Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Jeda: “Lazio squadra pericolosa e di spessore, il Cagliari deve abbattere le sue paure. E sugli acquisti..”

Published

on

 


Archiviato il grande successo a Bergamo contro l’Atalanta, la Lazio affronterà domenica sera all’Olimpico il Cagliari di Di Francesco. Biancocelesti a caccia del successo per incrementare la striscia positiva di risultati, mentre il club sardo, in fondo alla classifica, è chiamato a reagire. Il match, valido per la 21esima giornata di Serie A, è stato presentato in esclusiva ai microfoni di Laziopress.it dall’ex attaccante cagliaritano Jeda.

Analizziamo il momento della Lazio e la vittoria a Bergamo contro l’Atalanta. Dando uno sguardo alla classifica in ottica Champions, la squadra di Inzaghi può centrare per il secondo anno consecutivo la qualificazione nella massima competizione europea?

“Penso che in generale la Lazio stia vivendo un buon momento, al di là di qualche intoppo che ritengo sia normale perché è una squadra che ha un organico non molto ampio e il covid ha finito per penalizzarla ulteriormente. Il problema del covid ha colpito diverse squadre ma in particolare modo ha danneggiato quelle con le rose corte e soprattutto bisogna tener conto che la Lazio ha più competizioni da affrontare. Penso che sia naturale quindi qualche calo di tensione e dei momenti non brillanti che ci sono stati nel girone d’andata. La partita con l’Atalanta ha messo in evidenza come la Lazio sia una squadra sempre pericolosa, che gioca un bel calcio, intraprendente e con calciatori di grande spessore. Uno su tutti Immobile, ormai certezza di questo campionato e un vero bomber ma anche Milinkovic Savic e lo stesso Luis Alberto che quest’anno è in grande forma e sta mostrando moltissima qualità. Il campionato è ancora lungo e la Lazio ha ancora tanto da poter dimostrare, sono convinto che anche quest’anno possa lottare pienamente per la Champions League”

Il Cagliari, invece, non vince dallo scorso novembre ed è in piena zona retrocessione. Cosa si aspetta da questa squadra domenica sera?

“Mi aspetto un Cagliari che riesca a togliersi di dosso la paura e la tensione che, a mio parere, stanno frenando questa squadra. Non è una squadra scarsa, i problemi possono esserci per tutti durante la stagione, è evidente però che la vittoria manca da troppo tempo. Ormai è subentrata questa specie di paura e quando va in vantaggio non riesce a tenere il risultato. La dimostrazione è proprio l’ultima partita con il Sassuolo, sono andati in vantaggio e si sono fatti raggiungere in maniera abbastanza ingenua. E’ molto importante che i giocatori abbiano ben presente la classifica, perchè la paura di trovarsi lì in fondo deve essere la spinta per trovare il coraggio giusto per ripartire. Ognuno deve prendersi le proprie responsabilità, sarebbe troppo facile addossare tutte le colpe all’allenatore: questo è un discorso che avevo ben presente anch’io quando giocavo”

Lazio-Cagliari quindi che partita sarà?

“Per il Cagliari sarà dura e difficile, la Lazio è una squadra in salute e l’ha dimostrato con l’Atalanta. Se concedi qualcosa ai biancocelesti, spesso e volentieri ti colpiscono e non ti danno possibilità di reagire”

Parliamo del mercato, entrambi i club si sono rinforzati nel reparto difensivo: Musacchio per la Lazio e Rugani per il Cagliari. 

“Per la stagione che la Lazio sta disputando c’era assoluto bisogno di un rinforzo per far fronte alle due competizioni, campionato e Champions. Musacchio è sicuramente un ottimo elemento da inserire e sono convinto che potrà dare il giusto contributo. E’ un giocatore esperto e che conosce bene il campionato italiano. Il Cagliari aveva estrema necessità di un acquisto in difesa e serviva un giocatore di certo spessore e di personalità come Rugani. A questo punto credo che la coppia Rugani-Godin sia una garanzia dietro, ma è chiaro che tutti dovranno fare la loro parte”

Chi vede come favorita per la lotta scudetto?

“La lotta scudetto al momento è abbastanza ingarbugliata, non credo che ancora ci sia una squadra più favorita rispetto alle altre, se la giocano un po’ tutte lì in alto e si daranno battaglia fino alla fine, da ora in poi ogni partita diventa decisiva”

Infine una domanda sulla sua esperienza in rossoblù e che ricordi ha, in particolare, di quel Lazio-Cagliari, finita 1-4, con una sua doppietta personale.

“Bhè sicuramente la partita all’Olimpico è una di quelle che ricordo volentieri, era una Lazio spettacolare anche allora, che aveva giocatori di alto livello tecnico che appena si presentava la possibilità ne approfittavano subito, rifilandoti anche 3-4 gol. Allo stesso tempo però poteva capitare che anche loro concedessero qualcosa. In quell’occasione la Lazio era andata in vantaggio con Rocchi e poi noi l’abbiamo ribaltata. Nonostante questo i biancocelesti avevano avuto molte occasioni e non erano riusciti a segnare, mentre noi siamo stati bravi a tenere il risultato e a prendere il sopravvento. Ricordo con piacere quel match per la spettacolarità e la qualità tecnica da una parte e dall’altra. Quelle tra Lazio e Cagliari sono sempre partite aperte a qualsiasi risultato quindi mi aspetto anche stavolta una gara di quel genere. L’Olimpico personalmente mi ha sempre portato bene, sia con la Lazio che con la Roma: conservo sempre e comunque dei bellissimi ricordi”

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW