Connect with us

Per Lei Combattiamo

La Repubblica | L’ultima del Capitano Lulic che saluta l’Olimpico. Adesso si lavora sul mercato

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


Ha palleggiato con i compagni, scherzato con i collaboratori come se fosse una normale partita. Ieri Senad Lulic, sembrava esser sceso sul campo dell’Olimpico come se fosse una delle tante gare da disputare. Ma non è così, ieri sera è stata la sua ultima notte all’Olimpico. Quasi 10 anni dopo il suo esordio casalingo, il 18 settembre 2011. Lulic sa bene che a fine stagione terminerà il suo contratto e non lo rinnoverà, dovrà quindi svuotare il suo armadietto di Formello, dopo un ultimo anno e mezzo difficile passato con 2 operazioni alla caviglia. Il 35enne esterno tornerà in Svizzera dalla sua famiglia. Ieri sera ha dato un grande contributo nella ripresa, lottando su ogni pallone per cercare di vincere il match. Domenica giocherà l’ultima gara in maglia biancoceleste contro il Sassuolo, con Inzaghi che dovrà fare la conta dei giocatori. Non ci saranno: Luis Alberto, Pereira e Luiz Felipe perché diffidati e ammoniti ieri. In chiave di mercato sta prendendo piede l’asse Lykogiannis-Fares, con la Lazio che starebbe pensando al giocatore rossoblu per uno scambio sulla fascia sinistra e con Fares che tornerebbe volentieri da Semplici. Il tema caldo rimane Strakosha, ieri di nuovo titolare, che però è stato scavalcato da Reina nelle gerarchie. L’albanese è in scadenza nel 2022, ed ha rifiutato già due proposte di rinnovo. È intenzionato a guardarsi intorno, piace molto in Premier e in Bundesliga, con il Southampton alla ricerca di un portiere: può partire per una offerta sicuramente inferiore a quella che la Lazio poteva chiedere tre anni fa. I biancocelesti rifiutarono ben 50 milioni dal Liverpool. Altro giocatore in scadenza è Luiz Felipe, che fa gola a molti club in Germania, dopo essere stato accostato al Barcellona. La Lazio proverà a blindarlo, ma non è incedibile. Se dovesse arrivare una proposta concreta, verrà valutata. La vicenda più urgente è quella dell’allenatore: prevedibile un testa a testa tra Inzaghi e Gattuso. Così il ds Tare ieri sera ha spiegato: “Il rinnovo non è arrivato perché sappiamo bene quello che ci siamo detti fra di noi e conosciamo bene quello che uno pensa dell’altro. Siamo d’accordo con lui che a fine campionato ci siederemo e chiuderemo questo discorso”.

La Repubblica  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Simone Inzaghi torna a parlare della Lazio: “Dove alleno io arrivano i trofei”

Published

on

 


Simone Inzaghi oggi durante la conferenza stampa alla vigilia di Inter-Roma è tornato a parlare della sua ex squadra. Queste sono state le sue parole: “Con il Milan e Lazio dovevamo fare meglio, lo sappiamo. Ora abbiamo un altro scontro diretto, da vincere. Dove alleno io aumentano i ricavi, dimezzano le perdite e arrivano trofei. È stato così alla Lazio.”

Foto Fraioli

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW