Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero | Notte da sogno: Conte per il sorpasso al Milan, Inzaghi per inserirsi nella lotta al titolo

Published

on

 


E’ la notte della verità. Dei sogni. Del passato che torna. Una di quelle notti in cui conta solo sentire che si va. Più in alto e più forte possibile. Conte contro Inzaghi. Vent’anni dopo può essere ancora una di quelle sfide scudetto. Nel 2000 erano in campo, oggi in panchina. Colori diversi per l’Antonio nazionale che stavolta difende quelli nerazzurri e non più i bianconeri del cuore. A San Siro ci si gioca tanto. Soprattutto alla luce della doppia sconfitta di Milan e Juventus. Pioli può essere superato in vetta, Pirlo finire a -8. Due ko che fanno gioco anche alla Lazio che vuole inserirsi nella corsa scudetto. Alla luce dei risultati di ieri chi ha più da perdere però è l’Inter: dopo le eliminazioni dalle coppe ha solo il tricolore come unico obiettivo stagionale. Il derby con il Milan capolista è apertissimo. Diverso il discorso per i biancoelesti che puntano al quarto posto ma vincendo potrebbero diventare una scomoda partecipante alla lotta al titolo. Pressioni differenti e condizioni mentali opposte. Conte si gioca tantissimo. Le voci su un suo possibile addio a fine anno si rincorrono di continuo e in tanti avevano dato Inzaghino come suo possibile successore. Antonio non vive certo un momento di tranquillità, l’episodio accaduto in coppa Italia con il presidente della Juve Agnelli ne è l’esempio. «Mi spiace per quanto accaduto, vorrei scusarmi per la mia reazione a determinati insulti. Avrei potuto reagire in altro modo, magari ironicamente con un applauso risultando più positivo. Ripeto: mi spiace, ne faccio tesoro in vista del futuro».
ASSEMBRAMENTI D’AMORE
A Formello si respira, invece, un’aria diversa rispetto ai gironi subito prima di Natale. Ieri ennesimo bagno di folla dei tifosi. Un assembramento d’amore per caricare la squadra prima della partenza per Milano. Ci sono molte più certezze. E’ vero il contratto non è stato ancora firmato ma la strada è spianata. Insomma il matrimonio di farà. Non appena Lotito avrà la testa libera dagli impegni di Lega. Manca giusto qualche particolare ma ci siamo. Alleluja. Anche nello spogliatoio sono tornati i sorrisi. Le due mensilità anticipate pagate da “quel gran genio” di Lotito sono state un balsamo per ogni malumore. Nell’ultimo mese e mezzo la Lazio ha ripreso a volare: sei vittorie di fila che l’hanno portata dal nono al quarto posto. L’essere tornati a giocare una sola partita a settimana è stato decisivo. Stasera vincendo ha la possibilità di fare un salto triplo. Servirà tutta la testa possibile, quella che spesso ha tradito i biancocelesti. «La Champions sarebbe il nostro scudetto» si affretta a rimarcare Inzaghi che vuole in ogni modo allentare le pressioni sui suoi. Anche perché le sfide contro l’Inter negli ultimi hanno sono sempre state molto accese. Dallo scippo de Vrij a quello Champions. Il dato dei 12 cartellini rossi negli ultimi 12 confronti deve far riflettere.
CHIAVI TATTICHE
Sarà una partita a scacchi. Ricca di duelli in tutte le zone del campo. In mediana Milinkovic e Barella: uno scontro tutto qualità e quantità. Sugli esterni, a destra, ci sono Lazzari e Hakimi. Uomini chiave per le fughe. E poi in avanti Immobile, che cerca il gol numero 150 in serie A contro l’Inter che per lui è un tabù, contro Lukaku il gigante che non fa sconti. E poi Correa vs Lautaro contropiedisti dai tocchi fatati. Una sfida apertissima, tutta da godere. E dove tutto può succedre. Conte e Inzaghi si sono sfidati 3 volte: perfetto equilibrio. Stasera c’è la bella. Il Messaggero\Emiliano Bernardini

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, la designazione arbitrale della partita di Coppa Italia

Published

on

 


La gara dei quarti di finale di Coppa Italia Frecciarossa Juventus-Lazio, in programma giovedì 2 febbraio 2023 alle ore 21:00 all’Allianz Stadium di Torino, sarà diretta dal signor Fabio Maresca (sez. Napoli).

Assistenti: Carbone – Preti

IV ufficiale: Feliciani

V.A.R.: Di Paolo

A.V.A.R.: Di Martino 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW