Connect with us

Per Lei Combattiamo

CONFERENZA FONSECA – “Derby preparato in maniera diversa, giocheremo a 4 in difesa. Voglio vincere, andando via con orgoglio”

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Domani Lazio e Roma scenderann in campo per la sfida più difficile di tutta la stagione, per la quale ogni pronostico potrebbe risulatare errato. Alla vigilia del match in casa Roma ha parlato, come di consueto, il tecnico Paulo Fonseca in conferenza stampa. Ecco le sue parole.

Nel derby d’andata la Lazio ha fatto male quando attaccava. Ci sarà una differenza?
“Abbiamo preparato questa partita strategicamente in modo diverso, nelle ultime partite abbiamo pressato sempre alti e siamo stati poco equilibrati, abbiamo preso tanti contropiedi. Domani non vogliamo lasciare alla Lazio questa possibilità perché sono molti pericolosi con Immobile, Luis Alberto e Savic”.

Vedremo una Roma diversa domani?
“Come ho detto abbiamo una strategia, vogliamo essere equilibrati in tutti i momenti”.

Il divario con la Lazio è per colpa degli infortuni?
“È stata una stagione difficile con tanti infortuni importanti per noi, se avessimo avuto sempre a disposizione i migliori avremmo fatto meglio”.

Domani ultima gara all’Olimpico, ha rimpianti?
“Lascio con grande orgoglio, a volte in questi momenti c’è un sentimento di ingiustizia ma per me non è così. Sono orgoglioso di aver allenato la Roma in questi due anni, ho sempre avuto rispetto da parte dei tifosi, questo è importante”.

Domani torna la difesa a 3?
“No, giocheremo a 4”.

Cosa non ha funzionato nel sistema difensivo?
“Non è solo un problema difensivo ma è di squadra. Sono cose reali, non avere Smalling per tutta la stagione e far giocare tanti giovani ha inciso nelle nostre prestazioni difensive. La Roma non lascia molte occasioni agli altri, abbiamo fatto molti errori e tanti gol presi sono colpa nostra più che merito degli avversari. Non abbiamo mai avuto la possibilità di avere la squadra al completo”.

Sulla Lazio.
“Penso che giocheranno come sempre in contropiede e procurando l’uscita rapida, giocando con Immobile e Correa. Mi aspetto la stessa squadra, non vogliamo permettere loro le ripartenze”.

Si poteva cambiare prima il modulo?
“Ho sempre detto che avevamo due moduli preparati, dipende dalla risposta della squadra e penso che adesso abbiamo cambiato con il Manchester e abbiamo risposto bene. A volte serve per creare nuove dinamiche nella squadra, in questo momento non ha senso cambiare ancora”.

Che emozioni si aspetta?
“La motivazione è la stessa, cambia non avere i tifosi. Giocare i derby con gli spettatori è stato unico, una cosa difficile da spiegare. Domani non abbiamo i tifosi ma noi vogliamo avere la stessa motivazione, sappiamo che è una partita importante per tutti noi. Sappiamo che i giocatori sono motivati per vincere”.

Come sta la squadra?
“Sta bene, non abbiamo tutti i giocatori disponibili ma sono tutti motivati ed è facile da vedere. Sappiamo quanto è importante lottare per vincere domani”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio, occhio ai rinnovi: tre in scadenza nel 2023, spaventa il 2024 con Milinkovic

Published

on

 


Dopo aver perso Luiz Felipe e Strakosha a zero a giugno (tradotto, un patrimonio di almeno 30 milioni di euro) la Lazio vuole evitare di svalutare altri pezzi pregiati della propria vetrina. Per questo a Formello, già da tempo per la verità, si è iniziato a parlare dei rinnovi contrattuali. Della rosa attuale, solo in 3 sono in scadenza tra pochi mesi: Radu, che ha annunciato di volersi ritirare, Pedro e Romero, deluso dal poco minutaggio concessogli da Sarri in quest’inizio di stagione. La vera partita, quella con la posta in palio più alta, si gioca però l’anno prossimo.

La scadenza del 2024
Manca un anno e mezzo alla deadline, eppure c’è già un po’ di agitazione nel mondo Lazio. Per capire il motivo basta fare un nome, quello di Milinkovic. Soltanto l’idea di poterlo perdere a un anno dalla scadenza a un prezzo più basso del suo valore, con l’agente Kezman che avrebbe più potere contrattuale nella trattativa, o addirittura a parametro zero rende cupo l’animo della piazza. Lotito ne è consapevole e sta già cercando di capire quale strategia adottare per approcciare il discorso sul rinnovo: vorrebbe farlo prima del Mondiale, mentre dall’entourage di Milinkovic tutto al momento tace. Più tardi arriva l’incontro, meglio è.

Il presidente non vuole farsi trovare impreparato neanche sugli altri giocatori in scadenza nel 2024: Lazzari, Marusic, Cataldi, Felipe Anderson. Tutti giocatori nella piena fase di maturazione della carriera e fedelissimi di Sarri, che ovviamente spera di vedere più contratti firmati possibile.

Lo riporta Tuttomercatoweb.com.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW