Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | L’ex Empoli Berti: “Ho sentito Sarri, è molto carico. Se lasciato lavorare regalerà grandi soddisfazioni alla Lazio”

Published

on

 


Ci siamo, tra poche ore si darà ufficialmente il via al nuovo campionato, con la Lazio impegnata al Castellani contro l’Empoli. Una sfida Amarcord per Maurizio Sarri, nuovo tecnico biancoceleste che ha iniziato la sua carriera proprio conio club toscano. C’è emozione per l’esordio in Serie A sulla panchina della Lazio, e curiosità da parte i tifosi nel vedere i suoi meccanismi di gioco. Sale l’attesa per l’esordio dei biancocelesti, in quello che sarà solo l’inizio di un nuovo percorso. In merito alla gara di questa sera, la redazione di LazioPress.it ha contattato in via del tutto esclusiva l’ex portiere dell’Empoli Gianluca Berti:

Un nuovo campionato sta per avere inizio, che stagione può essere quella di quest’anno?

“Sulla carta la Juventus dovrebbe aver preso la leadership del campionato. L’Inter ha perso dei giocatori importanti, nonché un allenatore vincente come Antonio Conte. Anche altre squadre hanno subito diversi cami sule panchine, per questo ci vorrà prima qualche mese prima che si assestino le posizioni. La Juventus comunque romane a mio avviso la favorita per la vittoria dello Scudetto in questa stagione.”

Da ex giocatore dell’Empoli, che campionato si aspetta dalla neopromossa squadra di Andreazzoli?

“A Empoli sono molto bravi, lo dimostrano i tanti giovani interessanti cresciuti e provenienti da questo club. È chiaro che la retrocessione per questa squadra può essere un fattore essendo una piccola piazza, ma loro sono bravissimi. Possono fallire un anno, ma poi l’anno dopo sono sempre lì a lottare. Mi auguro che la squadra di Andreazzoli possa fare un campionato tranquillo e salvarsi. Sarà difficile perché la Serie A è un campionato divo tra le squadre di alta e bassa classifica. Penso che l’Empoli farà parte di quelle che lotteranno per la salvezza, ma mi auguro possano farcela senza troppi problemi.”

Lei che lo consce, come giudica l’arrivo di Maurizio Sarri sulla panchina della Lazio?

“Maurizio l’ho sentito una ventina di giorni fa, mi ha detto di essere molto molto carico ed entusiasta della scelta. Mi auguro che riesca a trasmettere la sua voglia di allenare a tutto l’ambiente Lazio, perché Sarri è un tecnico che se lasciato lavorare tranquillo farà divertire e arriveranno i risultati.”

Il mercato è ormai agli sgoccioli, come giudica le operazione svolte fino ad ora dalla Lazio?

“La Lazio ha puntellato alcuni reparti che andavano sistemati. Sicuramente qualche giocatore in più sarebbe utile a Sarri per avere più alternative, ma questo è un desiderio si tutti gli allenatori. La Rosa della Lazio rimane comunque molto importante, e mi auguro che i giocatore riescano a seguire il proprio tecnico nelle idee di gioco e nel calcio espresso da Maurizio.”

Un suo parere sull’arrivo in biancoceleste di Pedro dalla Roma?

“Lo spagnolo è un giocatore che Sarri ha già allenato e per questo lo conosce molto bene. Se sta bene può alzare gli  equilibri della squadra.” 

Da ex estremo difensore, la permanenza di Strakosha è un bene per la Lazio? Chi tra lui e Reina merita la titolarità?

“A mio parere Reina parte avvantaggiato nelle gerarchie in porta, perché Sarri lo ha già allenato a Napoli. Inoltre lo spagnolo è uno degli estremi difensori più bravi con i piedi in circolazione. È normale che poi il campo parla, Strakosha è un ottimo portiere ma secondo me sarà Reina a partire titolare per l’esperienza e la conoscenza che ha di Sarri.”

A cosa può ambire questa nuova Lazio di Sarri?

“Mi auguro per Maurizio che già dal primo anno riesca a far girare la squadra a modo suo, così da ambire a posizioni e traguardi importanti. È chiaro che avrà bisogno di lavorare in una certa maniera, e se i suoi giocatori lo seguono possono davvero levarsi grandi soddisfazioni.”

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegrini in biancoceleste, il papà: “Ha voluto fortemente la Lazio, la tifiamo da sempre. Orgoglioso della sua scelta”

Published

on

 


Una scelta di cuore, zero pensieri al denaro: Luca Pellegrini ha voluto la Lazio, mettendo davanti allo stipendio l’ambizione di un bambino che sognava di giocare all’Olimpico. Il difensore classe ’99 è un nuovo giocatore biancoceleste; il club laziale lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus. Il terzino sinistro ha iniziato la stagione con la maglia dell’Eintracht Francoforte ed è approdato nella Capitale, volenteroso di essere confermato a fine campionato.

Per commentare il passaggio di Luca in biancoceleste è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it il papà Mauro, che non nasconde l’emozione: “Il mio commento non può che essere di un entusiasmo infinito…. noi siamo una famiglia di laziali da sempre. Luca ha fatto un gesto d’amore incredibile nei confronti della Lazio. Ha rinunciato a molto da un punto di vista economico, io da genitore non posso che essere felice della scelta di mio figlio, dei valori e dei principi che ha messo prima dei suoi interessi economici. E non lo dico tanto per dire. La qualità della vita vale più di qualsiasi cifra. E per lui andare nella sua squadra del cuore è il massimo. Ora per lui sarà felicità pura giocare al calcio. Aggiungere altro è superfluo. Ha voluto fortissimamente la Lazio“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW