Connect with us

Per Lei Combattiamo

D’Alessandro (Vocegiallorossa.it): “Derby combattuto: la Roma parte forte, la Lazio non molla. Duello in campo? Mkhitaryan-Luis Alberto”

Published

on

 


Ci siamo quasi: manca ormai poco alla gara più attesa della Capitale. Questa sera alle ore 20.45 infatti Lazio e Roma si sfideranno nel derby capitolino, valido per la 18esima giornata di Serie A Tim. Una partita delicata chiaramente per la storica rivalità tra le due squadre della città, ma anche importante dal punto di vista della classifica. In occasione della stracittadina, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva il vicedirettore di Vocegiallorossa.it Luca D’Alessandro, per analizzare il big match ormai alle porte.

Dando uno sguardo all’infermeria, sia Lazio che Roma hanno defezioni importanti. Ci saranno novità sull’undici titolare giallorosso?

“La Roma ha recuperato Pedro, una pedina importante finora per la stagione romanista, anche se, con due soli allenamenti in gruppo partirà probabilmente dalla panchina. Di fatto Fonseca è un mister molto abitudinario, una volta trovata la sua quadratura del cerchio. In questo momento la squadra che dà maggiori garanzie è quella della gara contro l’Inter e credo la riproporrà anche contro la Lazio”.

La classifica evidenzia sei punti di distacco tra le romane, frutto di percorsi diversi. Come arriva la Roma al derby dopo il pareggio contro l’Inter?
La squadra sta facendo il suo campionato, lottando da protagonista per i primi quattro posti. Si porta dietro questa nomea di mai vincente contro le grandi. Contro l’Inter ha sofferto per poi avere un’ottima reazione. Lo stesso Fonseca ha parlato di una squadra che non potrà non essere aggressiva domani“.

Sarà una stracittadina diversa, considerando l’assenza del pubblico. Questo inciderà sull’aspetto mentale dei protagonisti?
Una volta, quando la Roma soprattutto era zeppa di calciatori romani e romanisti si diceva l’opposto, ovvero che gente come De Rossi, Florenzi o lo stesso Totti sentissero troppo la partita vista anche l’atmosfera che la circondava. I calciatori, purtroppo, ormai sono abituati a giocare a porte chiuse perciò penso non incederà troppo“.

Inzaghi vs Fonseca, due tecnici diversi per gioco ed idee ma funzionali entrambi per le rispettive rose. Come valuti i due allenatori?
Possono sembrare ma tutti e due sono arrivati a Roma (Inzaghi passando dalla Primavera) volendo fare un tipo di calcio per poi accorgersi che il loro modo di giocare poteva essere migliorato e lo hanno fatto. L’abbassamento di Milinkovic e Luis Alberto per inserire Correa è stata una mossa che ha pagato, aumentando il tasso tecnico della squadra. Stesso discorso per Fonseca che passando a un modulo più funzionale per il calcio italiano come il 3-4-2-1 sta ottenendo in termine di punti una striscia positiva importante e ha rivalorizzato diversi calciatori, su tutti i due esterni Spinazzola e Karsdorp“.

Passando al campo, che partita ti aspetti stasera?
Una gara molto combattuta, tesa. La Roma è solita partire forte, per poi in qualche modo pagare lo sforzo iniziale. La Lazio è la solita che non molla mai e spesso risolve le partite oltre i novanta minuti, quindi sarà una gara in cui conterà ogni singola giocata“.

Quali saranno i giocatori che potranno fare la differenza da una parte e dall’altra?
Il duello più bello per me sarà quello tra Mkhitaryan e Luis Alberto. Entrambi sono coloro che accendono le giocate offensive delle squadre e molti gol passano dai loro piedi. Ma è una partita piena di duelli molto belli“.

Visti i moduli di gioco delle due compagini, quanto saranno decisivi i duelli sulle fasce Lazzari-Spinazzola e Marusic-Karsdorp?
Appunto! Spinazzola per molte partite è stato l’uomo chiave della Roma, poi ha avuto un piccolo infortunio ed è tornato con l’Inter, soffrendo Hakimi. Karsdorp invece è in crescendo continuo, soffre ancora in fase difensiva. Conteranno sicuramente molto, soprattutto per le caratteristiche dei 4 calciatori, molto offensivi con svarioni in difesa. Da questo punto di vista, sì, dominare una fascia potrebbe essere importante chiave tattica“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

MONDIALI 2022 | Morata e Fullkrug firmano il pareggio tra Spagna e Germania

Published

on

 


Questa sera si è giocato il big match tra Spagna e Germania. Il match è terminato 1-1 con i gol di Morata al 62’ e Fullkrug all’83’. Il pareggio conferma la Spagna al primo posto nel girone 4 punti) e la Germania all’ultimo (1 punto), con Giappone e Costa Rica rispettivamente al secondo e terzo posto (3 punti).

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW