Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio-Roma, appuntamento con la storia: un silenzio colmato dall’amore

Published

on

 


Manca poco, il fischio del direttore di gara si avvicina, il derby sta per avere inizio. Si sa, per tutti i tifosi questa non è una partita qualunque, ma è l’evento in grado letteralmente di paralizzare un’intera città. L’ansia, la frustrazione, l’attesa, sono tutte emozioni che assalgono i sostenitori di entrambe le squadre, già settimane prima del fischio di avvio. Per chi non è di Roma, è difficile poter comprendere solamente un minimo quello che questa gara può rappresentare, perché il derby della capitale è differente dagli altri. La sua valenza, ha radici ben radicate nella storia, con principi e valori precisi che lo caratterizzano, quali l’amore, la passione e perché no anche lo sfottò. A volte la troppa paura di poter fallire un appuntamento del genere, porta a pensare che forse sarebbe meglio non giocarla come partita, passando direttamente alla prossima. D’altronde, il derby è portatore di emozioni contrastanti, che possono variare dal dolore alla sofferenza dovuti al fallimento, fino alla gioia e all’estasi totale della vittoria. Lo scopo specifico di tutto questo è uno solo, la supremazia della città, la prevalenza dal punto di vista calcistico, anche se dopo il derby del 26 maggio, si è definitivamente sancito chi è destinato a possedere le chiavi della città di Roma e ad esserne padrone indiscusso. 

Il passato ci insegna che ognuno di essi è un appuntamento con la storia, per vari motivi, ma quello di venerdì sarà un derby veramente unico. Non c’è bisogno di ricordare l’infausto anno da tutti vissuto e che si è appena concluso, caratterizzato da un lunghissimo periodo di lontananza tra i tifosi e la loro seconda casa, lo stadio. Una distanza però solamente fisica, perché il legame con i propri colori non è mai svanito, ma anzi si è consolidato ancor di più. Nonostante sia da poco iniziato il 2021, il processo di ritorno alla normalità risulta essere lento e quindi ancora abbastanza lontano, per questo motivo al derby del 15 gennaio per la prima volta nella storia non saranno presenti i tifosi sugli spalti. Un evento epocale, mai accaduto prima e semplicemente inimmaginabile visto l’apporto che i sostenitori riescono a dare ad ogni partita, soprattutto in incontri come questi. La gara tra Lazio e Roma è sempre stata ricordata per via dello spettacolo offerto dalle due curve, per il boato ad ogni goal segnato o per i cori incessanti. Quest’anno nulla di tutto questo sarà possibile, sarà un derby immerso nel più totale silenzio, che verrà comunque colmato dall’amore e dalla passione di tutti, che con il cuore sono lì, a cantare, soffrire ed esultare per la propria squadra. Perché il derby è e sarà sempre dei tifosi. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero| Arriva il tour de force per la Lazio

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Un mese e mezzo da vivere tutto di un fiato. Senza sosta, sino al mondiale in Qatar. Domenica la Lazio ospiterà lo Spezia, il 16 ottobre affronterà l’Udinese e il 30 la Salernitana. Il 10 ottobre Sarri e i suoi, saranno al Franchi per disputare il match con la Fiorentina e poi l’attuale capolista Atalanta il 23 al Gewiss Stadium. Come se non bastasse ci saranno gli impegni europei di mezzo come il viaggio a Graz contro lo Sturm del 6 ottobre, poi il ritorno il giovedì seguente nella Capitale dove il 27 arriverà pure il Midtjylland. Compresso anche novembre, che si aprirà con l’ultima giornata del gruppo F di Europa League a Rotterdam col Feyenoord. Dopodiché si passerà a una full immersion di Serie A con il derby, il Monza in casa e la trasferta allo Stadium con la Juventus.

 

Nella passata stagione Sarri si è lamentato spesso del poco riposo, ora ci saranno 12 partite in un mese e mezzo, una ogni 3,5 giorni. Casale  salterà minimo 3 o 4 settimane, Sarri spera nel recupero di Lazzari, oggi atteso per ulteriori esami e ancora in corsa per una chance contro lo Spezia smaltendo definitivamente la lesione al flessore destro. Anche Immobile oggi si sottoporrà a ulteriori esami, alla fine rientrato nella Capitale per la contrattura al bicipite femorale. Nel frattempo nel weekend senza prima squadra arrivano l’en plein del settore giovanile con tutte vittorie dall’U18 fino all’U14, compresi due derby. Primo successo pure per la Women con prima gioia per Louise Eriksen.

Il Messaggero

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW