Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero | Lazio, ultimo assalto a Kostic. Caicedo ci ripensa: va al Genoa

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La sveglia col responso dell’ultimo summit. Chissà se la notte avrà portato in dono Kostic. Conference call fiume fra la Lazio e i dirigenti dell’Eintracht ieri, la corsa contro il tempo per trascinare l’esterno serbo a Formello è già partita da giorni. In realtà aspetta da più di un mese, Filip: c’è l’accordo quadriennale da 2,5 milioni (bonus compresi) con l’esterno 28enne e il suo agente Ramadani. Adesso si lavora sulla formula del trasferimento con i tedeschi, anche in Germania finalmente se ne sono accorti. A Francoforte vorrebbero subito 20 milioni, Lotito spinge per il prestito con obbligo di riscatto a 17-18 pur di accontentare Sarri. Anche se è tutt’altro che secondaria pure la questione Kamenovic: «Non mi muovo dalla Lazio, resto al 100%», aveva assicurato a Empoli. E lo ha confermato tutta la settimana coi suoi rifiuti. Se il giovane prelevato a gennaio per 2,5 milioni – ma non ancora tesserato – dal Cukaricki non dovesse liberare lo slot da extracomunitario, sarebbe impossibile acquistare Kostic. Ora spuntano per lui Genk e Standard Liegi, a meno che non si decida comunque di non depositare il contratto e di far restare fuori rosa a Formello Kamenovic. Anche per i rapporti con l’agente Kezman, difficile come ipotesi.

PIANO B E DIFESA
Ultimo tentativo per Kostic oppure si andrà spediti su Mattia Zaccagni. Grazie alla scadenza, il fantasista 26enne è stato offerto e già bloccato col Verona per appena 8 milioni più due di bonus. In pratica, verrebbe reinvestito quasi un quarto dell’incasso di Correa ieri ai saluti: «Grazie alla Lazio dei tre anni bellissimi». Confermati i 5 milioni per il prestito oneroso all’Inter, a 25 l’obbligo di riscatto – spalmato in tre annualità – quasi automatico nel 2022: su questo fisso dovrà essere riconosciuto il 15% (ovvero 4 milioni) al Siviglia, resta fuori il milione di bonus legato al piazzamento Champions dei nerazzurri. Sul sostituto del Tucu e in particolare sul piano b, si dividono i tifosi. Eppure Zaccagni permetterebbe di tesserare Kamenovic come quarto terzino al posto di Fares (destinato al Genoa, Jony allo Sporting Gijon) e di avere i soldi per un altro centrale al posto di Vavro (direzione Almeria o Italia). Bastano 3,5 milioni per Ahmedhodzic, anche se il Malmo ha già respinto lo Spezia e Sarri vorrebbe un difensore già fatto: sondato col Sassuolo Ferrari, occhio allo svincolato Mustafi. Serve uno che dia garanzie visto che Luiz Felipe continua ad avere fragilità muscolari: non è un caso che abbia giocato appena 76 partite su 153 di campionato da quando veste i colori biancocelesti. Sarà out domani: contro lo Spezia al suo posto provato ieri sul centro-destra Acerbi, dunque Radu è in vantaggio su Patric.

NOVITÀ
Può essere rilanciato Luis Alberto, in corsa l’esordio per il nuovo acquisto Toma Basic: «La Lazio è sempre stata la mia prima scelta. Voglio diventare protagonista in uno dei più forti club europei. Ho detto subito che sono pronto a Sarri». Il tecnico deve rilanciare Muriqi e ha parlato con Caicedo, che ha così deciso di accettare il biennale (a 2,4 milioni a stagione più opzione per il terzo anno) del Genoa e ieri ha detto sì: alla Lazio 3 milioni. Peccato non abbia potuto salutare domani all’Olimpico i tifosi: venduti la metà (quasi 15mila) dei biglietti disponibili. Lazio automobilismo e taekwondo avranno stand fuori dai cancelli. Per festeggiare il ritorno del pubblico, a fine primo tempo giochi di luci e il violinista Andrea Casta come segnale della rinascita post-Covid.

IlMessaggero.it

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Daniele Tosatti: “Forse a qualcuno dà fastidio che la Lazio possa comprare senza vendere i suoi gioielli”

edo9923@hotmail.it'

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Daniele Tosatti, figlio del celebre giornalista Giorgio Tosatti, ha parlato ai microfoni di Lazio Style Radio in merito alla prima giornata di campionato che vedrà contrapporsi le formazioni allenate da Sarri e Mihajlovic, aggiunge poi una nota sulla vicenda Luis Alberto, motivo primario di discussioni in queste ultime settimane di calciomercato. Di seguito le sue parole:

“C’è tanta curiosità su Lazio-Bologna, vedremo ballottaggi in difesa ma ci sarà una sana competizione per i 4 posti. L’interrogativo maggiore sarà sulla mediana di centrocampo. Vedremo chi la spunterà tra Cataldi e MarcosAntonio e tra Luis Alberto e Basic. Credo si vedrà il tridente classico con Pedro, Zaccagni e Immobile. In porta prevedo Maximiano. Il discorso della cessione di Luis Alberto viene da una sua richiesta, non da una questione tecnica, perchè è stato impegnato tanto da Sarri. Si tratta di un giocatore unico, è un fantasista, un regista tipico degli anni 90’ in un calcio tremendamente moderno e schematico. Vive lo stesso paradosso di Immobile che è il secondo bomber più prolifico d’Europa ma non ha mercato. La Lazio non ha l’obbligo di privarsene per motivi economici, ma meglio puntare su un altro giocatore tenendone un altro scontento in casa. Solo nello spogliatoio queste questioni si fanno. Ieri il Siviglia ha tesserato Isco, quindi credo sia difficile che i due giocatori convivano tatticamente. Gira sempre più la voce che Ilic arrivi a prescindere da Luis Alberto, che comunque dà un grandissimo apporto alla squadra. Io me lo terrei stretto, forse a qualcuno dà fastidio che la Lazio possa comprare senza vendere i suoi gioielli. Mi sembra riduttivo dire che non possa convivere con Marcos Antonio. Bologna? I 90 minuti di ieri in Coppa Italia potrebbero andare un po’ a sfavore degli uomini di Mihajlovic. Non li ho visti brillanti, si sono privati di buonissimi giocatori”. 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW