Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Un anno di Pepe in biancoceleste, papà Reina: “La Lazio una famiglia, con Sarri bel rapporto. Strakosha? Sono amici”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

E’ arrivato nella Capitale accolto nel silenzio di una campagna acquisti che sembrava voler rivoluzionare altri reparti, si è fatto spazio a ritmo di “Bamba” e risate, da subito è diventato un riferimento e senza dubbio uno di quegli acquisti che passeranno alla storia, perchè in grado di accontentare ogni tifoso: Pepe Reina si è preso la Lazio, i sostenitori, l’ambiente ed il gruppo nel momento più difficile, dopo una stagione esaltante in cui la squadra sembrava una seconda famiglia. Qualsiasi new entry avrebbe faticato ad integrarsi, ma non lui: carisma, esperienza e professionalità da vendere e che da subito ha messo a disposizione. Da sostegno di crescita tra i pali per Strakosha ad estremo difensore titolare ed inamovibile il passo, per lui, è stato breve: è sceso in campo come una sorta di “Ciclone” citando il noto film di Pieraccioni “made”, come lui, in Spagna. “Perchè il ciclone quando arriva non è che t’avverte. […] E a te ‘un ti rimane altro che restare lì, bòno, bòno a capire che, forse, se ‘un fosse passato, sarebbe stato parecchio, ma parecchio peggio”. In occasione del suo primo anno in biancoceleste, la redazione di LazioPress.it ha intervistato in esclusiva Miguel Reina, il papà che direttamente dall’Andalusia ha mostrato da subito disponibilità nel parlare di Pepito e della sua Lazio.

Il 27 agosto 2020, quindi, il portiere dopo aver indossato con ottimi risultati le maglie di Barcellona, Villarreal, Liverpool, Napoli, Bayern Monaco, Milan e Aston Villa, collezionando trofei ed arricchendo il suo palmarès, diventava ufficialmente un nuovo giocatore biancoceleste; ad oggi è molto più che un semplice calciatore: guida per i più giovani, certezza per i più esperti, secondo allenatore all’occorrenza e leader indiscusso del gruppo.

365 giorni da laziale per Pepe: è approdato nella Città Eterna portando esperienza e carisma. Com’è riuscito a inserirsi così bene nell’ambiente biancoceleste?
Si trova di nuovo in una grande città dove è stato accolto con grande affetto e rispetto e senza ombra di dubbio è in un importante club, in cui tutti insieme formano una grande famiglia. Questi fattori hanno certamente reso più facile il suo inserimento”.

Da guida per Strakosha a titolare: si sarebbe aspettato di vederlo subito in campo?
Da padre ti dico che, quando Pepe si prende un impegno, lotta e si spende per portarlo a termine e fare bene. Cerca sempre di raggiungere ogni traguardo che si prefissa. Per l’ennesima volta ha dimostrato che si può fare affidamento su di lui, senza però dimenticare che in primis aiuterà in tutto, e sottolineo in tutto, Strakosha. Per lui conta tanto spronarlo a raggiungere i suoi obiettivi ed i suoi desideri, perchè Pepe è prima di tutto una persona ed un amico, poi un compagno, sia per Thomas che gli altri componenti del gruppo”.

Per la Lazio è un riferimento: che stagione si aspetta da Pepe?
Spero che la fortuna ed i risultati accompagnino tutta la squadra in questa nuova annata. E che alla fine della stagione i biancocelesti ottengano i successi per i quali lottano e combattono: se Pepe dovesse contribuire a tutto questo, sarebbe magnifico, doppia soddisfazione”.

Ha ritrovato Sarri, che rapporto ha Pepe con l’allenatore?
Erano insieme al Napoli, questo significa che allievo e maestro si conoscono già a fondo e si sono ritrovati: si rispettano e si vogliono bene, non ci sono dubbi”.

Dove pensa possa arrivare la Lazio quest’anno?
Siamo all’inizio. Io certamente auguro ai laziali un percorso positivo e spero che si concretizzino le ambizioni della squadra”.

Pepe ha vinto tanto e ovunque, ma ogni stagione si impegna come se fosse la prima. Qual è il segreto?
C’è solo una risposta: correttezza professionale, spirito di squadra e voglia di raggiungere le mete che sogna. In primis però, direi soprattutto la correttezza in ambito professionale: è decisamente questo il suo segreto principale”.

Tra pochi giorni è il suo compleanno: cosa gli augura in questa stagione?
Il meglio, come sempre. E che ogni desiderio di mio figlio si realizzi”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Esclusiva

ESCLUSIVA | Reina, il ritorno a Roma poi la partenza per la Spagna: ecco quando

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Reina e la Lazio sono ai saluti: dopo le notizie di ieri, ora arriva la conferma. Il portiere spagnolo lascerà la capitale, rescinderà il contratto con i biancocelesti, valido ancora per un anno, e tornerà in Spagna. Secondo quanto appreso in esclusiva dalla redazione di LazioPress.it, l’estremo difensore classe ‘82 è atteso lunedì a Roma per la firma. Ultime faccende burocratiche quindi, la risoluzione di contratto e poi martedì farà ritorno a casa e con molta probabilità firmerà per il Villarreal mercoledì.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW