Connect with us

Per Lei Combattiamo

Fascetti: “Lazio che ha meritato di battere il Verona, un successo che serve a dare coraggio”

Published

on

 


L’ex tecnico della Lazio Eugenio Fascetti, ha parlato quest’oggi ai microfoni di Radiosei. Durante il suo intervento, ha trattato vari temi riguardanti il mondo biancoceleste del calcio in generale. In particolare, Fascetti ha commentato la vittoria ottenuta all’ultimo minuto a Verona.
Queste le sue parole:
“Stasera mi guardo PSG-Bayern Monaco. Ho visto la partita d’andata e i tedeschi hanno avuto una quantità industriale di palle goal. I parigini sono stati bravi a sfruttare anche qualche errore di Neuer. Sarà una bella partita. La Roma è favorita per l’Europa League. Il vantaggio maturato contro l’Ajax fa ben sperare i giallorossi. Se la possono giocare veramente con tutti”. 

“La Lazio ha meritato di battere l’Hellas. I biancocelesti ci hanno creduto e adesso devono avere ancora più coraggio: hanno anche una partita da recuperare. Occhio alla sfida con il Napoli in programma giovedì sera. Ci sono ancora tante partite e tanti scontri dirette tra le sette migliori del campionato. Assisteremo a delle sorprese ogni turno. Ci sono molte partite da tripla. L’Atalanta è una squadra che corre capace di dare filo da torcere a qualsiasi avversaria. Poi c’è la Juventus, che ha dei giocatori capaci di fare la differenza in ogni occasione. Il Napoli, invece, ha più di qualche problema in difesa. Quella composta da Manolas e Koulibaly doveva essere una delle coppie migliori del campionato, invece così non è stato”.

“Sono d’accordo sulla riapertura degli impianti di gioco. In altre posti i tifosi hanno già ripreso ad andare allo stadio. Prima o poi bisognerà ripartire, nel calcio e in tutte le altre attività. Il momento è drammatico. Gente come noi, di una certa età, ha perso un anno di vita. Tutto quello che potevamo fare, rischiamo di non poterlo fare più. I giovani possono recuperare, noi un po’ meno”.

“La sfuriata di Gasperini? Non ci arrivo a pensare male. Ma resta una situazione delicata, poiché che la visita a sorpresa è fatta appositamente per controllare certe cose. Se non hai nulla da nascondere non reagisci in quella maniera. Ripeto, a vederla così non è bella ma rimane una faccenda delicata. Posso capire la noia di dover retta a queste pratica, ma addirittura insultare mi sembra eccessivo. Io? Anche se ho un caratteraccio non avrei mai insultato nessuno. Fatto sta che alla fine i controlli sono stati fatti ed è risultato tutto nella norma”.

“Per me il calcio si gioca attaccando gli avversari nella maniera più veloce possibile. Vorrei che la Lazio giocasse così contro il Napoli, in uno degli scontri diretti più importanti”.

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW