Connect with us

Europa League

PAGELLE – Il riscatto della difesa, buon ingresso di Raul Moro per un opaco Zaccagni

Published

on

 


Strakosha 7 – Prova convincente sia fra i pali che con i piedi. Vola sul secondo palo per tenere lo 0-0 su una violenta conclusione a giro di Under su cui si ripete anche nella ripresa.

Lazzari 7 – Sprinta sulla fascia destra con sgroppate di cinquanta metri palla al piede a cui si perdona poca lucidità al momento del cross, a sua discolpa è talmente veloce che i compagni faticavano a farsi trovare pronti.

Luiz Felipe 7 – Sfiora il vantaggio prima con un colpo di testa e poi deviando di chiappa l’angolo di Cataldi che trova in entrambe le circostanze un reattivo Pau Lopez. Bravissimo a sventare in scivolata un paio di situazioni pericolose.

Acerbi 6,5 – La squalifica sembra avergli fatto bene per ricaricare le pile fisiche e mentali, guida la retroguardia con serenità.

Marusic 6,5 – Destra o sinistra per lui non cambia, come un diesel cresce di tono col passare dei minuti. Gioca in costante proiezione offensiva nel finale ma senza che nessuno sfrutti i suoi palloni in area.

Milinkovic 6 – Un paio di verticalizzazioni per Felipe Anderson e Lazzari e il solito dominio fisico che però non porta al risultato sperato.

Dal 56′ Akpa Akpro 5,5 – Tanto dinamismo e pressing ma troppa imprecisione quando ha la palla fra i piedi.

Cataldi 7 – Palle inattive sempre interessanti e tanta cattiveria in mezzo al campo. E’ un ragazzo totalmente rigenerato da Maurizio Sarri, ha fiducia e personalità nelle giocate.

Dal 77′ Lucas Leiva 6 – Entra per proteggere la difesa mentre il resto dei compagni guidano l’assalto ai francesi.

Basic 6 – Pericoloso nelle battute iniziali con una incursione in area avversaria, per il resto gestisce il pallone quando viene chiamato in causa dai compagni senza inventare nessuna giocata.

Dal 56′ Luis Alberto 6 – Tarda quel secondo per mandare in porta Immobile con l’assistente che annulla la rete per fuorigioco. Tanti palloni toccati ma poche invenzioni.

Felipe Anderson 5,5 – Si accende e si spegne con troppa continuità, con la palla fra i piedi dà sempre la sensazione di poter creare un pericolo ma finisce per essere poco efficace al momento decisivo.

Dal 56′ Pedro 6 – Sta avendo un momento di down dopo le scintille iniziali, svaria su tutto il fronte con poca incisività.

Immobile 6 – Ci prova in ogni modo ma di palloni ne arrivano pochi. Si divora il vantaggio ad inizio ripresa sparando alto da posizione favorevole, poi piega l’incrocio con un bolide in diagonale.

Zaccagni 5,5 – Era uno dei grandi attesi e invece stecca, deve ancora affinare l’intesa con il resto della squadra che lo cerca troppo poco. Unico guizzo un tentativo dal limite respinto da Pau Lopez.

Dal 77′ Raul Moro 6,5 – Un quarto d’ora di panico per la difesa del Marsiglia che non riesce mai a prenderlo, poco convinto su un colpo di testa da due passi che poteva valere la vittoria.

All. Sarri 6 – I tre punti erano fondamentali per prendersi la testa del girone di Europa League, è arrivato un pareggio che lascia l’amaro in bocca soprattutto per non aver capitalizzato la fase finale di gara.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Europa League

EUROAVVERSARIE | Tris esterno dello Sturm Graz. Pareggiano Midtjylland e Feyenoord

Published

on

 


Conclusa la sosta per gli impegni delle Nazionali, in questo weekend sono ripresi gli impegni delle squadre di club. La Lazio, in questa prima domenica di ottobre, a superato allo Stadio Olimpico di Roma lo Spezia, grazie ad un netto 4-0. Il poker biancoceleste porta le firme di Mattia Zaccagni, Alessio Romagnoli e Sergej Milinkovic-Savic, autore di una doppietta. Domenica che ha visto in campo anche le tre euroavversarie della squadra di Sarri nel Gruppo F di Europa League.

L’unico ad aver portato a casa i tre punti è stato lo Sturm Graz, avversario dei biancocelesti il prossimo 06 ottobre. In casa dell’Austria Vienna, i bianconeri si sono imposti per 0-3, grazie alle reti di Ajeti nel primo tempo ed il duo Bøving-Fuseini nella ripresa. Successo che lancia lo Sturm Graz al secondo posto in classifica, con 21 punti raccolti dopo 10 giornate del campionato austriaco, a -2 dalla capolista Salisburgo.

Stesso risultato per le altre due euroavversarie della Lazio: il Midtjylland ha pareggiato per 1-1 la sfida contro il Viborg, valevole per l’11esimo turno del campionato danese. Tutto successo nel primo tempo e in un minuto: vantaggio esterno al 43°, pari del Midtjylland un minuto dopo, poco prima dell’intervallo. Punto che porta i danesi a quota 14, a -8 dalla capolista Randers.

Si chiude 1-1 anche la sfida esterna del Feyenoord sul campo del NEC Nijmegen. Dopo il vantaggio al 23° con Timber, gli ospiti si sono fatti riprendere al 37°. Passo falso per gli olandesi, che si portano a 17 punti dopo 8 giornate di Eredivisie. Al di sopra, in ordine: AZ 20, Ajax 19 e PSV 18.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW