Connect with us

Per Lei Combattiamo

Cataldi, il vice-Leiva che cerca un’occasione da titolare con il Torino

Published

on

 


Sempre gol pesanti o nelle grandi occasioni. Pochi, è vero, ma quelli di Danilo Cataldi si ricordano sempre.

Gli ultimi due erano stati su punizione, quello contro il Genoa il 23 febbraio 2020 e contro la Juventus per il sigillo finale in Supercoppa italiana. Il 2 marzo 2019 nel derby con la Roma aveva realizzato al 89′, il terzo gol con un sinistro sul primo palo. Ieri, contro il Cagliari, la rete del pareggio e poi la corsa verso un amico che ne aveva bisogno, Thomas Strakosha. Con i tifosi della Lazio c’era stato un piccolo alterco dopo una partita con il Genoa, ma ieri l’esultanza al suo gol è stata senza freni. Un po’ tutti hanno corso insieme a lui verso il portiere albanese, da sostenere – come hanno fatto in Curva Nord – dopo l’errore decisivo contro il Galatasaray.

Danilo Cataldi non è la prima scelta di Maurizio Sarri, perché il posto da titolare al centro del centrocampo è occupato dall’esperto Lucas Leiva. Ma nella partita di ieri ed in quelle precedenti, il brasiliano è apparso stanco: le manovre di ripartenza della Lazio sono state spesso lente e macchinose, l’ingresso di Cataldi ha invece velocizzato il pallone tra centrocampo ed attacco. Anche a livello tecnico, nel primo tempo, si sono visti alcuni palloni persi sulla mediana che hanno portato a pericolose ripartenze dei sardi.

Mercoledì c’è il Torino ed in vista della partita contro la Roma di questo weekend, potrebbe esserci una chance di vedere il 27enne romano partire dal primo minuto. Il ruolo di mezzala sembra dimenticato, per un posto sulla mediana svolto molto bene nel pareggio per 2-2 dei biancocelesti contro il Cagliari. Vero è che il gol subito dopo appena 30 secondi dall’inizio del secondo tempo ha condizionato la frazione finale della partita, ma la Lazio dopo il pareggio e lo svantaggio, non ha saputo reagire immediatamente.

Cataldi è entrato bene, per giudicarlo bisognerebbe vederlo meglio in quella posizione ed in più partite. Escalante non sembra rientrare nei piani di Sarri, mentre Basic è visto più come mezzala che come centrale. Queste 48 ore prima del match saranno decisive per capire se al posto di uno stanco Leiva, ci possa essere l’ennesima rinascita del classe 1994.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Caso Juventus, il ministro dello sport Abodi: “Non sarà la sola, bisogna fare pulizia”

Published

on

 


Il ministro dello sport Andrea Abodi è intervenuto alla presentazione del Codice di Giustizia sportiva Figc oggi al Coni parlando anche del caso Juventus e della necessità di “fare pulizia”. Queste le sue parole:

“Il caso Juventus? Si tratta di un club che probabilmente non rimarrà il solo e questo ci permetterà di fare pulizia. Abbiamo bisogno di sapere presto cosa sia successo e che vengano assunte decisioni per ridare credibilità al sistema, nel principio dell’equa competizione. Ed è evidente che negli ultimi anni non è successo”.  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW