Connect with us

Per Lei Combattiamo

Budite (Vocegiallorossa.it): “Mi aspetto una prova d’orgoglio della Roma. Attenzione a Lazzari e ai soliti Immobile, Luis e Milinkovic”

Published

on

 


Tra poche ore ci sarà il fischio d’inizio del tanto atteso derby della Capitale. Un risultato, quello della stracittadina, che in questo momento non inciderà pesantemente sulle classifiche di Lazio e Roma, ma che entrambe le squadre vorranno portare a casa vista l’importanza storica di questa gara. In occasione del big match in programma stasera, con fischio di inizio alle ore 20.45, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva il redattore di Vocegiallorossa.it Danilo Budite.

Come pensi che la Roma arrivi al derby, con l’orgoglio di una squadra chiamata a fare bene dopo una stagione deludente o con la rassegnazione di chi ha già mollato, pensando al nuovo progetto targato Mourinho?


Al di là dei risultati ottenuti in questa stagione, che sono deludenti, il derby rimane una partita che non ha bisogno della ricerca di stimoli ulteriori rispetto a quelli offerti dalla sfida in se. Affrontare una gara del genere con la testa già alla prossima stagione sarebbe un gravissimo errore e rischierebbe di provocare ulteriori figuracce, perché la Lazio è una squadra che, se in serata, può fare davvero male a qualsiasi avversario. Mi aspetto una prova d’orgoglio della Roma, prima di tutto per se stessa, per dimostrare di non essere inferiore ai biancocelesti, e poi per i tifosi. C’è inoltre da sfatare questo tabù con le grandi. Per quanto riguarda Mourinho, l’annuncio del portoghese dovrebbe essere uno stimolo in più per i calciatori, che hanno un palcoscenico importante per fare bene e mettersi già in mostra agli occhi del nuovo allenatore che sicuramente osserverà il match”.

Quale saranno le insidie maggiori per i giallorossi domani sera?


La partita d’andata insegna: la Roma non deve sbagliare. Quest’anno sono stati davvero troppi gli errori individuali commessi dai giallorossi, basta guardare a quelli di Ibanez nel derby d’andata. Quindi per prima cosa la Roma dovrà essere concentrata, poi dovrà essere brava a non concedere il contropiede ai giocatori biancocelesti, che in ripartenza possono fare molto male”.

Quali giocatori della Lazio potranno mettere in difficoltà la rosa di Fonseca?


”La Roma dovrà fare molta attenzione sulla sua fascia sinistra, la destra della Lazio. Il duello tra Peres e Lazzari può diventare un mismatch preoccupante per i giallorossi se il brasiliano non giocherà con la giusta attenzione difensiva. Per il resto i valori individuali della Lazio sono noti: giocatori come Immobile, Milinkovic-Savic e Luis Alberto possono colpire in ogni momento, i giallorossi devono stare attenti a non concedergli troppo spazio”.

Stando alle defezioni che ha la Roma in questo momento, per la stracittadina ci potranno essere dei recuperi importanti?


”Tornerà Ibanez in difesa, chiamato al riscatto dopo il disastro derby dell’andata. A centrocampo potremmo rivedere Villar, per il resto giocatori importanti come Veretout, Spinazzola e Smalling non recupereranno”.

Che voto daresti alla stagione di Kumbulla, giocatore accostato anche ai biancocelesti durante la sessione di mercato?


Direi un 6 d’incoraggiamento. Non dobbiamo dimenticare che parliamo di un giovane di 21 anni, alla prima esperienza fuori da casa, per di più in una big. La Roma ha avuto seri problemi a livello complessivo in difesa, purtroppo diventa difficile anche valutare i singoli quando il sistema di gioco è deficitario. Kumbulla ha fatto intravedere, seppure a sprazzi, doti interessanti e può solo migliorare. Per il futuro è sicuramene una pedina importante”.

Al momento la classifica dice Conference League: questa nuova competizione può essere uno stimolo per ripartire bene o un ostacolo viste le trasferte lontane che toglierebbero energie in campionato?


Qualora la Roma vi si qualificasse, deve essere un obiettivo. Onestamente l’impegno è alla portata, vedendo le classifiche di oggi le squadre più forti che vi accederebbero sono Tottenham e Villarreal, avversari alla portata. In più di dieci anni di Roma americana i giallorossi hanno ottenuto piazzamenti importanti, tra secondi posti e semifinali europee, ma si è sempre parlato della mancanza di un trofeo. La Conference League rappresenta un’occasione per poter concorrere per un traguardo, per di più europeo, ed è quindi un fattore da non sottovalutare”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus-Lazio, i convocati di Sarri: la scelta su Pellegrini

Published

on

 


Questa sera all’Allianz Stadium Juventus e Lazio si affronteranno per l’ultimo quarto di finale di Coppa Italia, con la vincente del match odierno che affronterà l’Inter di Simone Inzaghi in semifinale. Attraverso i propri canali social, la Lazio ha reso nota la lista dei convocati per il match con i bianconeri: anche il nuovo acquisto Pellegrini è subito disponibile.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW