Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA – Luigi Saporito (GdS): “Lazio squadra collaudata e forte, ma attenzione ad Ounas e Simy. Cosmi? Forse tardivo il suo arrivo”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Ancora qualche ora e poi si darà il via a Lazio-Crotone. Biancocelesti che devono rialzare la testa dopo le ultime sconfitte per avere qualche speranza di giocare la Champions anche il prossimo anno; rossoblù che invece hanno iniziato un nuovo ciclo con Serse Cosmi in panchina e cercheranno di uscire dalla zona retrocessione. A presentare la gara dell’Olimpico in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it ha parlato il corrispondente del Crotone per la Gazzetta dello Sport, Luigi Saporito. Ecco le sue parole sul match.

Lazio-Crotone, che gara si aspetta?

“Il Crotone è un po’ rinfrancato dopo la vittoria contro il Torino, soprattutto nella mente pittosto che nelle gambe. La squadra con l’arrivo di Cosmi inizia a prendere consapevolezza dei suoi mezzi, forse con un leggero ritardo e diventa complicato vista la posizione in classifica raggiungere la salvezza”. 

L’arrivo di Serse Cosmi ha dato un segnale nella gara contro il Torino, crede potrà cambiare il cammino del Crotone? 

“Le partite sono diverse da avversario a avversario. Contro il Torino giochi a viso aperto e puoi anche vincere, così come è stato mentre contro l’Atalanta (ultima big affrontata) e contro la Lazio c’è una percentuale di imprevedibilità e di difficoltà nettamente superiore. Non dimentichiamoci che oggi si gioca fuori casa, al netto dell’assenza del pubblico, è sempre difficile giocare a Roma ma poi la differenza sta proprio nella cifra tecnica. Il Crotone era stato costruito per salvarsi e per fare più punti possibili, ma non può pensare di poter opporre una cifra tecnica ad una squadra collaudata come la Lazio. I biancocelesti sono una grande squadra con un grande allenatore e continueranno a fare bene”. 

Lazio che arriva arrabbiata dopo gli ultimi risultati, ha fame di gol e di vittoria. Può essere un’arma a doppio taglio? 

“Bisogna capire quali saranno le parole del tecnico ai suoi ragazzi nella riunione tecnica. Io credo che la Lazio penserà solo alla sfida di oggi e punterà a vincere. Sicuramente ha bisogno di ricaricarsi dopo due sconfitte di fila e poi la premiazione di Immobile per la Scarpa d’Oro darà una forte carica psicologica. Oggi vedremo una Lazio diversa, contro un Crotone disperato che farà di tutto per tornare dall’Olimpico con un risultato positivo”. 

Immobile vincitore della Scarpa d’Oro non segna da molte partite, teme che il Crotone possa essere l’avversario del ritorno al gol? 

“Immobile è la bestia nera del Crotone, in tutti e quattro gli incontri è sempre andato in gol. Ha una certa facilità a segnare ai rossoblu, sia in casa che all’Ezio Scida. Un giocatore come Immobile è quasi impossibile da marcare e il Crotone non è di certo la miglior difesa. Per non parlare poi degli altri come Milinkovic e Luis Alberto”. 

Simy è sicuramente il giocatore più in forma e pericoloso dei rossoblù. A cosa dovrà fare più attenzione la squadra di Inzaghi? 

“Simy con l’allenatore precedente era rimasto fuori due settimane dopo l’arrivo di Di Carmine, poi con Cosmi lo abbiamo rivisto in campo e infatti due partite e tre gol e non credo sia un caso. La difesa della Lazio più che avere un occhio di riguardo verso Simy, dovrebbe avere più attenzione per Ounas che è un giocatore che strappa lo scatto e spesso nel 1VS1 riesce ad avere la meglio, ha un stro incredibile e gli riescono moltissime giocate. Simy sarà sicuramente pericoloso, essendo anche capocannoniere ma attenzione a chi arriva da dietro con estro, fantastia e fisicità”. 

Chi sarà l’uomo partita?

“Spero sicuramente che l’uomo partita non sia Cordaz, perché se la squadra di Inzaghi dovesse prendere d’assedio l’area rossoblu l’unico baluardo sarà lui. Mentre mi aspetto da Ounas una riconferma, soprattutto anche alla luce di quello che ha passato questo ragazzo nei giorni scorsi. Purtroppo è stato colpito da beceri attacchi razzisti che sono incommentabili, e per questo spero voglia dara un segnale importante rispondendo sul campo alle stupidagini che alcuni scrivono da dietro una tastiera. In casa Lazio ho l’imbarazzo della scelta. Adoro Milinkovic-Savic e mi piace tantissimo Luis Alberto. Immobile nemmeno lo considero perché è un fuoriclasse a parte. Fortunatamente non giocherà Lazzari che avrebbe dato diversi problemi a Cosmi. Mi ricordo un gol all’Ezio Scida di Milinkovic-Savic e non lo scorderò mai, davvero un fuoriclasse”. 

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW