Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Ancora Patric e il solito Milinkovic conquistano il pareggio e l’Europa League. Poca concentrazione per Marusic

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Strakosha 6 – Non ha grosse responsabilità ma non dà mai sicurezza al reparto. Servivano due miracoli per salvare su Vlahovic e Morata che non arrivano.

Lazzari 5,5 – Spinge con costanza anche se i suoi cross sono pericolosi a fase troppo alternata, dietro partecipa al concorso di colpa sul 2-0 quando non raddoppia su Morata lasciando solo Patric.

Dall’84’ Radu SV

Patric 6,5 – Gestisce bene Vlahovic in fase preventiva, soffre invece Morata che lo supera in fisicità e rapidità come in occasione del raddoppio quando la punta bianconera si gira in area e batte Strakosha. Riapre la partita con un colpo di testa deviata da Alex Sandro e avvia il contropiede del pareggio finale.

Acerbi 6,5 – Fase finale di stagione in crescendo, stasera altra prestazione positiva contenendo Vlahovic in area di rigore. Fa valere i suoi centimetri nell’area avversaria sulle palle inattive.

Marusic 5 – Dorme su Vlahovic che rimane indisturbato di colpire di testa per la rete che sblocca la partita. Un errore che pesa nella sua valutazione vista la semplicità di lettura dell’azione. Non compensa nemmeno in fase offensiva abbandonando Zaccagni agli avversari.

Milinkovic 7,5 – Serviva la giocata del campione e il serbo riprende per i capelli una partita che sembrava ormai persa. Situazione di one shot-one kill con un angolo davvero limitato e il capitano di questa sera non si fa pregare.

Cataldi 6,5 – Una traversa nei minuti iniziali che mette paura a Perin, riprova più volte il destro da fuori area ma è meno fortunato per cui si mette in mostra con le palle inattive che sono sempre un pericolo. Bravo nel dettare i tempi con serenità e precisione.

Dal 76′ Lucas Leiva 6 – Smista palloni alla ricerca di varchi per riaddrizzare la partita.

Luis Alberto 5 – Tanti palloni toccati ma poche invenzioni degne del suo nome, supporta poco Zaccagni sul lato mancino e non azzecca una palla inattiva. Senza Immobile ci si aspettava una prestazione di maggiore caratura dallo spagnolo.

Dal 76′ Basic 6,5 – Porta palla nell’azione del pareggio che arriva dopo una respinta di Perin su una sua violenta conclusione dal limite.

Felipe Anderson 5,5 – Approccio troppo timido alla gara come dimostra il raddoppio troppo pigro su Morata che ha la libertà di crossare in occasione del vantaggio bianconero. Entra in partita ma non ha mai il guizzo che porta a qualche pericolo.

Cabral 5,5 – Scelto a sorpresa dal primo minuto nonostante lo scarso impiego, ci mette impegno ma si vede che è un pesce fuor d’acqua rispetto alla squadra.

Dal 52′ Pedro 6,5 – Dà frizzantezza alla manovra biancoceleste con i suoi continui tagli ad entrare dentro il campo, sfiora l’incrocio dei pali con una bella conclusione dal limite.

Zaccagni 7 – Fronteggia Cuadrado a viso aperto uscendo grande vincitore di questo duello. Salta ripetutamente il colombiano che ricorre spesso al fallo per provare a fermarlo, proprio da uno scontro fra i due nasce l’azione del pareggio.

All. Sarri 6,5 – Un punto raggiunto in extremis che significa Europa League matematica per una squadra che ha incontrato tante difficoltà in questa stagione. Di lavoro davanti ce ne sta tanto ma un punto di partenza è stato tracciato, ora sotto col Verona per salutare il pubblico e confermare il quinto posto.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdSera | Primo giorno di scuola, però la Lazio resta con il problema numero 1

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

La campanella suonerà alle 8 in punto, anche oggi che è domenica. In clinica Paideia sono in programma le prime visite mediche per iniziare la nuova stagione e si svolgeranno tra oggi e domani. Stamattina arriveranno Radu, Zaccagni e qualche giocatore della Primavera, che poi si aggregherà in prima squadra. Ad aver già svolto le visite sono stati mister Sarri, Cataldi, Marcos Antonio, Cancellieri e Acerbi, che le ha svolte in Nazionale.

I giocatori stanno rientrando a Roma, tra loro c’è anche Luis Alberto che però non è sicuro di rimanere: la pista che porta a Siviglia è calda e, pur di riportarlo in patria, il club andaluso ha messo sul piatto Oliver Torres + 13 milioni. La Lazio spera di ricavarne di più perché il 30% andrà nelle casse del Liverpool e i soldi rimanenti servono a prendere Ilic e Casale dal Verona. Nella trattativa per il difensore potrebbe rientrare anche Raul Moro.

13 milioni sono stati offerti anche per Vicario, che quindi dovrebbe essere il sostituto di Strakosha. Come vice potrebbe esserci Sirigu, ma Sarri apprezza anche Terracciano.

Lo riporta l’edizione romana de Il Corriere della Sera.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW