Connect with us

Per Lei Combattiamo

Lazio-Venezia, Sarri: “Su Zaccagni né simulazione, né rigore. Derby? Chi ci arriva sereno è un folle. Ti entra nella pelle”

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Maurizio Sarri è intervenuto ai microfoni di DAZN per commentare l’ultima vittoria della Lazio, arrivata stasera contro il Venezia.

“Sto cercando di costruire una Lazio che gioca in base alle mie idee e che rispetti le caratteristiche dei giocatori, che adesso partecipano anche alle discussioni tattiche. Zaccagni salta il derby, mi dispiace per come l’ho perso  perché il contatto c’è quindi non esiste simulazione, ma neanche il rigore c’era. In qualche modo faremo. E’ il sesto clean sheet del 2022, in questo momento abbiamo più tempo a disposizione per lavorare, però i miglioramenti si hanno da tre mesi: la squadra è più corta, attenta in difesa, limita le ripartenze avversarie: è un miglioramento d’insieme. Cosa manca con le prime quattro in classifica? I numeri dicono che negli ultimi tre mesi ci manca poco e niente, poi è chiaro che la classifica è di un’intera stagione, abbiamo avuto alti e bassi pesanti, l’incapacità di gestire le partite post-Europa e questo limite lo abbiamo pagato. Dobbiamo migliorare, queste cose non succedono alle grandi squadre. Derby? Chi ci arriva sereno è un folle, non è possibile. È diverso, ti entra nella pelle. Sono partite che fanno storia a sé, dobbiamo arrivarci lucidi, perché senza tensione non è possibile.”

Successivamente il mister è intervenuto ai microfoni di Lazio Style Radio, queste le sue parole:

“Era una partita difficile, giocare con queste squadre è sempre estremamente problematico, siamo stati bravi ad avere pazienza ed evitare ripartenze, ad alzare i ritmi al secondo tempo, mi dispiace non averla chiusa con un altro risultato, perché c’erano margini per andare ad un punteggio diverso, come mi dispiace per l’annullamento del gol a Immobile, sicuramente uno dei gol più belli di tutta la stagione”.

“È una nostra caratteristica, anzi a volte se vengono a pressarci siamo più contenti delle squadre che ci aspettano, ci vanno delle letture, poi c’è la situazione in cui sarebbe meglio evitare problemi, però poi quando questo meccanismo lo hai innescato, è difficile anche fare un passo indietro, anche quando ci sarebbe da farlo”.

“Non so che ha fatto Zaccagni alla classe arbitrale, la penultima ammonizione che ha preso, prese sette falli e lui fece un falletto e venne ammonito. Stasera in area c’era un contatto palese del ginocchio dell’avversario sulla coscia di Zaccagni, cade e ammonizione per simulazione, per me era quasi rigore però, da lì a dare simulazione il passo mi sembra veramente grosso”.

“Probabilmente è una squadra che sta trovando qualche certezza in più e questo ci porta ad avere una gestione diversa della partita ci sono più sicurezze e certezze in questo momento”.

“Secondo me in questo momento ci dobbiamo dare degli obiettivi credibili, partita dopo partita, vedere di centrare l’Europa a tutti i costi, la situazione è talmente fluida anche a livello di classifica che può succedere di tutto”.

“Il ricordo di Wilson è commovente, durante il minuto di raccoglimento a me veniva in mente quello che ha fatto per questa società, per questo pubblico, che lui correva su quel campo, quindi è un momento abbastanza toccante sinceramente”.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Formello

FORMELLO – Prove tattiche e partitella, le indicazioni verso il Bologna

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


I biancocelesti sono tornati in campo nel pomeriggio, per preparare al meglio l’esordio casalingo contro il Bologna. Tra gli assenti c’è ancora Pedro, che ha saltato anche la seduta odierna, con lo spagnolo che non è più tornato in campo dalla trasferta spagnola contro il Valladolid.

L’allenamento è iniziato con il consueto riscaldamento sul campo adiacente, seguito dalle prove tattiche e da una partitella a campo ridotto con gli stessi schieramenti precedenti.

Nella formazione che affronterà il Bologna all’esordio stagionale è pronto Maximiliano tra i pali, con una linea a quattro composta da Lazzari e Marusic sugli esterni e con Patric e Romagnoli al centro della difesa. Ballottaggio in mediana tra Cataldi e Marcos Antonio, con il primo che resta favorito, accompagnato in mezzo al campo da Milinkovic-Savic e uno tra Basic e Luis Alberto. Con il forfait di Pedro il tridente sará presumibilmente composto da Felipe Anderson, Immobile e Zaccagni.

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW