Connect with us

 

Per Lei Combattiamo

Castroman: “Alla Lazio mi sono sentito a casa, Inzaghi mi ha sorpreso. Correa? Ecco cosa penso di lui”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Ai microfoni di Lazio Style Radio, è intervenuto l’ex biancoceleste Lucas Castroman, parlando della sua esperienza alla Lazio e delle attività intraprese una volta terminata la carriera calcistica.

Queste le sue parole:

“Dopo la mia carriera da calciatore mi sono vissuto la vita, la famiglia e gli amici. Il calcio è bellissimo, lo è anche fare questo mestiere. Ma devi lasciare anche tante cose da parte. Ho fatto un po’ di tutto, degli investimenti. Ho aperto un piccolo bed & breakfast, un salone per fare delle feste. Ho dei locali in affitto e poi mi sono dato al fai da te a casa. Mi piace fare veramente un po’ di tutto. Sono al secondo anno del percorso d’allenatore, la pandemia mi ha fatto ritrovare il calcio dopo dieci anni. Intanto ho già lo staff tecnico, quindi posso anche cominciare ad allenare subito. Però piano piano, non ho fretta. La carriera d’allenatore è, nel calcio, quella più ingrata. In Argentina se sbagli ti fanno fuori subito”

“La tifoseria italiana è un po’ come la nostra, sente il calcio nel cuore. Ho sentito sempre il loro affetto, mi fa sempre piacere vederli, parlare con loro. Sono felice quando mi riconoscono. Simone Inzaghi? Mi ha sorpreso tantissimo, per me ha una cosa che non hanno tutti i tecnici, la confidenza con i calciatori. Credo che sia la cosa in più rispetto a tutto quello che già si sa. Se mi avessero chiesto chi dei miei compagni non avrei visto allenatore, avrei risposto lui e me stesso. La Lazio ha una vera squadra, dei bravi calciatori che funzionano insieme. E questa credo sia stata la cosa più importante che ha fatto Inzaghi”.

“Alla Lazio sono stato veramente benissimo, come se fossi al Velez. Mi sono trovato con degli argentini che ormai erano dei veri campioni, come Crespo, Simeone. Dei ragazzi veramente eccezionali, come Mihajlovic, Stankovic, Peruzzi, Favalli. Tutti calciatori con delle esperienze, mi hanno accolto bene sin da subito. Mi sono trovato subito a casa. E poi la gente, la società, tutti facevano un grande lavoro per farci solamente pensare a giocare al calcio. La cosa più difficile è stata sicuramente lasciare la famiglia. Correa? È un giocatore importante, è in Nazionale e non è cosa facile. Ha una capacità, un’esperienza già importante in Serie A. Inzaghi conosce gli argentini, era uno degli italiani che era sempre con noi, a cui piaceva molto chiacchierare”.

  

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

CalcioMercato

Il Gremio su Leiva? Dal Brasile: “Nessun interesse”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Da tempo ci si interroga sul futuro di Lucas Leiva, dato il contratto in scadenza del centrocampista brasiliano. Una delle ipotesi vagliate in questi mesi per il giocatore classe 87′ è il ritorno in Brasile, con il Gremio particolarmente interessato. Tuttavia dal Brasile arrivano delle smentite, con il reporter di Ràdio Grenal, Bruno Soares, che ha scritto come al momento il Gremio non avrebbe alcun interesse a prendere il centrocampista attualmente alla Lazio.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW