Connect with us

Per Lei Combattiamo

Progetto ‘ARP YOUTH SECTOR’, Lotito: “Per un Presidente è bello vedere un calciatore del settore giovanile salire in Prima Squadra”

Published

on

 


Far crescere il settore giovanile così da avere un’ autentica riserva di talenti in casa. Questa la volontà della Lazio, negli ultimi anni sempre più attenta all’evoluzione calcistica e non solo dei propri ragazzi. Sotto quest’ ottica si inserisce anche il progetto presentato oggi presso la Sala Stampa dell’Olimpico denominato ARP YOUTH SECTOR, nome che trae origine dall’acronimo dei termini Analisi, Ricerca e Performance. Tanti gli interventi in programma alla presenza del presidente Claudio Lotito, tra cui quello di Mauro Bianchessi, responsabile del settore giovanile biancoceleste e direttore sportivo della Lazio Women, quello di Andrea Cardone, Coordinatore tecnico e metodologico, Vincenzo Chiavetta, coordinatore dell’area psicologica del settore giovanile laziale ed infine il Matteo De Angelis, coordinatore dell’area nutrizionale. L’obiettivo che questo progetto si pone è, infatti, quello della valutazione del talento dei giovani ragazzi, nonché l’analisi e l’elaborazione dei dati per poter fornire un programma specifico e personalizzato per ognuno di essi.

A fare gli onori di casa, il nuovo responsabile della comunicazione, Roberto Rao: “Ringrazio Lotito per l’onere di avermi affidato questo incarico. Il pensiero va a Diaconale che ci ha lasciato recentemente dopo una lunga e sofferta malattia. È stato un collega e un uomo attaccato ai colori di questa società. Un collega coerente e pronto ad aiutare i colleghi più giovani“.

Prende poi la parola Mauro Bianchessi: “Con grande soddisfazione, per volontà di Lotito siamo qui a presentare dei grandi progetti non solo tecnici, ma di formazione futura. La nostra scuola di formazione, lo scorso anno ha effettuato 150 ore di lezione, quest’anno avrà due nuovi percorsi: il primo, in partner con Konami, nel quale vi sarà un corso di programmazione di un videogioco. Il secondo, in partnership con la FIGC, permetterà ai ragazzi di avere il patentino di classe E per una futura carriera da allenatori. La missione del settore giovanile, in questo periodo particolare, è quello di essere una risorsa e non una spesa per la società. Voglio fare un’analisi di questi ultimi tre anni guardando la media delle partite nazionali, i giocatori divenuti della nazionale e i derby del settore giovanile”.

Poi un passaggio sui derby:Per le partite la media è stata una crescita percentuale con quasi il 61% di vittorie nei campionati. Per i derby, che mi è sempre stato detto che nom si possono sbagliare, c’è stata una crescita di vittorie del 70%. Per quanto riguarda i giocatori, da 3 giocatori siamo arrivati a 15 presenti. La cosa più importante è la crescita dei ragazzi e ler questo con dei professionisti abbiamo creato un progetto unico in Italia per perfezionare le qualità dei giovani lavorando a 360gradi. Lavotiamo sull tecnica, il fisico, le qualità atletiche e il carattere, voglia, determinazione e attaccamento alla maglia. Siamo unici in Italia nella valorizzazione del settore giovanile. Ai ragazzo dico grazie alla società. I due modi del settore giovanile è andare in giro per l’Europa un altro è prenderli in casa. Questa è una grande famiglia con grandi valori. Non buttate via questa occasione, sfruttatela con fame, umiltà e sacrificio”.

Prende la parola il responsabile del Progetto ARPH, Andrea Cardone:Ringrazio il presidente e il direttore per l’incarico affidatomi. Mi occupo di teorie e metodologie dell’allenamento. Nasce il progetto ArP per far crescere ogni ragazzo e portare più ragazzi possibile in prima squadra. Tutti i ragazzi sono stati testati con esami specifici e dopo lo studio si è lavorato su ogni aspetto debole dei ragazzi. Poi diamo molto importanza all’aspetto psicologico“.

Del progetto, parla il Coordinatore dell’area Psicologica, Vincenzo Chiavetta:Per la nostra area, il progetto prevede un aspetto mentale per aumentare la performance. Si lavora sulla gestione delle emozioni negative, sull’autostima. I pensieri dell’atleta influenzano la prestazione. Lavoriamo anche sul carattere dell’atleta per spingerlo a dare il massimo. Lavoriamo anche sull’umiltà e la comunicazione che deve essere orientata al rispetto degli altri e dell’ambiente. Alla base ci sarà umiltà, ambizione e cultura di squadra“.

Tommaso Rocchi, allenatore della U18 della Lazio:Sono sempre felice di rappresentare la Lazio. Ringrazio il Presidente per ciò che ha fatto e sta facendo per il settore giovanile. Penso che questo sia un progetto unico. Se ai miei tempo avessi avuto a disposizione un progetto simile avrei avuto la possibilità di fare ancora meglio. Il progetto arricchisce, i ragazzi devono prenderlo come stimolo per arrivare in alto. L’obiettivo univoco della società è quello di arrivare in prima squadra, non è presunzione, ma ambizione. La cosa importante è che tutti vadano avanti per lo. Stesso obiettivo che si chiama Lazio. Arrivare in prima squadra è il massimo e il massimo è la Lazio“.

Il Presidente della Lazio, Claudio Lotito:Ho ritenuto essere presente nonostante gli impegni perché ho puntato molto nel settore giovanile . Quando sono arrivato alla Lazio la situazione era tragica per il momento della società. Il settore giovanile è altamente organizzato dal punto di vista organizzativo ed altamente qualificato per le componenti. Io voglio far vedere ai ragazzi il punto di partenza, ambiente familiare organizzato e qualificato, e il punto di arrivo. Ognuno deve poter esprimere al massimo le proprie qualità potendo vedere l’esempio della Primavera e della prima squadra. Le strutture delle varie squadre sono osmotiche, dal settore giovanile, alla primavera, alla prima squadra. Abbiamo costruito due nuovi campi, di cui uno in erba sintetica. Abbiamo un centro sportivo brandizzato che deve far assimilare mentalmente il senso di appartenenza. Abbiamo un grande impianto a livello strutturale che lascia stupito chiunque entri la prima volta. Ci sono tanti sacrifici da fare, ma anche tante possibilità da poter esprimere. Il rendimento, ragazzi, dipende da voi perché noi mettiamo a disposizione tutto, poi dipende da voi. Per un presidente è bello vedere un ragazzo cresciuto in casa arrivare in prima squadra. Voglio anche che acquisiate un aspetto valoriale importante per la vita: umiltà, sacrificio, determinazione necessari per raggiungere gli obiettivi. Dovete andare in campo e vincere, ma vincere per merito. Oggi è l’inizio di un’organizzazion nuova che fa della Lazio una delle prime realtà a livello internazionale. Nella struttura poi ci sono delle componenti molto qualificate“.

Il presidente ha poi continuato, parlando della questione dello stadio e del razzismo: “A breve ci sarà la presentazione dello stadio fersini. Un impianto all’avanguardia. In settimana si concluderanno i lavori”.

 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero| Immobile ci prova ancora

Published

on

 


foto Fraioli

Immobile sta bene, ha voglia di giocare, ma il mondo Lazio è in ansia. Si aspettano solo gli esami che possono evidenziare la presenza o meno di una lesione. Lui avrebbe giocato anche contro l’Inghilterra, ma non si possono prendere dei rischi prima di un tour de force come quello che aspetterà le squadre di Serie A e non solo fino alla lunga sosta dei Mondiali.

 

foto Fraioli

Casale rischia, inoltre, 20 giorni di stop a causa dell’infortunio che lo ha costretto a uscire al 57esimo contro la Cremonese. Il difensore, che era stato motivo di lite tra Tare e Sarri a gennaio, è arrivato per 7 milioni più bonus a luglio rimanendo però uno degli acquisti meno utilizzati. Insieme a lui anche Maximiano: l’estremo difensore pagato più di 10 milioni si è bruciato dopo soli 6 minuti alla prima giornata contro il Bologna. Lui si allena a Formello in questi giorni, ce la sta mettendo tutta per riscattarsi ma si vocifera di un suo trasferimento in prestito già da gennaio.

Il Messaggero

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW