Connect with us

Per Lei Combattiamo

CdS | Peruzzi: “Dodici stagioni alla Lazio ti segnano. Inzaghi? È tutto un altro Simone”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

L’ex portiere e club manager biancoceleste Angelo Peruzzi, in un’intervista rilasciata al Corriere dello Sport, ha raccontato il suo rapporto ai tempi della Lazio con Simone Inzaghi, ex allenatore dei biancocelesti e ora tecnico dell’Inter. Queste le sue dichiarazioni:

“Io, Giocondo il cuoco e Walter il magazziniere eravamo l’interruttore che per due o  tre ore riusciva a smorzare la tensione di Simone. Prima della partita non dormiva mai. La nostra tecnica, sempre la stessa: la partita a carte. Facevamo sì che non pensasse agli avversari, alla formazione…  Adesso Simone è un’altra persona, per me l’hanno cambiato. È l’esatto contrario del giocatore. Se mi avessero chiesto di indicare uno che non avrebbe mai potuto fare l’allenatore avrei risposto di getto Simone. Era un ragazzino, rideva, scherzava. Si è fatto uomo, ora è maturo e responsabile. Un tecnico di prim’ordine, studia giorno dopo giorno, cura i dettagli. Mai avrei pensato di vederlo attaccare al muro qualcuno nello spogliatoio, invece è capitato. Sa essere dolce con i giocatori, ma anche autorevole e autoritario.

Scontro fisico tra me e Mancini quando allenava la Lazio? Non ci siamo nemmeno sfiorati, eravamo incazzati e per due o tre mesi non gli rivolsi la parola. Aveva portato un altro portiere, Sereni, e l’aveva fatto giocare al posto mio. In seguito ci aggiustammo. Roberto è un grande, non porta rancore. Dopo la chiusura con la Lazio resto uno di loro? Ho sempre amato giocare a calcio, non sono mai stato tifoso. Le figurine ho cominciato a raccoglierle a vent’anni e ho smesso subito. Ovviamente dodici stagioni nella Lazio ti segnano e non puoi trascurarle”.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Sport e Salute, Cozzoli: “Con la Lazio partnership fruttuosa tra progetti sociali e tour dell’Olimpico”- FOTO

scud85@libero.it'

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

“Oltre ad ospitare le gare interne della Lazio all’Olimpico, abbiamo sempre aderito con piacere a tutte le iniziative a scopo benefico e sociali, volute fortemente dal presidente Lotito e dalla sua famiglia, aprendo le porte del Foro Italico e dello Stadio”. Così Vito Cozzoli, presidente e amministratore delegato di Sport e Salute in occasione della presentazione della nuova maglia della Lazio a Piazza del Popolo. “Tra i progetti portati avanti con la Lazio c’è anche il tour dello Stadio, finalmente accessibile a tutti: per la prima volta nella storia può essere visitato al pari dei grandi stadi d’Europa, consentendo l’accesso agli spogliatoi, all’area delle panchine e al campo di gioco”, ha aggiunto Cozzoli, sottolineando “la partnership fruttuosa che continuerà certamente nel tempo con il club biancoceleste”.

  

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW