Connect with us

Per Lei Combattiamo

PRIMAVERA1 | Bologna-Lazio, le pagelle: Shehu irriconoscibile, Raul Moro nel segno della sfortuna. Castigliani unica nota positiva

Published

on

 


Furlanetto 6 – Due tiri, due gol, zero responsabilità. Questo il primo tempo del portiere veneto che prima non può nulla sulla fucilata di Vergani poi viene battuto dal dischetto da Farinelli. Nella ripresa tiene in vita la Lazio prima su Vergani e poi su Rabbi.

Floriani 5.5- Nel primo tempo fatica come terzo di sinistra in difesa non riuscendo ad intervenire sull’azione del primo gol rossoblù. Al rientro dall’intervallo Menichini lo alza come quinto di centrocampo e la sua prestazione ha qualche sussulto in più.

Adeagbo 6 – È ormai titolare fisso al centro della difesa a tre biancoceleste. Controlla bene Vergani e compagni per tutto l’arco della gara. Nell’unica disattenzione, il bomber felsineo lo grazia divorandosi il tris.

Franco 5.5 – Riprende il posto da titolare dopo un turno ai box. Gioca una buona gara con i felsinei che comunque non lo mettono troppo in difficoltà. Compie solo una sbavatura importante non chiudendo a dovere Vergani che scarica in rete il pallone del vantaggio.

Dal ’73 Nimmermeer 5 – Menichini lo manda in campo per dare maggiore spinta offensiva, ma l’olandese è evanescente e non si rende mai pericoloso.

Novella 5.5 – Ci mette il cuore come sempre, ma viene punito da una decisione arbitrale quantomeno dubbia che concede il raddoppio dal dischetto al Bologna. Sale d’intensità con il passare dei minuti non riuscendo però mai a far sua la corsia destra nel primo tempo e la mancina nel secondo.

A. Marino 6 – È sempre presente nelle trame offensive, meno in fase di non possesso. Come accaduto nelle ultime uscite, diventa protagonista nella ripresa quando ha nei piedi il pallone del pareggio, respinto purtroppo bene da Molla.

Bertini 6 – Continua ad inanellare buone prestazioni. Meno appariscente di altre occasioni, ma concreto nel recupero dei palloni e preciso in fase d’impostazione.

Shehu 5 – Pomeriggio da dimenticare per il franco svizzero che non entra mai in partita. Recupera qualche pallone nella metà campo avversaria, ma è troppo poco per un calciatore del suo talento.

Dal ’73 Tare 6 – Venti minuti di livello per il classe 2003 che appena entrato ha l’occasione per pareggiare di testa trovando sulla sua strada un Molla prodigioso che alza in angolo.

Ndrecka SV- Esce dopo appena un buon primo quarto d’ora. Sente tirare il muscolo e chiede subito il cambio molto dolorante. Infortunio pesante per i biancocelesti che perdono una pedina fondamentale nel momento più delicato nella corsa salvezza.

Dal ’15 Armini 5.5 – Entra a freddo dopo un quarto d’ora posizionandosi come quinto a sinistra a centrocampo. Fa lo stretto necessario senza acuti rilevanti. Nel secondo tempo arretra sulla linea dei tre difensori, ma non migliora la sua partita, Nel finale lascia i compagni in dieci rimediando il rosso.

Raul Moro 5.5 – È la gara dei rimpianti. Mette in continua apprensione la difesa avversaria che fatica ad arginarlo per tutta la gara. Sulla sua strada però si presentano mille ostacoli: fuorigioco, pali, traverse e anche un rigore abbastanza evidente non concesso.

Castigliani 6.5 – Non si vede per due terzi di partita, poi scarica un sinistro all’angolino e diventa il migliore in campo. Ha l’indolo del vero attaccante: fino al gol è quasi invisibile e troppo falloso, dopo la rete sfiora la doppietta salendo in cattedra.

 

All. Menichini 5.5 – Ancora una sconfitta dopo una buona prestazione. La Lazio, colpita a freddo dall’infortunio di Ndrecka, tiene bene in camapo e sfiora più volte il pareggio, ma ai primi due tiri in porta è sotto di due gol.  La reazione, come sempre, non si fa attendere ma non porta i risultati sperati. I biancoceleste escono da Bologna con il morale a pezzi, i jolly salvezza sono finiti. Ora servono sette vittorie d’orgoglio.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Verona-Lazio, Cataldi all’intervallo: “Forse meritavamo di sbloccarla prima”

Published

on

 


La Lazio ha sbloccato il match allo scadere del primo tempo grazie ad una splendida rete, arrivata grazie al mancino di Pedro. Ecco il commento di Danilo Cataldi dopo il primo tempo del match, arrivato ai microfoni di Dazn:

Siamo riusciti a sbloccarla all’ultimo, meritavamo di farlo prima. Dobbiamo girare la palla il più velocemente possibile e farli muovere. Loro in casa giocano con tanta pressione, continuiamo a muovere palla e troveremo spazi. Me li aspettavo aggressivi, sappiamo come giocano: da anni sono questo tipo di squadra”.

fraioli


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW