Connect with us

Per Lei Combattiamo

AURONZO 2021 | Martusciello: “C’è grande empatia tra staff e giocatori. Tifosi? Grande affetto, è bello e piacevole”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Terminata la seduta mattutina d’allenamento, ai microfoni di Lazio Style Radio è intervenuto Giovanni Martusciello, vice allenatore di mister Maurizio Sarri. Di seguito le sue dichiarazioni: “Lo potete vedere anche voi, c’è grande empatia tra lo staff ed i giocatori, i magazzinieri etc. Sono momenti in cui sei gratificato del lavoro che fai. Le cose man mano verranno, con gli allenamenti tutto migliorerà. Siamo colpiti dall’atteggiamento di tutti, anche dei tifosi all’esterno.

Nei momenti di relax parliamo molto del grande affetto delle persone qui, è bello e piacevole. Ti mette in pace con i valori dello sport. Mi auguro che anche a Roma ci sia questo atteggiamento.

Chiaramente per vedere il lavoro dell’allenatore ci vorrà del tempo, avendo abitudini di 4/5 anni. Però anche con il modo di fare del mister, i giocatori miglioreranno gli automatismi che il mister vuole, e queste due settimane ci sono state d’aiuto.

Ce ne sono diversi, ma non voglio fare nomi per non mettere in difficoltà gli altri. La volontà ci ha colpito molto e tutti hanno voglia di migliorarsi e sono concentrati nel cercare di andare incontro alle esigenze tattiche dell’allenatore.

Qui si parla di due giovani con ottime qualità tecniche e caratteristiche precise. Il tempo ci dirà se hanno le qualità per ambire ad una carriera importante. Ma i passaggi non sono così lineari a volte, degli eventi possono frenare le qualità di questi ragazzi. Menzionerei anche Bertini. Se cerchiamo qualcuno che mi ha colpito in positivo possiamo dire che è Bertini.

O si fa quello che dice Sarri oppure è inutile scegliere un allenatore che va in una direzione differente. Lui ha strutturato le squadre anche quando non era in questo livello. Ha portato diverse squadre ad ambire a cose importanti ed ha fatto esaltare giocatori che poi hanno avuto un seguito. Dopo tanti anni da giocatore e qualcuno da allenatore mi sono trovato lui al suo fianco ed ho capito come lavora. È molto più bello essere al suo fianco e se i giocatori capiranno quello che lui vuole, sarà molto gratificante.

C’è differenza tra essere primo allenatore o secondo. La figura di collaboratore, come quelli che abbiamo qui, è un passo indietro, è quello che consiglia. L’allenatore è quello da ascoltare, che prende 30 teste differenti e le fa andare in una sola direzione.

Immobile è un giocatore importante. Dà profondità ed a noi servono attaccanti che corrano tanto. Si cercherà di sfruttare al meglio queste incursioni e giocare in avanti per vie centrali. A noi giocatori come Immobile ci fanno comodo per la sua duttilità e forza. L’importante è che si vincano le partite. Se segna Immobile bene, ce lo auguriamo. Ma può segnare anche l’ultimo che entra in campo.

La condizione della palla e lo spazio sono due messaggi importanti da insinuare nei ragazzi. Poi nelle partite possono accadere diverse cose, i passaggi per arrivare a certi comportamenti sono lunghi, li conosciamo bene. Per quanto riguarda i portieri, l’impostazione è importante per eludere le pressioni avversarie. Ma un portiere deve saper parare.

Sicuramente ci sono aspetti favorevoli in chi già ha giocato con a Sarri, come Reina e Hysaj.

Leiva? Chi fa quel ruolo lì deve avere una grande intelligenza. È colui che porta equilibrio alla squadra. Poi deve chiudere anche dei passaggi avversari. Il suo è un ruolo importante, e Leiva così come Escalante e Cataldi possono essere molto utili sotto questo punto di vista.

È stato un motivo di soddisfazione all’esordio contro la Lazio, una Lazio fortissima. E segnai. Fu un gol molto importante che mi diede lustro. Come Calori, solo che a lui gli si dà Champagne, a me un cazzotto (ride).

Padova? Queste son partite che ti permettono di sbagliare, ben vengano gli errori per imparare e non commetterli. Ci si augura che con l’andare del tempo le cose vadano bene. La disponibilità dei ragazzi è totale, lo sento entusiasta di questa cosa qua. Ringrazio veramente tutti coloro che sono qui con noi e che ci fanno sentire in compagnia. Bisogna divertirsi e c’è bisogno del calore di chi ci sta vicino e chi è fuori dal campo”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Lazio, buona la prima: rimonta sul Bologna – FOTO

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La società biancoceleste pubblica una foto del post partita di LazioBologna, prima gara della stagione 2022/23. Allo stadio Olimpico la squadra di Maurizio Sarri trova il gol del pareggio con l’autogol di De Silvestri e rimonta con la rete del 4 volte capocannoniere in A, Ciro Immobile.

Arriva il commento di Sergej Milinkovic Savic. Il Sergente è stato decisivo anche in questa partita, servendo l’assist al bacio per il gol vittoria di Ciro Immobile.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Un post condiviso da Sergej Milinkovic Savic (@sergej___21)

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW