Connect with us

Per Lei Combattiamo

TMW | Lazio terza peggior difesa del campionato. Sarri e la società (a gennaio) devono trovare le soluzioni…

Published

on

 


Ventinove gol subiti: come Cagliari, Genoa e Sampdoria, meglio solo di Spezia (34) e Salernitana (31). Diciassette nel primo tempo, un’enormità, e 6 addirittura nei primi 15 minuti. Se sei una squadra che ha ambizioni di Champions e ti presenti con questi numeri dopo 15 giornate, allora significa che più di qualcosa non sta andando secondo i piani e devi ridimensionare le tue aspettative. Ecco, la Lazio di oggi non può pensare in grande: non può farlo con questi numeri, che descrivono invece una realtà difficile e complicata. Una su tutte, la tenuta difensiva. Imbarazzante, giovedì, la prova dei biancocelesti in fase di non possesso: passino 4 gol dal Napoli capolista in una giornata di grazia, ma 4 dall’Udinese – nel modo in cui sono arrivati, per di più in casa – sono inammissibili.

La poca solidità della Lazio si spiega in due motivi. I principi totalmente differenti di Sarririspetto a Inzaghi che ancora non sono stati recepiti: la palla come riferimento e un’aggressione costante per recuperare palla nella metà campo offensiva. Richieste che Acerbi e Co. ancora non riescono a soddisfare e a mettere in pratica. “È una questione di tempi, inoltre devono essere coinvolti tutti: se uno sbaglia un movimento, salta tutto il pressing”, spiegò una volta il tecnico. Così i giocatori sembrano sempre in ritardo, il centrocampo non fa il giusto filtro e la difesa si ritrova spesso in superiorità numerica o posizionata male.

Poi c’è l’altro grande tema e riguarda i singoli interpreti, che domenica dopo domenica commettono un’infinità di errori, tecnici e di testa Come fa Beto a saltare così solo in area? E perché Reina si è fatto sorprendere così da un colpo di testa lento? Perché sul 2-1 la Lazio difende con 2-3 uomini contro i 7 dell’Udinese? E questi sono solo alcuni degli interrogativi riguardo al 4-4 di giovedì, l’elenco altrimenti sarebbe troppo lungo. A Sarri la responsabilitàdi provare a trovare più equilibrio (Basic in mezzo al campo potrebbe essere un aiuto, così come Strakosha dietro), alla società il compito di non sprecare il mercato di gennaio. TuttoMercatoWeb\Riccardo Caponetti

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Per Lei Combattiamo

SERIE A | La Juventus trionfa all’Arechi: battuta la Salernitana

Published

on

 


Termina l’ultimo incontro di questa 21esima giornata di Serie A tra Salernitana e Juventus. A trionfare è stata la squadra di Massimiliano Allegri con un netto 0-3 firmato Vlahovic (doppietta) e Kostic. Con il successo odierno i bianconeri si portano a quota 26 punti in decima posizione, mentre i granata con la sconfitta rimediata rimangono in sedicesima posizione con 21 punti.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW