Connect with us

Per Lei Combattiamo

Italia-Austria, Alaba: “L’Italia è forte ma vogliamo fare bene. Inginocchiarsi contro il razzismo è un segnale chiaro”

Published

on

 


In vista del match che andrà in scena domani sera a Wembley tra Italia e Austria, valevole per gli ottavi di finale di Euro 2020, David Alaba, difensore e capitano austriaco è intervenuto in conferenza stampa. Queste le sue dichiarazioni:

“È una partita speciale, vogliamo fare bene. Sappiamo l’Italia quanto sia forte e proveremo a sfruttare tutte le nostre risorse a disposizione. Inginocchiarsi contro il razzismo? È un segnale chiaro, ovviamente. Lo faremo un’altra volta contro l’Italia. Siamo tutti d’accordo e lo ripeto, è un segnale per attirare l’attenzione di tutti verso questo argomento. Di sicuro si sta parlando di più di razzismo ed è qualcosa di positivo. Wembley? Qui ho vinto la Champions League, ho grandi ricordi. Contro l’Italia sarà una bella partita, la affronteremo allo stesso modo. Sarebbe stato bello potersi allenare qui. È un grande stadio e non vediamo l’ora di scendere in campo. Alcuni mi chiedono consigli ma abbiamo giocatori che hanno giocato a questo livello da tempo. Non sono preoccupato per i ragazzi. Alcuni sono leader nei propri club e si sente. Abbiamo un grande spirito di gruppo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdSera | Immobile, c’è ansia: a rischio con lo Spezia

Published

on

 


foto Fraioli

Sale l’ansia per Ciro Immobile, anche se l’allarme rosso anche non sta suonando. Il bomber ieri non è risultato tra la lista dei convocati per la partita contro l’Inghilterra per una contrattura al bicipite femorale della coscia destra. L’infortunio potrebbe metterlo a rischio anche per la gara contro lo Spezia il 2 ottobre, anche se le sensazioni sono positive in quanto l’attaccante della Lazio non ha ancora lasciato il ritiro della Nazionale. Oggi si sottoporrà agli esami strumentali.

Era inevitabile che prima o poi Immobile si fermasse. Ha giocato per ora 775′ tra Campionato e Coppa, più di qualsiasi altro giocatore offensivo in Italia: in più, non c’è spazio per fermarsi e riprendersi. Ciro, però, è fondamentale. Da quando è stato acquistato nel 2016, non è mai successo che i biancocelesti siano riusciti a registrare un bilancio positivo tra vittorie e sconfitte nelle partite che l’attaccante ha saltato. Questo perché, oltre ad essere un giocatore che incide tantissimo, non ha una valida alternativa. In questo modo, non è sostituibile e Ciro continua ad accumulare fatica e a saltare partite.

foto Fraioli

Corriere della Sera 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW