Connect with us

Per Lei Combattiamo

Corsa Champions, attenzione agli imprevisti. Il rischio diffidati è sempre dietro l’angolo

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

­Cinque giornate alla fine con ben sei squadre in lotta per tre posti Champions League. Il divario tra l’Atalanta seconda e la Lazio sesta, con una partita da recuperare contro il Torino il prossimo 18 maggio, è di sole sette lunghezze con il calendario che, inoltre, regala ancora molti scontri diretti capaci di rivoluzionare il tutto in appena novanta minuti. Per arrivare in fondo e sperare di salire sul treno Champions, la strada è ancora lunga e tortuosa con i dettagli che, come spesso accade in finali di stagioni molto incerti, saranno decisivi. Uno di questi è sicuramente il fattore squalifiche e diffide, un ostacolo da non sottovalutare minimamente per evitare di dover fare i conti con assenze pensanti nel momento più delicato della stagione. Ma andiamo con ordine ricapitolando la situazione delle varie squadre in lotta per un posto nelle grandi d’Europa.

Atalanta

I bergamaschi, ormai un’ autentica certezza del nostro campionato, si godono la seconda piazza mantenendo comunque sempre alta l’attenzione. Gasperini al momento non deve fare i conti con nessuna squalifica, ma deve monitorare la situazione del diffidato Freuler, una pedina molto importante nel centrocampo della Dea che comunque potrebbe anche spendere un giallo domenica così da arrivare senza squalifiche pendenti al big match dell’ultimo turno con il Milan.

Napoli

Se l’ Atalanta sorride, lo stesso vale per il Napoli distante due punti dai lombardi. Gattuso, sempre più lontano dagli azzurri ma sempre più vicino all’obiettivo stagionale, contro il Cagliari sarà obbligato a rinunciare solamente agli infortunati Ghoulam e Ospina con Mario Rui che sarà l’unico a rischio squalifica in una gara che comunque non dovrebbe presentare grandi difficoltà di gestione sotto il profilo disciplinare.

Juventus

Insieme ai partenopei a quota 66 ecco i Campioni d’Italia in carica, ancora per poco, della Juventus. I bianconeri, reduci dal brutto pareggio con la Fiorentina, non possono permettersi un altro passo falso contro l’Udinese in una sfida delicata nella quale dovranno anche stare attenti a scongiurare gialli pesanti che significherebbero squalifiche sicure nel prossimo scontro diretto contro il Milan. Ben quattro i calciatori di Pirlo a rischio che potrebbe anche optare per un parziale turnover: Bonucci e De Ligt in difesa, Mc Kennie in mediana e Ronaldo in attacco.

Milan

Sempre con 66 punti, ma al momento fuori dalla Champions dopo una stagione spesso al vertice, ecco comparire il Milan. I rossoneri, usciti con le ossa rotte dall’Olimpico dopo il tris incassato dalla Lazio, cercheranno di rialzare la testa con il Benevento per arrivare al meglio alla super sfida di domenica prossima contro la Juventus. Pioli, nel momento più complicato dell’anno, proverà a non fare calcoli alla ricerca dei tre punti, ma certamente non potrà trascurare del tutto la lista, lunga dei diffidati: oltre a Dalot e Castillejo, infatti, dovranno convivere con la Spada di Damocle dell’ammonizione anche Rebic, Calhanoglu, Theo Hernandez e Saelemaekers.

E la Lazio?

Attualmente sesta, ma con una partita da recuperare contro il Torino come anticipato, ecco la Lazio. I biancocelesti, bravissimi nel riprendere il cammino Champions battendo il Milan dopo il k.o. di Napoli, sono attesi da un mese di maggio denso di impegni tra recuperi con sei sfide dal sapore di finale. Per confermare il piazzamento dello scorso anno è necessario un percorso netto senza la minima sbavature e curando ogni minimo particolare. Sul fronte delle sanzioni del giudice sportivo, i biancocelesti non possono dormire sonni molto tranquilli: seppur infatti Inzaghi cerchi sempre di gestire al massimo le ammonizioni, i capitolini sono la formazione con più gialli della Serie A, ben 84. Con il Genoa la difesa sarà orfana dello squalificato Acerbi, mentre in diffida compaiono ancora ben sei interpreti, che vanno da Parolo, Fares e Andreas Pereira passando per Caicedo fino agli insostituibili Luis Alberto e Milinkovic-Savic.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Calciomercato Lazio, Muriqi vicino al Bruges: l’offerta del club belga

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La Lazio continua a lavorare sul fronte entrate, con già 3 giocatori arrivati alla corte di Sarri. Tuttavia, la giornata odierna sembra essere dedicata alle uscite. Già due annunci in mattinata da parte della Società biancoceleste, volti a comunicare due cessioni: la prima è quella di Bobby Adekanye ai Go Ahead Eagles, la seconda è quella di Denis Vavro al FC Copenaghen. Due ufficialità alle quali vanno aggiunto altre operazioni in uscita. Tra queste c’è quella di Vedat Muriqi, appena rientrato dal prestito al Mallorca e alla ricerca di una nuova sistemazione. Il club spagnolo gradirebbe un suo ritorno, la l’offerta presentata finora alla Lazio non è stata considerata congrua. Motivo per cui i biancocelesti valutano altre offerte, provenienti sopratutto dalla Turchia. L’ultima, secondo quanto riportato dall’esperto di mercato Alfredo Pedullà, è quella del Club Bruges, che si starebbe avvicinando sempre di più all’acquisto del kosovaro, grazie ad una prima offerta di 9 milioni di euro. Una trattativa entrata nel vivo che potrebbe chiudersi a breve.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW