Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Serata da incubo per Reina e la difesa. Immobile timbra, Milinkovic è un cecchino

Published

on

 


Reina 4 – Prende cinque tiri in porta e cinque gol. Può poco su Insigne, lento a scendere su Politano, responsabilità importanti su Mertens e Osimhen che lo battono entrambe le volte sul suo palo. La serata peggiore da quando veste biancoceleste.

Marusic 4,5 – Ha i movimenti del difensore ma gli manca la marcatura stretta sull’uomo. Questo suo limite emerge quando deve gestire il diretto avversario, Insigne ha sempre il tempo di alzare la testa e decidere se lanciare o calciare e in entrambi i casi è arrivato un gol.

Acerbi 5 – Il raddoppio nasce da una verticalizzazione su Mertens con proprio il numero 33 che lo tiene in gioco mentre il resto dei compagni era salito. Stasera nemmeno la sua esperienza è sufficiente per arginare le accelerazioni del Napoli.

Radu 4,5 – Il Napoli dal suo lato ha trovato terreno fertile con Politano, Mertens ed Osimhen. Poco aiutato dai compagni in fase difensiva, disastroso nell’apporto offensivo con troppi palloni regalati agli avversari.

Lazzari 5 – Parte palla al piede, Hysai lo sbraga in area e l’arbitro al Var. E’ il prologo dell’episodio che può cambiare la partita, poi arriva Di Bello che cambia tutto. Da quel momento in poi non combina più nulla. Serve un pizzico di personalità in certe partite, punta l’uomo solo a partita finita.

Milinkovic 7 – Rigore contro e giallo per aver preso il pallone, la sua partita è cambiata al sesto minuto su una invenzione di un arbitro inadatto al livello della partita. Gioca con l’ansia che Di Bello possa inventarsi altri mostri. Sta diventando uno specialista su punizione.

Dall’83’ Akpa Akpro SV

Lucas Leiva 5 – La squadra si allunga dopo pochi minuti e il brasiliano va subito in apnea. Se ad aprile non si è ancora capito che l’unico modo per far rendere il brasiliano è accorciargli il campo, il numero 6 è destinato a prestazioni simili suo malgrado.

Dal 58′ Cataldi 6 – Non è la prima volta che entra bene a gara in corso ma ormai è relegato, inspiegabilmente, ad ultima scelta in mezzo al campo. Sfiora la rete nei minuti di recupero.

Luis Alberto 6,5 – Stringe i denti, scende in campo ed è fra i migliori almeno per continuità. Tutti i palloni passano per i suoi piedi, manca l’ultimo passaggio più per i pochi movimenti dei compagni che per sue colpe. In più è l’unico in campo che prova a lamentarsi con Di Bello.

Dal 64′ Pereira 6,5 – Altro giocatore che misteriosamente è stato tenuto in naftalina troppo tempo. Ogni partita che gioca dimostra di essere vivo sia per la qualità con l’assist per Immobile che per la tigna con un paio di falli fatti.

Fares 4,5 – Il Benevento sembra essere stato un abbaglio. Marca Politano come se stesse al campetto con gli amici e infatti l’esterno napoletano trova l’angolino del 2-0. Qualche cross ma troppo poco per giocare alla Lazio.

Dal 64′ Lulic 4,5 – Ad aggravare un mezzora di nulla, il modo in cui Zielinski lo salta in occasione del 4-0.

Correa 5 – Il palo è un abbaglio che poteva riaprire la partita, l’urlo si strozza in gola così come la sua gara. Da quel momento in poi non combina più nulla, ne salta l’uomo ne fa una giocata per i compagni.

Immobile 6,5 – O la Lazio cambia modo di giocare o Ciro farà enorme difficoltà a trovare la porta avversaria. Il primo pallone giocabile che gli arriva lo infila alle spalle di Meret, dimostrazione che se messo nelle giuste condizioni è il solito fenomeno.

Dall’83’ Muriqi SV

All. Farris 4 – Il torto sul rigore di Manolas è qualcosa di allucinante ma non è concepibile che la Lazio non sappia reagire alle difficoltà. Una squadra piatta di fronte alle avversità che insiste con un gioco poco produttivo.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Lazio Women

10° SERIE B | Chievo Verona-Lazio Women 2-2 (7′ Proietti, 24′ Ferrato, 42′ Mascanzoni, 53′ Chatzinikolaou)

Published

on

 


🇮🇹 10° Serie B Femminile | ⚽ Chievo Verona-Lazio Women | 🗓️ 04/12/2022 |⌚ 14:30 | 🏟 Stadio Olivieri |📍 Verona | 📺 Eleven Sport | ⚖️ Santinelli | 🌥 10°


1′ PARTITI!

1′ Chievo Verona subito pericoloso in attacco

4′ Occasione per il Chievo Verona Women: Guidi nega il gol alle avversarie

7′ GOL LAZIO WOMEN: tiro a giro di Proietti che buca la rete

13′ Calcio di rigore per la Lazio Women: fallo in attacco su Noemi Visentin

14′ Errore dal dischetto da parte di Chatzinikolaou

17′ Traversa di Puglisi

24′ GOL CHIEVO VERONA: rete di Ferrato

31′ Fuorigioco di Chatzinikolaou

42′ GOL CHIEVO VERONA: rete di Mascanzoni

45′ Traversa di Castiello

45′ Tre minuti di recupero concessi dall’arbitro

45+3′ Termina qui il primo tempo

46′ Si riparte

53′ GOL LAZIO WOMEN: il pallonetto di Chatzinikolaou riporta la parità

62′ Doppio cambio Chievo Verona: Alborgetti e Puglisi, dentro Scuratti e Salaorni

68′ Cambio Lazio: fuori Proietti, dentro Fuhlendorff

70′ Cambio Chievo Verona: dentro Willis, fuori Massa

72′ Cambio Lazio Women: fuori Visentin, dentro Toniolo

77′ Doppio cambio Lazio: dentro Jansen e Vivirito, fuori Eriksen e Chatzinikolaou

80′ Cambio Chievo Verona: dentro Caneo, fuori Tardini

90′ Triplice fischio: termina qui la partita 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW