Connect with us

Per Lei Combattiamo

SERIE A – L’AVVERSARIO | Tutto quello che c’è da sapere sulla Juventus

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Settimana difficile in casa biancoceleste che martedì sera si è presentata all’Olimpico, come da protocollo, nonostante il match con il Torino non si sarebbe giocato. Era stato dato il via libera, ma causa blocco da parte della ASL i granata hanno deciso di non partire alla volta della Capitale. Sabato ore 18:30 sarà la Lazio a trovarsi in Piemonte per affrontare all’Alianz Stadium la Juventus di Pirlo. I biancocelesti sono alla ricerca di una scossa dopo la sconfitta contro il Bologna, i bianconeri invece non vogliono perdere il passo da Inter e Milan per la lotta scudetto. Intanto ecco le ultime in casa Juventus.

LA JUVENTUS – Bianconeri un po’ altalenanti in questa stagione, segno di un allenatore che ancora non è riuscito ad entrare completamente nella testa dei giocatori. Classifica diversa dallo scorso anno, ma Juve sempre in lotta per lo scudetto. La squadra di Pirlo proviene da una rotonda vittoria contro lo Spezia, sqaudra che ha messo in difficoltà molte squadre di Serie A. Juventus-Lazio non è mai una partita semplice, lo scorso anno si contendevano lo scudetto nello stesso periodo dell’anno, ora per la Lazio l’obiettivo è solo centrare la Champions e per la Juve lo scudetto (non facile da raggiungere).

LA FORMAZIONE (4-4-2) – Szczesny; Danilo, Demiral, Alex Sandro, Bernardeschi; Chiesa, McKennie, Rabiot, Ramsey; Klusevski, Ronaldo.

LA STELLA – E’ il più forte del mondo, ed anche quando non è al 100% fa male a qualsiasi difesa. Primo marcatore della Serie A a quota 20 gol, con Lukaku che insegue a due gol di scarto e Immobile che prova la rincorsa, fermo a quota 14. Non sarà facile per la difesa (rimaneggiata) di Simone Inzaghi arginare lo strapotere di Cristiano Ronaldo. Sicuramente farà la differenza nella sfida di sabato sera.

IL PRECEDENTE – Lazio che torna a Torino dove non vince da quattro anni. L’ultimo successo risale ad ottobre 2017, con i biancocelesti guidati sempre da Simone Inzaghi che conquistano lo Stadium in rimonta per 1-2 e con Thomas Strakosha che salva la Lazio parando il rigore a Dybala allo scadere.  L’ultimo precedente è il 2-1 dell’anno scorso, doppietta di Cristiano Ronaldo e gol del solito Immobile per i biancocelesti. Lazio chiamata al successo per la volata Champions League.

 

  
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS| Marcos Antonio cresce. E Sergej… è più laziale

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


L’amichevole di ieri contro il Valladolid, seppur persa ai calci di rigore, ha lasciato sensazioni molto positive per quanto riguarda la Lazio. E’ stata infatti proposta una buona prestazione dalla squadra condita da un centrocampo che ha tenuto alla perfezione la gara sia a livello tattico che di intensità e quantità. I cambi hanno infatti permesso di far girare comunque bene la squadra nonostante l’assenza di Luis Alberto. La prima nota positiva in tal senso, infatti, è quella legata alla sostituzione di Cataldi, che per 59 minuti ha tenuto molto bene proponendo una buona prestazione tanto a livello di palleggio che a livello difensivo, per Marcos Antonio che allo stesso tempo ha fatto vedere cose molto buone. Durante l’arco della stagione quella formata dai due registi potrebbe essere una staffetta da tenere in considerazione da Maurizio Sarri così come lo era quella di Cataldi stesso con Lucas Leiva la passata stagione.

Chi invece rimarrebbe in ogni caso in campo è Sergej Milinkovic-Savic. Il tecnico, così come tutti i tifosi laziali, sperano nel migliore dei colpi di mercato: trattenere il sergente alla Lazio. Sotto quel punto di vista segnali importanti arrivano anche dal PSG, che sembrerebbe ormai vicino all’acquisto di Fabian Ruiz. Di fatto il centrocampista del Napoli allontanerebbe Milinkovic da una delle pochissime squadre che potrebbero senza problemi avvicinarsi alle richieste di Lotito per il serbo. A un mese dalla conclusione del mercato è infatti una buona notizia, anche se il rischio rimane: l’agente del sergente rimane infatti in contatto con alcune squadre della Premier League, oltre al fatto che il Manchester United si è ritirato dall’asta per De Jong, rimanendo così in cerca di un centrocampista.

Il Corriere dello Sport  
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW