Connect with us

Per Lei Combattiamo

Mattia Briga: ”La Lazio, una passione tramandata di padre in figlio”

Published

on

 


Mattia Briga, cantante romano e laziale, ha rilasciato un’intervista ai canali ufficiali della Lazio, in cui ha raccontato la sua passione per i colori biancocelesti. Si è inoltre espresso sul presente biancoceleste, e sul derby di domani sera.

Sei da sempre un tifoso laziale…Come ti sei avvicinato alla squadra?

‘La passione per la Lazio, credo universalmente per ogni sostenitore biancoceleste, è legato alla tradizione ed al tramandarsi di questo amore. Io appartengo ad una famiglia così: la Lazio è stata tramandata a mio nonno, così a mio padre ed anche a me. Siamo del quartiere Prati di Roma, a pochi passi da Piazza della Libertà. La passione per questa squadra si è tramandata di padre in figlio. I primi ricordi che ho della Lazio sono di Gascoigne, dei ritagli di giornali fatti insieme a mia madre in attesa che uscisse l’album delle figurine, e di Beppe Signori che era biondo come me e l’attaccante più profilico della squadra. La prima partita che ho visto all’Olimpico insieme a mio padre fu un Lazio-Ancona terminato con una vittoria per 5-0.

Qual è il tuo primo ricordo di un derby?

‘Il primo derby che ho visto allo stadio è stato del 1998 e la Lazio vinse per 2-0 grazie alle reti di Boksic e Nevdev. Il primo ricordo legato ad una stracittadina, invece, riguarda il derby vinto per 1-0 nel ’96 grazie ad un rigore trasformato da Signori a seguito di un fallo di mano di Marco Lanna’.

Come ti sembra la Lazio quest’anno?

‘Sono più razionale negli ultimi tempi in merito all’analisi della mia squadra. Credo che a volte manchi un po’ di fame, di quella cattiveria necessaria per ottenere risultati positivi, della voglia di non accontentarsi. La Lazio deve essere più consapevole per poter ambire costantemente a traguardi ambiziosi. In questo momento vedo una squadra che sta facendo fatica ad esprimere al meglio la propria potenzialità, ma siamo reduci da un anno drammatico di cui hanno risentito anche i calciatori. Allo stesso tempo, però, ho visto delle prove della Lazio ricche di cuore e di animo, di voglia di arrivare: è accaduto in Champions League, dove la squadra di Inzaghi non ha mai perso pur avendo disputato diverse gare con pochissimi uomini e con dei ragazzi della Primavera. E’ stata un’impresa eroica. La Lazio sembra un ragazzo sveglio che a scuola stenta: i biancocelesti devono ambire al massimo dei voti in ogni materia’.

Che derby ti aspetti?

La Roma è in un momento positivo, hanno grandi doti offensive. La formazione giallorossa vanta un buon bagaglio tecnico e delle buone alternative nei reparti. La Lazio, d’altro canto, ha un ottimo reparto di centrocampo e calciatori che vantano tanta fantasia e fisicità come Milinkovic e Luis Alberto. Ci sono Immobile, Caicedo… Anche la Lazio ha delle armi importanti. Una risorsa importante è anche Lazzari, uno dei calciatori più veloci del campionato: se mettesse più cattiveria in campo, diventerebbe imprendibile. La Roma proverà a portare avanti il suo momento positivo, la Lazio dovrà colpire in ripartenza: mi aspetto una gara intelligente da parte dei biancocelesti, non di attesa’.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero| Immobile ci prova ancora

Published

on

 


foto Fraioli

Immobile sta bene, ha voglia di giocare, ma il mondo Lazio è in ansia. Si aspettano solo gli esami che possono evidenziare la presenza o meno di una lesione. Lui avrebbe giocato anche contro l’Inghilterra, ma non si possono prendere dei rischi prima di un tour de force come quello che aspetterà le squadre di Serie A e non solo fino alla lunga sosta dei Mondiali.

 

foto Fraioli

Casale rischia, inoltre, 20 giorni di stop a causa dell’infortunio che lo ha costretto a uscire al 57esimo contro la Cremonese. Il difensore, che era stato motivo di lite tra Tare e Sarri a gennaio, è arrivato per 7 milioni più bonus a luglio rimanendo però uno degli acquisti meno utilizzati. Insieme a lui anche Maximiano: l’estremo difensore pagato più di 10 milioni si è bruciato dopo soli 6 minuti alla prima giornata contro il Bologna. Lui si allena a Formello in questi giorni, ce la sta mettendo tutta per riscattarsi ma si vocifera di un suo trasferimento in prestito già da gennaio.

Il Messaggero

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW