Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Il doppio ex Mudingayi: “Contro l’Inter mi aspetto una gara a viso aperto. Questa Lazio può arrivare ovunque senza temere nessuno”

Published

on

 


Poco più di 24 ore separano Inter e Lazio dalla sfida valida per la ventiduesima giornata di Serie A. Una gara che promette spettacolo, vista la posta in gioco e le condizioni di forma delle due squadre. La redazione di LazioPress.it, ha contattato in via del tutto esclusiva l’ex giocatore di Lazio e Inter Gaby Mudingayi. 

Come ha vissuto il suo arrivo alla Lazio e la rete segnata all’esordio contro l’Ascoli?

“Quando ancora militavo tra le file del Torino, avevo alcune richieste da parte di diverse squadre tra cui la Lazio. Ho sempre avuto una grande ammirazione per la Società biancoceleste, per questo la mia volontà era quella di venire a Roma. Ero a conoscenza di un ambiente pretenzioso, ma dopo aver contattato i vari Manfredini e Dabo, sono stato rassicurato sul fatto che alla Lazio si stesse benissimo. Il ritiro a Fiuggi è uno dei ricordi più belli, sono stato accolto benissimo dai tifosi che mi hanno subito parlato del derby. L’impatto è stato veramente splendido, soprattutto nella mia gara d’esordio. Temevo un pò la Serie A visto il calibro dei giocatori, ma devo dire che è andata benissimo. In quell’occasione ho collezionato un goal e un assist, ènon poteva andare meglio. L’aiuto e la vicinanza di compagni come Dabo, Liverani e Baronio è stato prezioso per me.”

Come giudica il lavoro dei suoi ex compagni di squadra, oggi colonne portanti della Società biancoceleste, Simone Inzaghi e Igli tare?

“Stanno portando avanti veramente un ottimo lavoro. Inzaghi è un predestinato, è sempre stato un intenditore di calcio. A noi giovani dava sempre molti consigli, si percepiva che fosse il suo mondo. Non mi stupisce lo splendido percorso che in questi anni sta facendo con la Lazio. A livello societario, Tare ha l’occhio giusto per scovare talenti sconosciuti, in questo lui è straordinario.” 

Dopo aver lasciato la Lazio è passato al Bologna, per poi approdare all’Inter nel 2012. Nella storia biancoceleste molti giocatori trasferitosi in nerazzurro hanno riscontrato alcune difficoltà, cosa nota di differente tra le due Società?

“È vero, molti giocatori passati dalla Lazio all’Inter si sono trovati in difficoltà una volta arrivati a Milano. Devo dire che ho notato questo tipo di flessione, ma non so da cosa derivi. Probabilmente è solo questione di sfortuna, perché la differenza tra le due squadre è minima. Sono entrambe due grandi Società.”

Che gara sarà quella di domenica tra Inter e Lazio?

“Domenica si affronteranno due squadre con giocatori importanti. I due reparti offensivi sono molto forti: Immobile e Lukaku sono due attaccanti che segnano molto, per questo mi aspetto una partita a viso aperto e ricca di goal.”

La Lazio viene da un serie importante di vittorie, che le hanno permesso di agganciare il quarto posto. Pensa che i biancocelesti possano tornare anche quest’anno in Champions e spingersi oltre come la passata stagione?

“Per come la vedo io, la Lazio è una grande Società e deve sempre pensare in grande. Con un allenatore del genere e una rosa così importante, ogni anno può e deve arrivare in Champions League. Hanno un modo di giocare che gli permette di sognare in grande, anche se a fine stagione non si raggiungono gli obbiettivi prefissati. I biancocelesti hanno tutti i mezzi per fare quello che hanno fatto l’anno scorso, se non meglio. Certo, il sogno scudetto è difficile, ma non impossibile.”

Lei che la Champions l’ha giocata con la maglia biancoceleste, come giudica il cammino europeo della Lazio e il raggiungimento degli ottavi di finale? 

“Sono molto contento del cammino della Lazio in Champions League. Mi aspettavo prestazioni importanti, visto il calibro della rosa biancoceleste. Gli uomini di Inzaghi hanno veramente numeri da grande squadra, il lavoro che stanno portando avanti è ottimo.”

Tra poche settimane andranno in scena gli ottavi di finale contro il Bayern Monaco, che partita si aspetta da parte della Lazio?

“Contro il Bayern Monaco sarà importante la mentalità. Qualunque squadra sia, dobbiamo pensare a vincere senza avere paura. Se la Lazio è concentrata e gioca come sa, non deve temere nessuno. Con un allenatore e dei giocatori del genere, i biancocelesti possono ambire a traguardi veramente importanti. Si affronteranno due Club molto forti, per questo sarà fondamentale giocarsela a viso aperto fino alla fine. Con tutto il rispetto per le altre squadre, questa Lazio ha tutte le carte in regola per non provare alcun timore.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW