Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Biasin: “Inter che arriva nervosa, ma punta lo scudetto. Lazio? Credo nel quarto posto ed attenzione a Lazzari”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Dopo il derby, dopo l’Atalanta adesso arriva un’ulteriore prova di maturità per questa Lazio. Domenica sarà ospite dell’Inter alla Scala del Calcio. Partita difficile, fra due sqaudre che sono in grande forma, nonostante i nerazzuri provengano dall’eliminazione in Coppa Italia. Le due migliori difese delle ultime gare si affrontano, con tanti uomini pronti a fare la differenza. In vista del match il giornalista di “Libero Quotidiano” Fabrizio Biasin è intervenuto in Esclusiva ai microfoni di LazioPress.it per presentare la gara. Ecco le sue parole.

Inter fuori dalla Coppa Italia, con che umore arriva alla sfida contro la Lazio? 

“C’è un po’ di nervosismo derivato dal fatto che l’eliminazione è arrivata dopo due partite dove l’Inter ha dimostrato di essere al pari della Juventus, che però ha molta più esperienza e ha meritatamente passato il turno pur non giocando una partita in pieno dominio. Ci sarà questo amaro in bocca ed in più la consapevolezza che adesso alla sqaudra di Conte resta solo il campionato e l’obiettivo è quindi la vittoria dello scudetto. Contro la Lazio non può permettersi di lasciare punti”. 

Gara importante per la classifica, per chi conta di più vincere?

“Ognuno ha i suoi interessi e obiettivi, la Lazio giocherà sicuramente per vincere, sicuramente però la squadra di Inzaghi ha come ‘consolazione’ l’ottavo di Champions da giocarsi. I biancocelesti faranno di tutto per vincere perché vogliono tornare anche l’anno prossimo in Champions League”. 

I nerazzurri non subiscono gol da quattro giornate conecutive, la Lazio ha subito solo 5 gol da inizio 2021. La differenza la faranno proprio i portieri?

“No, credo che la differenza la faranno i centrocampisti perché li si sfidano due tra i più bravi in assoluto della Serie A: Milinkovic e Barella, che sono i giocatori più determinanti per le rispettive squadre. Saranno loro due a decidere la gara”. 

 Lukaku-Immobile che giudizio può dare? 

“Immobile è spettacolare. Io continuo però ad avere una sensazione che lui piaccia e non piaccia alla gente, e non capisco come mai visto che ogni anno segna in tutte le partite e batte record su record. La cosa più impressionante è che Tare l’abbia comprato a 9 milioni ed è diventato un vero e proprio simbolo per la squadra e per la città, vincendo anche qualche trofeo. Lukaku invece è un grandissimo giocatore, che però sta attraversando un periodo complicato. E’ ormai un mese che vede poco la porta e ha anche un po’ di nervosismo, forse dettato da quanto successo nel derby con Ibrahimovic. Nonostante tutto continuo a pensare che sia un punto di forza per l’Inter. Dal punto di vista degli attaccanti sarà una sfida bellissima, con questi due giocatori si parte già con un gol per squadra”. 

Il risultato del Milan potrebbe influire nella prestazione dell’Inter di domenica sera? 

“C’è sempre il discorso dell’avversaria in ambito scudetto che mette pressioni. La settimana scorsa è successo al Milan, con Inter e Juvnetus che hanno giocato venerdì e sabato, il Milan solo la domenica e quindi anche lei aveva la sua pressione. Questa cosa ci sarà ogni settimana, soprattutto in questa visto che poi la prossima giornata ci sarà il derby che considero decisivo”. 

Sponda Lazio, chi è il giocatore più pericoloso? 

“Io sono sempre più impressionato da Acerbi, è il difensore centrale più forte che ci sia. A volte può non aver giocato al massimo, però è davvero insuperabile anche per costanza ed è un punto di forza per questa Lazio. Poi penso anche a Lazzari che è l’Hakimi dei biancocelesti. E’ un giocatore che in fase offensiva da un grande supporto agli attaccanti”. 

Dove può arrivare la Lazio di Inzaghi?

“Per me se riesce ad entrare fra le prime quattro la Lazio fa un miracolo. Ogni volta tendiamo quasi ad ignorarla nelle previsioni pre-campionato, ma alla fine la Lazio riesce a smentire tutti e piazzarsi. Quest’anno è molto complicato per la grande concorrenza, ma mi sembra di capire che la squadra di Inzaghi non è intenzionata a mollare l’osso. Io credo possa arrivare quarta. Per l’Europa la situazione è più complessa, credo che più di quanto ha fatto non può chiedere però arriva anche con la leggerezza di chi sa di aver fatto il proprio dovere. La Lazio diciamo che potrà affrontare gli ottavi quasi divertendosi”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW