Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Spezia, Marco Canigiani: “Oltre 20 mila i presenti, problematico pensare agli abbonamenti”. E sulle maglie…

Published

on

 


In occasione della gara tra Lazio e Spezia dello scorso sabato, il popolo bianoceleste è tornato in massa allo Stadio Olimpico di Roma, come non avveniva dall’ormai lontano Lazio-Bologna del 29 Febbraio 2020. Per commentare il ritorno dei tifosi e l’organizzazione dell’evento, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva Marco Canigiani, Direttore del Marketing della Lazio, che ha parlato anche delle nuove maglie e di iniziative future.

Qual è il dato finale per quanto riguarda gli spettatori presenti a Lazio-Spezia? Siete rimasti soddisfatti?

Il dato preciso dei presenti non l’ho controllato, ma dovrebbe essere oltre i ventimila. Per essere la prima gara, come dato ci può stare: la prima è sempre un po’ complicata, ma come partenza appunto per questo ci può stare“.

Dal punto di vista organizzativo come è andata la gestione dell’evento?

Sicuramente dal punto di vista organizzativo è cambiato, ci sono nuove regole e novità nelle procedure che impattano sull’organizzazione, però tutto è filato abbastanza liscio rispetto alle novità che ci sono state. E’ chiaro che quando ci sono tante novità, nel momento di una ripartenza, bisogna affinare la macchina, e quindi pian piano si migliorerà. La partenza è stata buona, non abbiamo riscontrato grandi problematiche, anche da parte dei tifosi: siamo soddisfatti di come è andata, ma l’obiettivo è migliorare sempre di più“.

Gli abbonamenti al momento sono una possibilità per la stagione in corso?

Al momento non lo è. Fino a che lo stadio sarà a capienza ridotta, fare gli abbonamenti diventa problematico: se per caso ci dovesse essere un restringimento della capienza disponibile, avremmo grandi difficoltà a garantire l’accesso agli abbonati. In questa fase molto incerta non ha senso fare abbonamenti, e infatti nessuna squadra di Serie A si sta muovendo in questa direzione, dato che siamo ancora in uno stato di incertezza per il futuro. Quando saremo sicuri e certi di un ulteriore ampliamento della disponibilità di posti, allora ci potremo ragionare, ma in questo momento è molto difficile“.

Capitolo maglie: ad Auronzo in massa avevano acquistato la maglia da trasferta, siete soddisfatti?

Le maglie stanno andando tutte bene al momento. Quando parte il campionato c’è sempre un momento importante di vendita, e di solito tra la fine di Settembre e i primi di Ottobre abbiamo già un’idea di quella che potrebbe essere la tendenza verso l’una o ‘altra maglia, adesso è ancora prematuro dire quale sia quella più venduta, anche perché devono essere viste mentre ci si gioca: ci vorranno un paio di mesi. Diciamo che, tra la metà e la fine di Ottobre, avremo un indirizzo abbastanza preciso di quello che è il grado di soddisfazione rispetto a una e all’altra maglia: oggi una classifica ancora non si può fare“.

Solitamente progettate le maglie della prossima stagione in questa fase dell’anno, ma il contratto con Macron scade tra un anno. C’è qualche novità per il rinnovo?

Stiamo parlando a trecentosessanta gradi di tutto quanto, come è normale che sia“.

Si sta pensando a delle iniziative particolari per il futuro?

Ci sono varie iniziative che stiamo testando anche per quanto riguarda l’attività all’interno dello stadio. Tutto chiaramente parte un po’ in sordina perché dobbiamo capire la compatibilità con le nuove disposizioni e restrizioni. Abbiamo iniziato in Tevere per esempio a fare attività con l’e-sport, permettendo ai ragazzi di giocare ai videogame con i nostri campioni della squadra di e-sport. E’ stato un test, ma faremo delle cose importanti più avanti: varie iniziative all’interno dello stadio, ma abbiamo bisogno di tempo per renderle compatibili con le nuove procedure“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Pellegrini in biancoceleste, il papà: “Ha voluto fortemente la Lazio, la tifiamo da sempre. Orgoglioso della sua scelta”

Published

on

 


Una scelta di cuore, zero pensieri al denaro: Luca Pellegrini ha voluto la Lazio, mettendo davanti allo stipendio l’ambizione di un bambino che sognava di giocare all’Olimpico. Il difensore classe ’99 è un nuovo giocatore biancoceleste; il club laziale lo ha prelevato in prestito con diritto di riscatto dalla Juventus. Il terzino sinistro ha iniziato la stagione con la maglia dell’Eintracht Francoforte ed è approdato nella Capitale, volenteroso di essere confermato a fine campionato.

Per commentare il passaggio di Luca in biancoceleste è intervenuto in esclusiva ai microfoni di LazioPress.it il papà Mauro, che non nasconde l’emozione: “Il mio commento non può che essere di un entusiasmo infinito…. noi siamo una famiglia di laziali da sempre. Luca ha fatto un gesto d’amore incredibile nei confronti della Lazio. Ha rinunciato a molto da un punto di vista economico, io da genitore non posso che essere felice della scelta di mio figlio, dei valori e dei principi che ha messo prima dei suoi interessi economici. E non lo dico tanto per dire. La qualità della vita vale più di qualsiasi cifra. E per lui andare nella sua squadra del cuore è il massimo. Ora per lui sarà felicità pura giocare al calcio. Aggiungere altro è superfluo. Ha voluto fortissimamente la Lazio“.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW