Connect with us

Per Lei Combattiamo

Chi è Maurizio Sarri? L’allenatore-impiegato di casa Lazio per il quale parlano i numeri

edoardo_00@hotmail.it'

Published

on

 


“Ho scelto come unico mestiere quello che avrei fatto gratis”. Questo è Maurizio Sarri, l’allenatore impiegato come lo definivano, colui che non ha mai chiesto niente alle società che lo prendevano ma che anzi faceva il meglio che poteva con quello che aveva. L’uomo per antonomasia del “bel gioco”, che riesce a costruire e rendere grandi le proprie squadre, plasmandole a propria immagine e somiglianza. Ai club in fase di mercato chiede solo dei profili con caratteristiche per produrre il suo calcio, non fa nomi. Si arrabbia quando sente parlare di Top Player, capisce e accetta le possibilità economiche di una squadra e non si fa problemi, d’altronde è un tecnico che è nato, cresciuto, ed è stato plasmato e forgiato nelle serie minori, alzando anno dopo anno l’asticella, arrivando fino a grandi livelli con Chelsea e Juventus.

Amante delle sfide non si è mai tirato indietro, ed è per questo che ha scelto la Lazio perché una sfida. Non è facile arrivare a Roma dopo che per 5 anni c’è stato un altro su quella panchina, accolto e adorato come un figlio che ha dato tanto, ma che se ne è andato lasciando l’amaro in bocca. Maurizio ha scelto di sedersi sulla panchina biancoceleste a capo di una squadra nata e conformata al 3-5-2, e che adesso dovrà conoscere tutt’altro mondo. Il “sarrismo“.

L’ANAGRAFE DI MAURIZIO SARRI

582 partite da allenatore, dal 1990 con lo Stia (squadra di un comune di 9 mila abitanti) passando poi per Empoli nel 2012, fino al salto con il Napoli nel 2015. Il passaggio internazionale a Londra, casa Chelsea (conquistando l’Europa League), poi l’approdo dai ‘nemici di una vita’ (la Juventus) con la vittoria del campionato. Un anno sabatico e infine una nuova sfida targata Lazio tutta da scrivere. Di questi anni passati a farsi le ossa sulle panchine dalle più ‘scomode’ alle più ‘comode’, Sarri ha conquistato ben 287 vittorie, 153 pareggi e 142 sconfitte. Una media gol da fare impressione in Serie A, secondo solo ad Antonio Conte (1,99) contro 1,96 del tecnico toscano inseguito da Mourihno (1,91), Fonseca (1,91) e Inzaghi (1,89). Tra le panchine registrate ce ne sono 22 in Champions League (11 vittorie, 3 pareggi, 8 sconfitte), 25 in Europa League, competizione che giocherà guidando la Lazio, (19 vittorie, 4 pareggi, 2 sconfitte). Sono 188 le panchine invece in Serie A (111 vittorie, 45 pareggi, 32 sconfitte) e 86 in Serie B (41 vittorie, 27 pareggi, 18 sconfitte). Maurizio Sarri è anche un tecnico a cui non piacciono le squadre troppo lunghe, preferisce lavorare con pochi ma buoni e questo lo si vede anche nelle scelte di campo. Negli anni trascorsi a Napoli, ha fatto giocare un totale di 34 giocatori nelle tre stagioni, però dal numero di presenze si evince come il tecnico toscano si affidasse sempre ai soliti 13/14 giocatori. Non ama il turnover e lo usa raramente, in totale (se si considerano anche le sporadiche presenze di alcuni) ha utilizzato, negli anni partenopei, 23 giocatori. Sono dati che fanno comodo alla Lazio, una squadra criticata molte volte di essere troppo corta e con pochi ricambi. Tranquilli a Sarri non piacciono!

I RECORD DI SARRI

Con il Napoli il tecnico toscano ha fatto la storia del club e anche della Serie A. Record di punti nella storia del Napoli, quel 91 che è anche il quinto miglior punteggio nella storia della Serie A per una seconda classificata. Record di vittorie e di punti sia in casa (15) che fuori (14), record di reti segnate in un solo campionato (94 nel 2016/17). E poi ancora: media punti più alta della storia azzurra (2,64 in questa stagione), maggior numero di vittorie in campionato (27) e maggior numero di vittorie consecutive (10).

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Partita della Pace, le parole di Lotito e Immobile alla conferenza di presentazione

Published

on

 


Quest’oggi si è tenuta la conferenza di presentazione della Partita della Pace, iniziativa alla quale prenderà parte la Lazio con il suo bomber Ciro Immobile. L’attaccante sarà infatti capitano, insieme a Ronaldinho, di una della sue squadre che si affronteranno il 14 novembre. Alla conferenza, sono intervenuti sia Immobile che il Presidente della Lazio Claudio Lotito.

Queste le loro parole, raccolte da a Radiosei:

Lotito: “Ho accolto con favore questa iniziativa. Quando sono entrato nel mondo del calcio anche perché questo sport, con questo forte impatto mediatico, può educare e moralizzare. Viviamo un momento difficile, l’appello di pace del papa deve essere recepito da chi vive con i valori dello sport. Questa è una guerra nata per interessi geopolitici quindi queste iniziative servono peer sensibilizzare in tal senso. I valori che cerco di trasmettere al mio club e che cerco di tramandare nell’istruzione sportiva, perché al di la dei risultati del campo, dove siamo avversari e non dividere, sono trasportabili con questo sport perché insieme possiamo unire, esaltare il valore, il merito. Maradona anni fa mi ha chiesto di entrare a Formello proprio perché la Lazio incarna questi valori. Ed è stato contento di vedere l’accoglienza che gli abbiamo riservato. Il calcio non rappresenta i valori economici, ma i valori umani. lo dico sempre ai miei calciatori che devono scendere in campo con il rispetto degli avversari. Il valore di questo evento è proprio questo. Trasmettere tale messaggio ai giovani. Viva la pace”.

Ciro Immobile: “Sono felice che papa Francesco abbia scelto il calcio per mandare un messaggio così importante e sono orgoglioso di essere il capitano di una squadra. Sono contento perché giocheremo nel ricordo di Maradona che è stato capitano e rappresentante di questo evento in passato. Diego ha ispirato tanti di noi e continuerà a farlo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW