Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio, quanto pesa l’assenza di Radu: il rientro del numero 26 come antidoto al momento no

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Silenzio, concentrazione e lavoro per riprendere il cammino interrotto dopo il successo con la Sampdoria. L’atmosfera nel quartiere generale di Formello non è delle più rilassati per la Lazio: il quarto posto, nonostante la gara da recuperare contro il Torino, è lontano ben 7 punti, una distanza importante ma comunque non incolmabile. In momenti complicati come quello attuale, solo tre punti nelle ultime quattro per i biancocelesti, non si possono fare troppi calcoli, serve solamente guardare partita dopo partita per trovare il filotto giusto che faccia da volano verso l’obiettivo stagionale. Dunque, regola numero uno conquistare i tre punti contro il Crotone venerdì all’Olimpico con Inzaghi che potrà contare su Radu, l’uomo giusto nel momento ideale.

I numeri vincenti sulla ruota di Radu

Oggi era al Campidoglio in giacca e cravatta per celebrare la Scarpa d’Oro d’immobile, venerdì riprenderà il suo posto nella difesa della Lazio. Stefan Radu è pronto, Inzaghi spera nei numeri positivi del difensore rumeno per tornare a vincere nella grande lotteria della Serie A. Il primo dato emblematico riguarda i gol subiti senza il numero 26 in campo: nelle ultime quattro in campionato i biancocelesti hanno incassato 8 gol, mentre quando Stefan si è fermato tra ottobre e novembre per tre gare le reti subite sono state 7. Numeri preoccupanti che acquistano ulteriore significato se confrontati con quelli registrati quando il classe ’86  è  stato tra i titolari: più precisamente, per raggiungere il totale di otto marcature subite sono serviti quasi due e dieci gare, quelle intercorse tra la sfida con il Benevento e quella con il Cagliari. Se i numeri sui gol al passivo non sono sufficienti, a supporto di Radu c’è anche quello delle ammonizioni, un  fattore da sempre decisivo per Inzaghi. Se nello scorsa stagione, dopo ventisei giornata i gialli rimediati erano ben sei, quest’anno il numero si è ridotto fino ad una sanzione, arrivata nel derby stravinto e dunque perdonabile. Considerando l’importanza dell’esterno sinistro per Inzaghi, un ultimo numero da tenere in conto è quello della scadenza del contratto che al momento recita giugno 2021, con la grande possibilità comunque che il matrimonio prosegua per la gioia di tutti.

Rimettere Acerbi al centro del villaggio

Il rientro tra i disponibili di Radu, considerando l’emergenza difensiva, assume un peso specifico ancor più rilevante. L’innesto come terzo di sinistra dell’ex Dinamo Bucarest, infatti, permetterà al 3-5-2 laziale di ritrovare vari interpreti nel loro ruolo naturale. Oltre a Marusic che potrà tornare a vestire i panni di quinto di centrocampo, anche Acerbi avrà l’occasione di riprendere la sua posizione al centro della retroguardia lasciandosi alle spalle qualche prestazione sottotono da adattato sulla corsia mancina. I tasselli lentamente iniziano nuovamente ad incastrarsi al meglio. Inzaghi accenna un sorriso, per parlare di vera gioia servirà quantomeno battere il Crotone sperando in qualche passo falso delle concorrenti.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Sport e Salute, Cozzoli: “Con la Lazio partnership fruttuosa tra progetti sociali e tour dell’Olimpico”- FOTO

scud85@libero.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

“Oltre ad ospitare le gare interne della Lazio all’Olimpico, abbiamo sempre aderito con piacere a tutte le iniziative a scopo benefico e sociali, volute fortemente dal presidente Lotito e dalla sua famiglia, aprendo le porte del Foro Italico e dello Stadio”. Così Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute in occasione della presentazione della nuova maglia della Lazio a Piazza del Popolo. “Tra i progetti portati avanti con la Lazio c’è anche il tour dello Stadio, finalmente accessibile a tutti: per la prima volta nella storia può essere visitato al pari dei grandi stadi d’Europa, consentendo l’accesso agli spogliatoi, all’area delle panchine e al campo di gioco”, ha aggiunto Cozzoli, sottolineando “la partnership fruttuosa che continuerà certamente nel tempo con il club biancoceleste”.

  

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW