Connect with us

Champions League

Claudio Lotito: “Oggi la Lazio è un punto di arrivo. Celebrerò la Scarpa d’Oro di Immobile”

Published

on

 


Claudio Lotito, in presentazione della sfida con il Bayern Monaco, ha rilasciato un’intervista esclusiva a Sky, dove ha parlato del suo percorso da Presidente, della gara contro il Bayern, e su tematiche come Superlega e lo sviluppo della Champions League. Ecco le sue parole:

Ha un significato importante per il sottoscritto, per la società, per tutti gli addetti ai lavori, soprattutto per i tifosi. Vi ricorderete quando sono subentrato il 19 Luglio del 2004, ho trovato una società che raffigurai come in coma irreversibile. Oggi, su piani diversi, ha le stesse analogie del Bayern Monaco: è risanata dal punto di vista economico, e ha ottenuto risultati sportivi. Il fatto di confrontarsi questa sera contro la squadra campione del mondo e da tutti temuta, vuol dire che la Lazio sta percorrendo un tragitto che mi auguro proseguirà nel tempo con ulteriori soddisfazioni. Indipendentemente da ciò che ha fatto il Bayern, la Lazio si è basata sull’esperienza dei singoli, sulla professionalità e sul senso di attaccamento al proprio club, che viene dato dalla militanza negli anni e dalla qualità del comportamento nel club stesso. Io penso che il fatto che il Bayern abbia questo tipo di modello significa che la Lazio ha intrapreso il percorso giusto, in considerazione di ciò che ha ottenuto il Bayern in termini di risultati economici e sportivi

Su Tare e Inzaghi:

“Con Tare ho fatto delle scelte su delle persone, anche sulle qualità umane. Ritengo che nella Lazio ci sia un modo di agire rispettando i ruoli di ognuno: anche se il Presidente sono io, e mi spetta l’ultima parola, non ho mai fatto invasioni di campo. Non ci sono stati rapporti di tensione tra me e Inzaghi, ma confronti dialettici sì. E’ normale che dentro una famiglia, dato che lo considero come un figlio, se ho considerazioni da fare è giusto che le faccia, in tono di dialogo e di stimolo per poter fare meglio, e per valutare comportamenti che possono essere corretti. Non penso di avere le idee innate di Platone, ognuno di noi deve dare il proprio contributo, in forma di confronto rispettoso nei confronti di ognuno“.

Su Immobile:

“Ho sempre creduto in Immobile, si è creato un bel rapporto fuori dallo schema Presidente e giocatore. Ciro ha una grande carica di umanità, che è un valore aggiunto: è poi un grande professionista dalle qualità tecniche indiscusse. E’ uno dei motivi per cui: vi anticipo che festeggerò la Scarpa d’Oro di Immobile all’interno di un’istituzione importante, che diventa emblematica per tutta la città. In questo momento lui rappresenta la città di Roma. La Lazio è la prima squadra della Capitale e la più antica, e deve quindi mettere in evidenza i propri gioielli. anche per un riconoscimento dovuto, non è da tutti vincere la Scarpa d’Oro. Mi auguro che sia una partita all’insegna dei valori dello sport, dove deve prevalere il negli, e mi auguro che Immobile dimostri in campo di aver meritato il premio”

Sulla Superlega e sulla Champions League:

Tutte le modifiche devono tener conto della situazione attuale e di quelle future. Mi auguro che si  riesca a trovare una soluzione equa per le esigenze di tutti. Non bisogna svilire i campionati nazionali, l’incremento della Champions League non deve svilire i campionati nazionali. La crescita del sistema è un bene per tutti, se viene fatta per le esigenze di tutti”.

In un ragionamento razionale, per ciò che ho sopportato ci avrei pensato. E’ stata una vita di ostacoli, sofferenza e sacrifici e di battaglie. Il mio è un carattere di combattimento: mi piacciono le sfide, ricomprerei la Lazio, è una sfida che mi stimola e che mi crea adrenalina. Ricevo affetto dai tifosi quotidianamente: oggi hanno capito che vuol dire portare avanti una società come la Lazio, prenderla dalle ceneri e portarla al ruolo che oggi ricopre, dal punto di vista bilancistico, economico e di risultati. Tra non molto aprirò all’esterno il centro sportivo, e capirete cosa ha fatto Lotito per la Lazio e per i tifosi. Oggi la Lazio è un punto di arrivo, quando la presi era un punto di partenza: oggi è sana e affidabile, ha un clima familiare in cui tutti perseguono gli obiettivi. Non sono cambiato, quando uno è in battaglia deve avere un atteggiamento da combattimento, apparentemente poco empatico: i risultati si conquistano con l’affetto della gente, con i rusltati. Questo viene se la gente capisce che tu stai lavorando non solo per interessi materiali, ma anche per la passione che la gente nutre per la Lazio. La Lazio è un patrimonio di tutti, di cui io sono il custode: deve diventare l’orgoglio dell’appartenenza. L’ingresso di Formello è cambiato: chi è laziale ce lo ha dentro. Bisogna credere nella possibilità di avere le potenzialità di crescere“. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Champions League

UCL, i sorteggi: ecco le avversarie delle italiane in Champions

Published

on

 


A Nyon sta andando in scena il sorteggio degli ottavi di Champions League.  Le tre italiane ancora in gioco sono Milan, Inter e Napoli; ecco le loro avversarie:

Milan-Tottenham,

Eintracht Francoforte-Napoli,

Inter-Porto.

Il quadro completo:

Lipsia-Manchester City,

Club Brugge- Benfica,

Liverpool-Real Madrid,

Borussia Dortmund-Chelsea,

Paris Saint Germain- Bayern Monaco. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW