Connect with us

Per Lei Combattiamo

PAGELLE – Ciro occhi di ghiaccio, Felipe Mood Craque e lo straripante Milinkovic. Che prova Patric!

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Reina 6,5 – Spiazzato dal rigore di Perisic, il croato ci riprova dalla distanza ma si oppone a mano aperta. Attento sugli sterili tentativi nerazzurri sventando un paio di cross dalle fasce.

Marusic 6,5 – Tiene Dimarco senza grossi affanni poi trasloca a sinistra per affrontare il neoentrato Dumfries a cui concede poco e niente. Il montenegrino non eccelle ma è solido e dà tante certezze ai compagni.

Luiz Felipe 7,5 – Prima parte poco convincente specialmente palla al piede, poi sale di tono quando la partita si accende e diventa un muro respingendo ogni tentativo della squadra di Inzaghi.

Patric 8 – Era il giocatore su cui ci stavano più dubbi e sfodera una prestazione difensiva maiuscola condita dalla conquista del rigore del pareggio. E’ un ragazzo totalmente trasformato.

Hysaj 5 – Causa ingenuamente il rigore del vantaggio nerazzurro lasciandosi ingolosire dal pallone senza tenere conto dell’arrivo di Barella che furbescamente lo anticipa. Soffre il centrocampista nerazzurro che tende ad allargarsi per creare la superiorità insieme a Darmian.

Dal 66′ Lazzari 6,5 – Entra nel mood giusto con un paio di accelerazioni che tengono in appresione al retroguardia nerazzurra.

Milinkovic 8 – Domina in mezzo al campo col fisico e con la tecnica, ogni volta che vede nerazzurro poi si trasforma in bomber e anche questa sera svetta per chiudere la partita.

Lucas Leiva 7 – Queste partite le sente e soprattutto le sa giocare. Aumenta e abbassa i ritmi nei momenti più opportuni, dirige l’orchestra come se avesse i compagni legati a dei fili per mantenere le giuste distanze.

Dall’85’ Cataldi SV

Basic 6,5 – Deve crescere in personalità in mezzo al campo perchè ha le qualità del giocatore importante, intanto ci teniamo stretta la sua ottima capacità di inserimento con cui va vicino alla rete prima di testa e poi di destro.

Dal 66′ Luis Alberto 7 – Entra in campo e cambia la musica, è un faro che illumina l’Olimpico con le sue traiettorie. Timbra l’assist perfetto per la terza rete biancoceleste.

Felipe Anderson 9 – Un primo tempo devastante dove è un pericolo ad ogni accelerazioni con i giocatori dell’Inter che non riescono mai a prenderlo, cala nella ripresa ma è al posto giusto al momento giusto quando deve ribattere in rete la palla del sorpasso.

Dall’85’ Akpa Akpro SV

Immobile 8 – Si danna l’anima per i compagni e alla ricerca di un varco. Trasforma il rigore in modo glaciale come i suoi occhi quando è sul dischetto, il raddoppio nasce da una sua iniziativa respinta da Handanovic. La carica che trasmette alla squadra è qualcosa di spaventoso.

Pedro 7 – Ha il bostik al posto dei piedi per come riesce a tenere incollato il pallone ad ogni giocata, non crea pericoli ma è sempre nel vivo dell’azione ed esce stremato.

Dal 75′ Zaccagni 6,5 – Un recupero benedetto  che si fa apprezzare nei venti minuti finali dove si guadagna diversi falli ed è bravo a gestire un paio di ripartenze.

All. Sarri 8 – Andare sotto e ribaltarla contro i campioni d’Italia non è impresa semplice ma la Lazio lo segue e sfodera una prestazione di livello. Bisogna crescere sotto l’aspetto del gioco ma stasera la mentalità è quella giusta, ora avanti così senza fermarsi.

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Pedro: “Futuro? Ho ancora un anno di contratto con la Lazio, poi vedremo cosa accadrà”

Published

on

@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 

Una grande stagione quella di Pedro al suo primo anno di Lazio. L’attaccante ex Roma ha trovato fin da subito il modo di farsi amare dai tifosi biancocelesti, a suon di gol, assiste e reptazioni di grande livello. Sarri lo ha voluto fortemente, e lo spagnolo ha ripagato la sua fiducia. Con la stagione ormai alle porte, è tempo di pensare al futuro: Pedro ha ancora un anno di contratto con la Lazio e dunque rimarrà anche la prossima stagione. Rimane d vedere se la società capitolina sceglierà poi di proseguire con lui, o se le strade si separeranno. Nel frattempo, in attesa dell’inizio del ritiro di preparazione al prossimo campionato, Pedro si gode le vacanze alle Canarie, dove è stato ospite del Parlamento delle Isole Canarie che lo ha premiato come ambasciatore dello sport.

Queste le sue dichiarazioni in merito al proprio futuro, rilasciare a Tv Canaria:

Sono molto orgoglioso di rappresentare la mia terra, è un privilegio. Quando vengo qui noto l’affetto e la speranza che le persone hanno nei miei confronti. Non sai mai cosa accadrà nella vita. È vero che ho una situazione familiare difficile con i miei figli a Barcellona e io in un altro paese. Al momento ho un anno in più di contratto con la Lazio. Vedremo cosa accadrà in futuro”

 

Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS

 


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW