Connect with us

Per Lei Combattiamo

Ibrahimovic in ritardo? Arriva a Sanremo grazie a un motociclista

Published

on

 


Zlatan Ibrahimovic è arrivato in ritardo al Festival di Sanremo. L’attaccante è rimasto bloccato in autostrada e ha raggiunto l’Ariston grazie al passaggio di un motociclista.

Zlatan Ibrahimovic alla fine è riuscito ad arrivare al Festival di Sanremo. Sì, perchè l’attaccante del Milan ha vissuto una piccola disavventura che poteva impedire allo svedese la sua presenza nella terza puntata della kermesse italiana canora più importante. Il bomber rossonero era atteso per le 21:00 al Teatro Ariston ma un incidente sulla Milano-Genova ha impedito a Zlatan di arrivare puntuale al suo appuntamento

Intorno le 23:00 Amadeus ha potuto presentare finalmente l’arrivo di Ibrahimovic e lo stesso svedese ha raccontato il suo tormentato viaggio verso la città dei fiori. “Scusate il ritardo, ora vi racconto cos’è successo. Innanzitutto spero che nessuno si sia fatto male, che è la cosa più importante. Dopo 3 ore fermo nella mia macchina per un brutto incidente sono sceso dalla mia vettura e ho fermato un motociclista. Ho chiesto a lui un passaggio sino a Sanremo. Per fortuna era milanista. Si è fatto 60km per portarmi fino a qui e mi ha detto che era la prima volta che faceva l’autostrada. Lui doveva andare a Livorno. Dobbiamo ringraziarlo perchè ha salvato il mio Festival”.

Ibrahimovic ha poi scherzato sulla sua assenza, programmata, nella giornata di ieri. “Se Ibra non va al Festival, il Festival va da Ibra. Potevate venire a casa mia, c’era spazio per tutti”. L’attaccante nella serata duetterà con Sinisa Mihaljovic, allenatore del Bologna. Eurosport.com

 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Caso Juventus, il ministro dello sport Abodi: “Non sarà la sola, bisogna fare pulizia”

Published

on

 


Il ministro dello sport Andrea Abodi è intervenuto alla presentazione del Codice di Giustizia sportiva Figc oggi al Coni parlando anche del caso Juventus e della necessità di “fare pulizia”. Queste le sue parole:

“Il caso Juventus? Si tratta di un club che probabilmente non rimarrà il solo e questo ci permetterà di fare pulizia. Abbiamo bisogno di sapere presto cosa sia successo e che vengano assunte decisioni per ridare credibilità al sistema, nel principio dell’equa competizione. Ed è evidente che negli ultimi anni non è successo”.  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW