Connect with us

Per Lei Combattiamo

PRIMAVERA1 | Lazio-Fiorentina, le pagelle: Furlanetto chiude la porta a chiave, Ndrecka non si ferma mai. Raul Moro in versione assist man

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Furlanetto 7 – Fa lo stretto indispensabile, ma lo fa alla perfezione. Ad inizio gara respinge una conclusione pericolosa di Munteanu, poi può godersi il match da spettatore non pagante. Pierozzi prova a rovinarglielo nel finale, ma l’estremo difensore veneto è perfetto nello spedire in angolo.

Armini 6.5 – Tiene alta l’attenzione nell’arco di tutta la sfida non andando mai in sofferenza contro due clienti come Spalluto e Muntenau che qualche giorno fa avevano creato non pochi problemi.

Dal ’87 Pino SV 

Adeagbo 6 – Menichini lo rilancia dal primo minuto posizionandolo al centro della nuova difesa a tre. Lui ripaga la fiducia con una prestazione pulita senza sbavature importanti.

Pica 6.5 – Viene chiamato in causa all’ultimo per il forfait di Franco. Scende in campo fin da subito molto concentrato e facendosi notare per almeno un paio di chiusure provvidenziali.

Novella 7 – Riprende il posto da titolare sulla corsia destra bagnandolo con il gol, ovviamente dedicato al suo grande amico Daniel Guerini. Non sbaglia nessuna chiusura e in fase di spinta mette in continuo affanno i toscani.

Dal ’75 Floriani SV

A. Marino 7 – Prima ora di gioco senza grandi sussulti, ma poi decide di fare suo il centrocampo con alcuni spunti che tagliano le gambe ai viola. Spettacolare il destra con cui insacca all’incrocio il gol del poker.

Dal ’87 Ferrante SV

Bertini 6.5 – È leggermente meno incisivo del solito, ma svolge con ordine e diligenza i compiti che Menichini gli affida dal primo minuto fino al fischio finale. Dà il via al vantaggio con l’ assist ler Castigliani, si ripete dalla bandierina servendo il tris a Shehu.

Shehu 7.5 – Accende la sfida sfiorando la rete con una conclusione di testa su cui è bravissimo Luci, poi trova l’incornata giusta ad una manciata di secondi dall’intervallo calando il tris. Il 3-5-2 lo fa arretrare di qualche metro permettendogli comunque di mettere in mostra la crescita fatta in fase di recupero palla.

Dal ’82 Tare SV

Ndrecka 7 – Non c’è dubbio, da quarto di difesa o da quinto ci centrocampo la sostanza non cambia. Quando accende il motore non lo prende nessuno e nella ripresa, grazie alla sua caparbietà, si guadagna anche un rigore che l’arbitro però incredibilmente non assegna. Sfiora la gioia personale con un gran colpo di testa, ma la traversa gli dice di no.

Raul Moro 8 – È ancora lontano dallo stato di forma di qualche settimana fa, ma a differenza del k.o. in Coppa Italia, lo spagnolo è comunque decisivo. Serve tre assist pesantissimi a Novella, Marino e Nimmermeer e soprattutto si sacrifica più del solito nella propria metà campo. Quest’ultimo aspetto gli vale mezzo voto in più in pagella.

Castigliani 7.5 – Punisce, con qualche affanno, alla prima chance portando i biancocelesti in vantaggio. Per il resto gioca la sua classica partita sporca tra un’ottima fase di interdizione e tanti falli preziosi guadagnati che permettono alla Lazio di alzare il baricentro e prendere fiato.

Dal ’75 Nimmermeer 6.5 – Gli basta un quarto d’ora per andare a segno e rompere un digiuno lungo mesi. Moro lo imbecca, Tyro insacca in acrobazia.

All. Menichini 8 – Errare è umano, perseverare è diabolico. Chissà quante volte se lo sarà ripetuto negli ultimi giorni il tecnico biancoceleste che stavolta non sbaglia e mette a segno un capolavoro tattico. Riparte dal secondo tempo della finale di Coppa Italia affidandosi ad un 3-5-2 fatta di corsa e cattiveria agonistica. I suoi ragazzi sono perfetti con un pokerissimo servito dal sapore di “vendetta”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Rinnovo Patric, le parole del difensore: “Si è parlato tanto in questi mesi, io amo questo club e i suoi tifosi” – FOTO

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Attraverso un post sui propri canali social, il difensore della Lazio Gabarron Patric ha voluto esprimere tutta la sua felicità per il rinnovo con i biancocelesti. L’annuncio della sua firma sul nuovo contratto è arrivato nella giornata di ieri, con lo spagnolo che si legherà alla Lazio per altri 5 anni. “Si è parlato tanto in questi mesi, ma per me è stato facile fare questa scelta. Ho sempre voluto questo club, lo amo come amo i nostri fantastici tifosi. Ancora insieme! Forza Lazio!”, queste le sue parole.

Di seguito il post di Patric:

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Patric Gabarron Gil (@patric6)

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW