Connect with us

Per Lei Combattiamo

TMW | Conte ingabbia la Lazio. E aveva ragione Inzaghi: lo scudetto rimane la Champions

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Chi volesse fermare la Lazio, o almeno provarci, dovrà vedersi la partita di San Siro. E prendere esempio da Conte, che ha neutralizzato le armi biancocelesti riuscendo a valorizzare le proprie. Che invece non sono state fermate da Inzaghi. L’Inter attende, si abbassa e chiude gli spazi: Immobile non attacca mai la profondità, Perisic aspetta Lazzari sulla linea di Bastoni (che spesso è addirittura più alto per braccare Milinkovic) e Luis Alberto, per liberarsi dal denso traffico sulla trequarti, è costretto ad arretrare il suo raggio d’azione di qualche metro. E quando una squadra riesce a limitare l’altra, impreziosendo la propria attitudine migliore, le ripartenze in questo caso, ecco che il risultato viene da sé. E ieri è successo questo. “Non ho cambiato piano gara perché venivamo da 6 vittorie consecutive in cui abbiamo dominato. E poi volevo tenere Lautaro e Lukaku lontani dall’area, dove sono più pericolosi”, ha spiegato nel post partita Inzaghi, a cui si contestano anche le scelte in difesa: dopo il forfait nel riscaldamento di Radu, non ha pagato la decisione del tecnico di mettere Hoedt al centro anziché tenere Acerbi in mezzo o schierare Musacchio. I soli 6 tiri nello specchio, a fronte di un netto dominio nel gioco e nel possesso palla (61%), fotografano le difficoltà della Lazio. Che perde per la prima volta nel nuovo anno e scivola a -2 dal quarto posto della Juventus. Lo scudetto non interessa più ai biancocelesti, che però rimangono in corsa per il proprio obiettivo stagionale: la permanenza in Champions. “Confermarsi tra le prime quattro è il nostro scudetto”, aveva spiegato alla vigilia Inzaghi, che ora dovrà essere bravo a non far subire il contraccolpo psicologico allo spogliatoio. Lo conosce bene, da anni, e già questa mattina alle 11.30 proverà a proiettarlo verso il doppio impegno contro Sampdoria e Bayern Monaco. Perché la sconfitta di San Siro, per quanto bruciante e piena di rammarico, non deve essere considerata come un dramma, visto che la Lazio è ancora lì e sarà in corsa per la Champions fino alla fine.

TuttomercatoWeb.com/Riccardo Caponetti  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

Sturm Graz-Lazio, i convocati di Sarri per la gara di Europa League

Published

on

 


Sul proprio sito web ufficiale, la Lazio ha comunicato la lista di convocati scelti da Sarri per la sfida delle 18:45 di Europa League:

Portieri: Magro, Maximiano, Provedel;

Difensori: Gila, Hysaj, Lazzari, Marusic, Patric, Radu, Romagnoli;

Centrocampisti: Basic, Cataldi, Luis Alberto, Marcos Antonio, Milinkovic, Vecino;

Attaccanti: Cancellieri, Felipe Anderson, Immobile, Pedro, Romero, Zaccagni

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW