Connect with us

Per Lei Combattiamo

CorSera | Wilson, immagini e cori per una serata da brividi

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


Brividi forti, come quelli che la Lazio del ‘74 sapeva regalare alla sua gente. Quella di ieri sera è stata la prima partita senza Pino Wilson, il capitano della banda Maestrelli scomparso nella notte tra sabato 5 e domenica 6 marzo. I minuti che hanno preceduto Lazio-Venezia sono stati da pelle d’oca, anche per i tifosi che non hanno vissuto quello scudetto. È stato come torna- re indietro a dieci anni fa, all’aprile del 2012, alla prima notte dell’Olimpico dopo la morte di Giorgio Chinaglia, un altro dei simboli di quel tricolore. Sui maxischermi, anche durante il minuto di silenzio, sono state proiettate le immagini della Lazio che fu: quella di Wilson, Chinaglia, Re Cecconi, Pulici e del loro condottiero, Tommaso Maestrelli. Prima del match, invece, il presidente Claudio Lotito e Giorgio Sandri, il papà di Gabriele (ucciso nel novembre del 2007), hanno consegnato una targa a James e Gilda, i due figli di Wilson (Pino da oggi riposerà a Prima Porta nella tomba della famiglia Maestrelli). Presenti tanti ex compagni di squadra: da Giancarlo Oddi a Sergio Petrelli, da Vincenzo D’Amico a Franco Nanni a Michelangelo Sulfaro. Non sono mancati nemmeno Massimo Maestrelli, figlio di Tommaso, e Massimo Piscedda. Dalla Nord, che ha esposto lo striscione «Sempre a testa alta in campo e nella vita, nel trionfo e nella polvere», si è alzato il coro «Un capitano, c’è solo un capitano». Tutta la squadra, poi, è scesa in campo con il lutto al braccio: Immobile, invece, al braccio aveva la celebre fascia rossa, dello stesso colore di quella che indossava Wilson. Sulla fascia c’era anche il numero 4, indossato da Patric: «So cosa ha rappresentato Wilson per il club» ha detto lo spagnolo. Durante il riscaldamento i giocatori hanno indossato una maglia bianca raffigurante i colori dell’Ucraina e la scritta «Stop war in Ukraine»: venduta già ieri, da giovedì sarà disponibile presso gli store biancocelesti e il ricavato devoluto per iniziative a sostegno del popolo ucraino. CorriereDellaSera

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

Le parole del medico della Lazio sulla situazione infortuni di Pedro e Zaccagni: i tempi di recupero

Published

on



@LazioPress.it ha un nuovo account Instagram. Torna a seguirlo. CLICCA QUI


 
 
 


La Lazio agguanta la vittoria in rimonta contro il Bologna per 2-1, regalando ai tifosi il primo successo stagionale. Alla partita non ha preso parte Pedro, ancora reduce da un infortunio subito durante la fase di preparazione. Nell’arco della gara di ieri invece, Mattia Zaccagni ha rimediato un colpo al costato. In metro alla situazione dei due attaccanti, ha parlato il medico della Lazio che ha così commentato i loro infortuni:

“Pedro? Diciamo che lui nei primi minuti con il Valladolid ha subito un trauma distorsivo importante, sono escluse fratture e lesioni ai legamenti. Ha un trauma importante, ma procede tutto nel migliore dei modi e speriamo in un rientro a breve. Zaccagni? Ha ricevuto una botta al costato, non solo lui ma anche altri hanno avuto traumi contusivi ma niente di importante”.

Lo riporta Fantacalcio.it

 
 
 
 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio. DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS




RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW