Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Immobile Re del gol: “La Scarpa d’Oro è la vittoria di tutta la Lazio”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Anche i più grandi sanno ancora emozionarsi. Ciro Immobile, salendo le scale che lo hanno portato in Campidoglio, ha mostrato il lato più tenero: mano nella mano con la moglie Jessica e le figlie, Michela e Giorgia, mentre Mattia, il più piccolo, dormiva nel passeggino. «La famiglia è il mio segreto». E quando parla di famiglia, Ciro parla anche di chi lo ha cresciuto e lo ha visto andare via giovanissimo da Torre Annunziata per inseguire un sogno.
Ecco perché era importante, per il bomber della Lazio, che ieri fossero tutti lì a vedergli prendere in mano la Scarpa d’oro: perché i 36 gol in un campionato li ha segnati Ciro, è vero, ma senza il gioco di squadra probabilmente il trofeo per il miglior marcatore d’Europa se lo sarebbero continuato a palleggiare Messi, Ronaldo e Suarez. «I migliori successi si ottengono grazie al lavoro di gruppo – dice ImmobileNon avrei mai avuto la presunzione di poter vincere la Scarpa d’oro da solo. Credo che tutta la squadra debba essere orgogliosa e sentirsi vincitrice di questo premio. È emozionante leggere il proprio nome dopo grandi campioni, sapendo la storia e quanto hai sudato per arrivare a certi livelli è una soddisfazione enorme, che dedico ai tifosi che stanno soffrendo perché non mi vedono allo stadio».
Per lui e per la Lazio non sono giorni semplici: Immobile – che domani contro il Crotone potrebbe riposare – lo sa e, a un tifoso che gli ha chiesto una reazione, ha risposto: «Non si molla». Ha segnato un gol nelle ultime 8 partite, la squadra allo stesso punto dello scorso campionato ne aveva ben 19 in più e prima del lockdown era in corsa per lo scudetto. Adesso è tutto diverso, ma chissà che quella scarpa luccicante che gli è stata consegnata ieri dalla sindaca Virginia Raggi e dal presidente Claudio Lotito non possano farlo tornare quello di sempre.
Gli hanno fatto i complimenti tutti: da Paul Gascoigne al Lazio Club Montecitorio, fino ad arrivare ovviamente ai compagni, ai tifosi vip presenti alla cerimonia (la cantante Giorgia e l’attore Pino Insegno) e chi lo ha premiato. Probabilmente, senza pandemia la festa si sarebbe svolta in campo, ma è stata emozionante anche così. “Consegniamo – ha detto la sindaca – un premio ambito e prestigioso a un campione nello sport e nella vita. Un premio che ripaga di tutti i sacrifici di Ciro. In questa tua esperienza c’è il desiderio di tanti ragazzi: lo sport come riscatto». Lotito, invece, di Immobile ha fatto il simbolo della Lazio, prolungandogli il contratto fino al 2025 con cifre da top player. «Ciro è un simbolo di Roma, ha portato gioie nelle case dei nostri tifosi – le parole del presidente biancoceleste – I giovani lo identificano come un padre, mentre per le persone anziane è come un figlio. Lui ha fatto successo ma è rimasto sempre uno di noi, uno del popolo: Ciro rappresenta Roma». Detto nell’Aula Giulio Cesare del Campidoglio, non gli poteva fare complimento migliore.

Corriere della Sera  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, Tare nel pre partita: “Milinkovic? Fiducioso sul rinnovo”

Published

on

 


Prima del match tra Juventus e Lazio, il direttore sportivo biancoceleste Igli Tare ha parlato così ai microfoni di Mediaset. Ecco le sue parole:

Siamo assolutamente favoriti, c’è una Juve che ha bisogno di una grande reazione e questo deve farci stare ancora più uniti. Questa per noi è una grande opportunità, con la Coppa Italia che è un obiettivo stagionale, anche se non sarà semplice. La Champions League? E’ un altro obiettivo, stasera c’è la Coppa Italia ed è un’occasione per raggiungere un traguardo, dopo che l’ultima in campionato non è andata come avremmo voluto. Pellegrini? L’allenatore aveva espresso questa necessità per quella parte del campo, e abbiamo portato un ragazzo giovane e innamorato di questi colori. Ennesimo tormentone su Milinkovic Savic da qui a giugno? A me fa l’effetto contrario perché so come stanno le cose e quindi non c’è nessun tormentone: ogni cosa si risolverà al momento opportuno. Si legge che il giocatore avrebbe dei dubbi sul rinnovo del contratto? La cosa positiva è che io non leggo mai quello che viene scritto perciò non vado avanti né con i sé e né con i ma. So come stanno le cose e sono tranquillo. Se sono fiducioso? Sempre, sempre”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW