Connect with us

Per Lei Combattiamo

GdS | L’urlo di Immobile al 95’, per la Lazio il sogno resta vivo

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Succede tutto alla fine ed è la fotografia esatta di una partita che il Parma, forse perché libero mentalmente, gioca meglio, ma che vince invece una Lazio opaca grazie alla prodezza di uno dei suoi uomini chiave, il solito Ciro Immobile. Succede tutto alla fine perché all’ultimo dei cinque minuti di recupero concessi dall’arbitro Dionisi prima il Parma colpisce un palo clamoroso con Hernani (decisiva la deviazione di Strakosha), poi sul ribaltamento di fronte al termine di un’azione da flipper che vede protagonisti volontari Caicedo e Immobile e involontari i difensori del Parma (Dierckx in particolare) la palla arriva sui piedi di Immobile che non può far altro che scaraventarla dentro.

EUROPA SICURA

E’ un successo tanto risicato quanto prezioso per la squadra di Inzaghi. Perché le consente di continuare ancora a credere nella Champions (c’è recuperare la gara con il Torino) e, nel frattempo, le dà la certezza aritmetica di arrivare almeno sesta, che significa (quanto meno) Europa League e quinta qualificazione consecutiva in un coppa europea (filotto mai riuscito nell’era Lotito). E, last but not least, vuol dire pure centrare il 12° successo interno consecutivo (record societario ulteriormente migliorato per la banda Inzaghi). Dietro tutti tutti questi numeri e questi aspetti positivi c’è però una prestazione che è una delle peggiori stagionali per la Lazio. Il che non è certamente il modo migliore di approcciarsi al derby di sabato. La testa, forse, era già lì. Sicuramente non aiutano la formazione romana i troppi cambi effettuati da Inzaghi. Va bene il turn over, ma far ruotare quasi tutta la squadra è troppo (sono sei le novità rispetto all’undici iniziale di Firenze, ed a parte lo squalificato Leiva e l’infortunato Milinkovic, gli altri sono tutti avvicendamenti effettuati da tecnico per far rifiatare i titolari). Deludono ancora una volta i due acuisti più costosi dell’ultimo mercato (30 milioni spesi per entrambi): Muriqi e Fares sembrano voler fare a gara a chi sbaglia di più. E pure Cataldi, rilanciato in regia, non sfrutta l’occasione. Ma marca visita anche uno dei titolarissimi: Luis Alberto vive infatti una serata da dimenticare. A monte c’è comunque un approccio generale alla gara che non è quello giusto. E Ciro Immobile, ancora una volta il salva-Lazio, alla fine non si nasconde dietro un dito e giustamente richiama tutti all’ordine: «Non è con prestazioni come questa che si va in Champions».

La Gazzetta dello Sport 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Calcio

CONFERENZA SARRI: “Siamo stati ordinati, in questo momento fatichiamo a trovare la giocata giusta. Su Pellegrini…”

Published

on

 


Al termine della sfida in casa della Juventus, persa dalla sua Lazio per 1-0, l’allenatore biancoceleste, Maurizio Sarri, è intervenuto anche in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni, riportate dal sito ufficiale biancoceleste, al termine del match di Coppa Italia:

“La partita è stata interpretata in modo serio, siamo stati ordinati. Siamo in un momento in cui fatichiamo a trovare la giocata giusta in brillantezza nei metri decisivi del campo. Questa sera non abbiamo trovato spazi, sarebbe servita una giocata decisiva negli uno contro uno. L’errore sul gol della Juventus è stato di squadra, non di linea, è arrivato su una terza palla.

Non era facile perché la Juventus ci aspettava bassa, purtroppo il gol preso alla fine del primo tempo ha indirizzato la partita. Pellegrini? Vedremo, purtroppo a Torino abbiamo lavorato poco insieme. Luca è un terzino sinistro di buon piede, i tempi di inserimento dipenderanno da quanto tempo impiegherà a capire la nostra linea difensiva.

Marcos Antonio è un calciatore particolare, lo abbiamo preso quando c’erano idee tattiche diverse. Noi giochiamo con due interni offensivi e lui per caratteristiche non può coprire tanto campo, per questo lo possiamo sfruttare solo quando c’è chi può supportarlo. Maximiano finora è stato sfortunato, in passato una borsite gli ha impedito di allenarsi bene. Adesso sta meglio, vedremo se nelle prossime partite continueremo la sua alternanza con Provedel”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW