Connect with us

Per Lei Combattiamo

Riparte l’Integrity Tour di Lega Serie A, Sportradar e Istituto per il Credito Sportivo – Oggi prima tappa con le giovanili della Lazio

Published

on

 


Educare gli atleti fin da giovani, contrastare il match-fixing e combattere le frodi sportive, questi gli obiettivi che vedono coinvolti anche in questa stagione Lega Serie A, Sportradar AG e Istituto per il Credito Sportivo. Prendono il via gli incontri dell’Integrity Tour 2021, rivolti ai ragazzi dei settori giovanili dei Club della Lega Serie A e di quelli impegnati nel Campionato Primavera 1 TIM 2020/2021. Il primo appuntamento vedrà coinvolti oggi i ragazzi del settore giovanile della Lazio. Nel corso delle sessioni di lavoro, svolte in streaming, l’avvocato Marcello Presilla, responsabile Integrity per l’Italia di Sportradar AG, spiegherà ad atleti, staff tecnici e dirigenti, il fenomeno del match-fixing in tutte le sue forme, illustrandone rischi e conseguenze. Durante il workshop online saranno tracciati gli identikit dei cosiddetti fixers, i criminali che agganciano i giocatori per coinvolgerli nella manipolazione delle partite, attraverso tecniche di adescamento che sfociano anche in ricatti e minacce pregiudicando il futuro e la credibilità degli atleti e del calcio. “Negli ultimi mesi, anche a causa della crisi economica e sociale provocata dalla pandemia Covid19 – ha sottolineato Presilla – si sta assistendo ad una pericolosa recrudescenza dei fenomeni di corruzione nello sport in Europa e nel mondo, che sembra interessare sempre di più anche le competizioni calcistiche giovanili. L’incertezza sul presente e sul futuro spinge molti ad accettare pericolosi compromessi barattando la legalità, e dunque la regolarità delle competizioni, con i guadagni facili derivanti dalla manipolazione degli eventi sportivi. Proprio in momenti come questo, è più che mai opportuno e necessario mantenere alto il livello di attenzione e vigilanza per preservare il calcio dal ricorrere di nuovi scandali. L’educazione e la formazione delle nuove generazioni sono sicuramente aspetti fondamentali della strategia di prevenzione.” Per il quinto anno consecutivo la Lega Serie A promuove la formazione e l’educazione di tutte le parti coinvolte nello spettacolo calcistico, al fine di contrastare questa problematica del mondo dello sport. “La lotta al match-fixing continua a essere una delle priorità della Lega Serie A – ha dichiarato Luigi De Siervo, Amministratore Delegato di Lega Serie A. – Anche per questa stagione abbiamo deciso di offrire a tutti gli atleti un’approfondita disamina dei gravi rischi connessi alle scommesse sportive. L’obiettivo è rendere pienamente consapevoli gli atleti, fornendo loro gli strumenti per combattere questa piaga del mondo dello sport”. Sportradar, grazie alla partnership con la Lega Serie A e l’Istituto per il Credito Sportivo, prosegue la sua attività di formazione dei calciatori per rafforzare la cultura della legalità. L’educazione, la formazione e l’informazione devono accompagnare in modo stabile il controllo dei match che Sportradar svolge ufficialmente, quale organismo designato da Uefa e Fifa, in Italia e nel resto del mondo. “I valori reputazionali del calcio rappresentano – ha dichiarato Andrea Abodi, Presidente dell’Istituto per il Credito Sportivo – un modello comportamentale che non si esaurisce al termine dei novanta minuti di gioco, ma che deve proseguire anche fuori dal campo. Il Credito Sportivo, banca sociale per lo sviluppo sostenibile dello Sport e della Cultura, e la Lega Serie A promuovono un percorso di responsabilità e trasparenza anche attraverso questi confronti, per contribuire a costruire un sistema più sano nel quale le persone, ai vari livelli, vengano scelte non soltanto per le qualità tecniche o professionali, ma anche per quelle personali e morali. Come banca pubblica del Paese vogliamo poter contare su un sistema finanziariamente ed eticamente solido proiettato al futuro, garantendone così la stabilità nel tempo”. Lo riporta un comunicato stampa La Lega Serie A 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Lazio-Fiorentina, Provedel: “Importante la solidità dimostrata, dispiace non aver parato il gol”

Published

on

 


Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il portiere della Lazio Ivan Porvedel ha commentato il pareggio maturato all’Olimpico contro la Fiorentina per 1-1.

Queste le sue parole:

La Fiorentina è una squadra forte, ha fatto una bella partita, è una squadra che ha molti punti in meno per quello che esprime, peccato non aver concretizzato qualche occasione per portare la vittoria a casa. L’hanno giocata a viso aperto, per me è importante la solidità dimostrata, cerco di fare sempre il mio meglio delle volte ci sono riuscito delle volte no, il percorso è di crescita. La Fiorentina pressava a uomo e  giocavano alti, per noi che giochiamo palla a terra il lavoro si è fatto più difficile per cercare di evitare i rischi, potevamo gestire qualche pallone, loro sono stati bravi. Dobbiamo fare  ancora meglio, per me la prestazione è positiva e la Fiorentina è stato un avversario molto difficile. Cambi? Io penso che gli ingressi siano stati positivi ma non dipende da chi entra, ma dallo spirito del collettivo. Mi dispiace non aver parato il gol”.

Queste le parole dell’estremo difensore in zona mista:

È stata una partita molto dura, loro sono una squadra forte, con molti punti in medo di quelli che meriterebbe secondo me. Sono venuti a fare una gara importante, peccato non essere riusciti ad allungare nuovamente le distanze, ma siamo stati solidi e questo è l’importante. Se le squadre ci lasciano gli spazi è più facile uscire, loro ci hanno pressato molto forte e gli spazi che hanno chiuso nella nostra area ce li hanno concessi più avanti. Per me la prestazione è da tenere, un punto da portare a casa anche se si poteva fare meglio. Lanci lunghi? Noi cerchiamo l’uscita da dietro, delle volte non si riesce e quindi se abbiamo gli spazi chiusi cerco la profondità“.

“Le proteste di Immobile per il recupero? Io non ho parlato con l’arbitro, per me sono cose che contano il giusto. Avrei preferito qualche minuto in più, però se hanno deciso così va bene. Guardando le occasioni in generale si poteva portare a casa la vittoria, non ci siamo riusciti. Poi per gli episodi finali è un punto guadagnato“.

Per me questa è un’esperienza molto positiva: ho avuto la fiducia della società che ha deciso di prendermi, io cerco solo di ripagarla nel quotidiano e in partita. In alcuni casi il mio contributo è stato sufficiente, in altri non sono riuscito ad essere perfetto. Penso faccia parte del percorso di crescita“.

Vedo il bicchiere mezzo pieno. Quello che forse ci era mancato nel tempo era la solidità. In alcuni casi, se non puoi vincere la partita non la devi perdere. Dopo prestazioni di un certo tipo non deve calare l’attenzione. Oggi non è successo. Bisogna dare anche merito agli avversari. Siamo in crescita“.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW