Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | La Lazio stecca, Inzaghi: “Brucia perdere così”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


La Lazio ha perso dopo 6 vittorie consecutive, contro la nuova capolista del campionato e travolta da un attaccante arrivato a 300 gol in carriera tra club e nazionale. Eppure, la sensazione è che mai come stavolta e soprattutto nel primo tempo gli episodi siano stati decisivi. Non che la Lazio possa appellarsi alla malasorte – vedi rimpallo che ha mandato Lukaku in porta per il gol del 2-0 – ma, nei momenti chiave del match, niente è an- dato come avrebbe voluto Inzaghi, che qualcosa di buono l’aveva fatto anche vedere prima di impacchettare un paio di regali fuori stagione.
La differenza l’ha fatta un giocatore: la Lazio ha uno straordinario bomber come Immobile, ma l’Inter ieri ha avuto un caterpillar, passato sopra qualsiasi cosa gli capitasse davanti. E quando Lukaku è in serata così, non sarebbe bastata neanche la di- fesa al completo che la Lazio non ha avuto, visto che a rincorrere il belga nell’occasione del 3-1 di Lautaro Martinez è stato il 36enne Parolo, che difensore non è.
«C’è rammarico – dice Inzaghi – Perché potevamo ottenere di più. Sapevamo che l’Inter poteva fare la partita che poi è stata, noi abbiamo tenuto il campo e il possesso palla. Non potevamo rinunciare a giocare, ma ci siamo innervositi troppo, anche perché può capitare di subire un rigore così. Dovevamo andare avanti e giocare, e non prendere il 3-1 una volta riaperta la partita. Abbiamo fatto una buona gara, ma potevamo ottenere molto di più». Usa più volte la parola rammarico, Inzaghi, che ha anche dovuto spiegare la dinamica del rigore ai suoi giocatori, che «non hanno accettato» il fatto che Fabbri sia andato subito sul dischetto. Ma poi precisa: «Vedendolo 20 volte, si può dare. Ma i giocatori hanno visto l’arbitro decidere in tre secondi. Ecco perché si sono innervositi».
E proprio per evitare di rimanere anche in 10, ha tolto pure Hoedt al rientro dagli spogliatoi: «Non potevamo permetterci un’espulsione. Lukaku lo conosciamo, è un giocatore di grandissima fisicità: avevamo provato la difesa con Acerbi, poi purtroppo l’indisponibilità di Radu ci ha costretti a cambiare i piani, e a spostare Acerbi a sinistra».
A San Siro, il 23 dicembre, la Lazio aveva perso l’ultima sua partita in campionato: torna a casa con altri tre gol subiti, come era successo contro il Milan, ma in questi due mesi scarsi sono stati ricreati i presupposti per la Champions. Ecco perché dopo una sconfitta così c’è qualcosa da buttare, ma non tutto.

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Sturm Graz-Lazio, i convocati di Sarri per la gara di Europa League

Published

on

 


Sul proprio sito web ufficiale, la Lazio ha comunicato la lista di convocati scelti da Sarri per la sfida delle 18:45 di Europa League:

Portieri: Magro, Maximiano, Provedel;

Difensori: Gila, Hysaj, Lazzari, Marusic, Patric, Radu, Romagnoli;

Centrocampisti: Basic, Cataldi, Luis Alberto, Marcos Antonio, Milinkovic, Vecino;

Attaccanti: Cancellieri, Felipe Anderson, Immobile, Pedro, Romero, Zaccagni

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW