni: la Champions League. Sicuramento questo aspetto può aver fatto perdere dei punti per strada. Inoltre c’è da considerare la situazione generale legata al Covid che ha defezionato, in più casi, una rosa che ancora doveva integrare i nuovi acquisti.

Infine c’è da considerare una Lazio che ha comunque fatto grandi passi in avanti a livello di autostima e di mentalità. Tanto che due stagioni fa a questo punto la squadra aveva perso con tutte le big (Napoli, Juve, Inter ed Atalanta), mentre quest’anno sembra quasi esserci il problema contrario, ovvero la fatica nella vittoria con le squadre di bassa classifica, fornendo, in parallelo, grandi prestazioni contro squadre come Napoli, Inter e Milan (non dimenticando poi le partite contro il Borussia Dortmund in Champions).

Insomma, si tratta di una realtà diversa che, però deve ancora trovare una propria dimensione. E venerdì c’è una partita fondamentale

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW