Connect with us

Per Lei Combattiamo

Il Messaggero | Sarri contro Inzaghi, ma in quale versione?

Published

on

 


Non sono molti gli allenatori ad avere un bilancio positivo contro Sarri. Solo Guardiola, Rudi Garcia, Mancini e Gattuso, in serie A solo Allegri e Spalletti. Tutti gli altri perdono più spesso di quanto vincano, tra cui Inzaghi. Nei loro sette incroci, Sarri ha vinto 4 volte contro 2 di Inzaghi e sono stati segnati 26 gol. All’inizio Inzaghi subiva l’iniziativa e perdeva spesso, anche in modo schiacciante, nonostante nel suo staff ci fossero due assistenti di formazione sarriana: Farris, giocatore di Sarri ai tempi della Sangiovannese, e Cecchi, che allenava la Primavera dell’Empoli quando il Comandante guidava la prima squadra. Nei confronti tra Napoli e Lazio, tra il 2016 e il 2018, la supremazia fu netta: il Napoli arrivava secondo, la Lazio quinta; dopo un primo 1-1 al San Paolo, ci furono tre vittorie tonde per Sarri (3-0, 4-1 e 4-1). Era il Napoli migliore, la Lazio subiva le trame e i tagli alle spalle, il possesso palla e i risultati inequivocabili. DI colpo, però, le cose si sono ribaltate. Sarri è andato alla Juventus e nulla può contro la migliore Lazio di Inzaghi, quella imbattibile dell’inverno 2019-2020. Arrivarono due vittorie in 15 giorni, due 3-1, uno in campionato e uno che è valso la Supercoppa Italiana a Riad. Inzaghi riuscì ad allungare la Juve grazie alla costruzione dal basso, strategia che potrebbe tornare utile proprio sabato all’Olimpico. Il mister dell’Inter per la prima volta avrà un organico superiore a quello gestito da Sarri, per la prima volta per gli scommettitori sarà più forte lui. Sarà un surreale gioco di specchi, Inzaghi si tufferà nel suo passato e gli sembrerà strano giocare contro i suoi giocatori-amici. Lo riporta Il Messaggero.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

Juventus, Allegri: “Il rapporto di amicizia con Agnelli non finirà con il termine della sua presidenza”

Published

on

 


 

Il tecnico della Juventus Massimiliano Allegri ha parlato della situazione che tanto continua a far discutere in casa bianconera, legata alla scissione del Cda della Società. Il Presidente Agnelli, Pavel Nedved e Arrivabene hanno infatti lasciato il Club bella serata di ieri .

Di seguito le parole di Allegri:

“È sempre molto positivo sentire la vicinanza degli azionisti e quindi ringrazio John Elkann per queste parole. In questi anni di lavoro, passione e vittorie, ho sempre potuto contare sul sostegno di Andrea Agnelli, al quale mi lega un rapporto di amicizia, che non si interromperà con la fine della sua presidenza. Sono figure di riferimento per il mondo bianconero che deve rimanere concentrato sul lavoro quotidiano in campo per ottenere i risultati che tutti vogliamo”. 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW