Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Derby, Fassari ricorda Lotito sul set dei Cesaroni: “Disse due, tre frasi in latino e riprese Tortora che non ricordava le battute. Il derby? Lo vince la Roma”

Published

on

 


Antonello Fassari, attore e regista italiano, è intervenuto in esclusiva su Laziopress.it per parlare del derby. Fassari è un grande tifoso della Roma, noto per avere interpretato i ruoli di Cesare nella serie televisiva “I Cesaroni “e di Ciro Buffoni nel film “Romanzo Criminale”.

Come vive l’attesa pre derby? Ha qualche scaramanzia o rituale prima di ogni partita?

“Si e no. Evito di mettermi una determinata camicia e certi pantaloni, e va bene così”.

Espulsione Pellegrini, quanto penalizza la Roma e che effetto le fa vedere Pedro che gioca il derby da ex.

“L’espulsione di Pellegrini è stata esagerata, lo hanno detto tutti. In questo gioco della Roma lui è in uno stato di grazia e forma eccezionale: è un punto di riferimento forte per la squadra. E’ un peccato che manchi, per il derby particolarmente. Una volta si sarebbe detto il “gomblotto”, mentre adesso non c’è nessun complotto ma un arbitro che ha sbagliato. Su Pedro che gioca il derby da ex? Non mi fa nessun effetto”.

Qual è la stracittadina che ricorda di più?

“Il 4-1 che c’è anche sulla lavagna dei Cesaroni… no scherzo. Al di là di quello che ricordi di più, è cambiato l’atteggiamento dei tifosi col derby. Abbiamo vissuto dei derby allucinanti: quello che fu sospeso… sembrava un’altra epoca. Adesso è una partita molto sentita, non come le altre, ma abbastanza; una volta ci si accontentava di vincere il derby e non ci si curava del resto. Adesso, invece no: bisogna stare alti in classifica. Non c’è solo il derby e in questo sono cresciute sia la Roma che la Lazio. E’ una cosa positiva, oggi è molto più civile”.

Nel cast dei Cesaroni chi era il tifoso più sfegatato?

“Tutti quanti, Claudio è stato quasi un portavoce della Roma. Ma anch’io… era un set abbastanza romanista con alcuni laziali, ma erano in minoranza. A volte ci sono dei set dove la maggioranza è laziale. Il problema dei derby, però, è il giorno dopo… a seconda di chi vince o perde, devi fare buon viso a cattivo gioco. Se perdi ti sfottono, se vinci li sfotti tu”.

In un episodio della terza stagione il suo personaggio finse di essere laziale per una serie di motivi. Com’è stato interpretare la parte del tifoso biancoceleste?

“E’ stato divertente. Noi facemmo la puntata a Trigoria e i laziali si arrabbiarono perchè parlavamo solo della Roma, quindi pensarono di scrivere una puntata dove il nipotino doveva fare un provino con la Lazio e noi dovevamo andare a fare il tifo per lui, travestendoci da improbabili tifosi laziali… infatti abbiamo fatto una figuraccia tremenda. Però, quello che mi ricordo è un Lotito che sapeva tutta la parte a memoria: non ha sbagliato una battuta. Questo mi ha molto impressionato! Un attore nato”.

Ha anche conosciuto Lotito sul set, cosa ne pensa del presidente biancoceleste? 

“Quel pochissimo che ho conosciuto, bene. Quella giornata lì non ha mai parlato a sproposito: ha detto due, tre frasi in latino. E’ stata una giornata divertente, a parte la sede della Lazio che quando entri c’è quell’aquila che non la sopporto. E’ stato divertente sul serio. Poi, a un certo punto, Tortora si dimenticò le battute e Lotito lo riprese e disse “Lei non ha detto quella battuta”. Ti dico, un attore sconsolato”.

Ultima domanda… chi lo vince questo derby?

“La Roma. Chi lo deve vincere? In questo non posso essere obiettivo”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lucas Leiva: “Il derby di Roma è speciale, spero vinca la Lazio. Immobile? Difficile trovargli un vice”

Published

on

 


Il giorno tanto atteso è arrivato. Oggi è il giorno del Derby. Alle 18:00, nella 13° giornata di Serie A, si affronteranno Roma e Lazio. Una partita che non ha bisogno di presentazioni, che va oltre la classifica ed il percorso fin qui svolto. La redazione di LazioPress.it, in vista della stracittadina, ha intervistato, in esclusiva, l’ex centrocampista della Lazio Lucas Leiva. Queste le sue parole sul derby, sulla squadra di Sarri e su uno dei grandi assenti di quest’oggi: Ciro Immobile.

Sei rimasti nei cuori di tutti i tifosi della Lazio. Cosa ti manca di più della Capitale e della Lazio?

“Io e la mia famiglia abbiamo passato cinque anni fenomenale a Roma. Abbiamo lasciato tanti amici. Mi manca la città ed i miei compagni, però sono contento di esser tornato nella mia squadra del cuore”.

Hai visto una crescita della Lazio in questo avvio di stagione? A quale obiettivo possono ambire i biancocelesti?

“La Lazio è cambiata tanto, con tanti giocatori nuovi, quindi hanno bisogno di tempo. La Lazio è una società che aspetta, quindi devono anche adattarsi all’ambiente. Speriamo che possano fare bene in campionato”.

Quale è il derby che hai nel cuore?

“I derby che ho vinto rimangono sempre nel cuore. Il derby di Roma sicuramente è speciale e spero tanto che la Lazio vinca un’altra volta”.

Nel tuo ruolo, Sarri ha scelto Cataldi.

“Cataldi sta crescendo tanto e sono contento perché è un ragazzo d’oro che lavora tanto e vive per la Lazio. Sarri ha voluto cambiare tanti giocatori, non vedo nessun problema.

Penso che potevo aiutare tanto ancora, però come ho detto, tornare in Brasile per aiutare la mia squadra del cuore, è stata la scelta giusta”.

Si ferma Immobile e la Lazio fa fatica a vincere. È fondamentale avere un suo vice?

“Immobile è un giocatore importante per come gioca la Lazio. E’ normale che fanno fatica a vincere senza di lui. Trovare un vice non è facile, anche perché deve accettare la panchina e sappiamo che Immobile vuole giocare tutte le partite”.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW