Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio Primavera, Calori: “Serviva un’impresa, ma non ho rimpianti. Ci è mancato lo sprint finale”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 Intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, il tecnico della Lazio Primavera Alessandro Calori ha commentato la gara da poco terminata contro il Brescia. Vittoria amara per 1-2 per i biancocelesti, che non basta a qualificarsi per le semifinali dei Playoff. Nonostante lo sforzo e l’impegno messo in campo, la squadra di Calori rimarrà dunque un altro anno in Primavera 2.

Queste le parole dell’allenatore:

“Sapevamo che per recuperare dovevamo fare un’impresa. Abbiamo fatto un’ottima partita, cercato di portare a casa il risultato, tanto che ad un certo punto il Brescia si è impaurito. Non ho nulla da rimproverare ai miei ragazzi. Ci sono stati episodi che hanno cambiato la partita. Oggi non era facile interpretare la sfida ma hanno fatto un’ottima prestazione. Ci è mancato lo sprint finale a fine stagione. Sarei un cattivo educatore se dessi la colpa ad una partita. Ci sono state tante occasioni mancate. Non ho rimpianti, ho cercato di carpire l’aspetto psicologico di questi ragazzi. Oggi hanno capito cosa significa giocare nel calcio dei grandi, hanno giocato da “ometti”. Ho pensato di forgiare la squadra in funzione di Raul Moro che ha giocato molto meglio rispetto all’andata. Non lavoriamo prettamente sui moduli, perchè ne esistono tanti e i ragazzi dovranno saper giocare in ogni modo. Mi è piaciuto molto Bertini. Oggi l’andazzo non mi piaceva, vedevo i ragazzi adagiarsi, per questo ho scelto di dare la possibilità di mettersi in luce anche a chi ha giocato di meno. Se verrò chiamato dirò quello che penso sul lavoro svolto ma ora non ci penso. Se avessimo passato oggi il turno avremmo vinto i play off, perchè sarebbe stata una spinta enorme”. 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdSera | Primo giorno di scuola, però la Lazio resta con il problema numero 1

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La campanella suonerà alle 8 in punto, anche oggi che è domenica. In clinica Paideia sono in programma le prime visite mediche per iniziare la nuova stagione e si svolgeranno tra oggi e domani. Stamattina arriveranno Radu, Zaccagni e qualche giocatore della Primavera, che poi si aggregherà in prima squadra. Ad aver già svolto le visite sono stati mister Sarri, Cataldi, Marcos Antonio, Cancellieri e Acerbi, che le ha svolte in Nazionale.

I giocatori stanno rientrando a Roma, tra loro c’è anche Luis Alberto che però non è sicuro di rimanere: la pista che porta a Siviglia è calda e, pur di riportarlo in patria, il club andaluso ha messo sul piatto Oliver Torres + 13 milioni. La Lazio spera di ricavarne di più perché il 30% andrà nelle casse del Liverpool e i soldi rimanenti servono a prendere Ilic e Casale dal Verona. Nella trattativa per il difensore potrebbe rientrare anche Raul Moro.

13 milioni sono stati offerti anche per Vicario, che quindi dovrebbe essere il sostituto di Strakosha. Come vice potrebbe esserci Sirigu, ma Sarri apprezza anche Terracciano.

Lo riporta l’edizione romana de Il Corriere della Sera.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW