Connect with us

Esclusiva

ESCLUSIVA | Genoa-Lazio, l’ex rossoblù Berti: “Gara difficile per i biancocelesti. Futuro? Carnesecchi scelta azzeccata, Sarri e Milinkovic rimarranno”

Published

on

 


Domenica alle ore 12:30 andrà in scena la 32esima giornata di Serie A, che vedrà la Lazio affrontare il Genoa in trasferta. Una sfida molto importante per entrambe e squadre, in ottica europea per i biancocelesti e salvezza per i rossoblù. Gli uomini di Sarri arrivano alla gara forti del successo ottenuto in casa contro il Sassuolo per 2-1, servito a risollevare il morale dopo la brutta sconfitta subita al derby. La squadra di Blessin invece, prima di incontrare la Lazio, ha subito una sconfitta fuori casa contro il Verona ed ora è alla ricerca di riscatto. In occasione dell’incontro del Ferraris, la redazione di LazioPress.it ha contattato in esclusiva l’ex portiere rossoblù Gianluca Berti.

Che partita si aspetta tra Genoa e Lazio?

“Mi aspetto una partita gagliarda e tosta. Il Genoa ha bisogno di punti e per la Lazio sarà una partita difficile sia dal punto di vista tecnico che fisico, specialmente sul piano fisico. I biancocelesti sono superiori ai rossoblù, ma il Grifone è bisognoso di punti. Prevedo una grande battaglia.”

A ormai 7 giornate dalla fine del campionato, quel’è il suo bilancio stagionale delle due squadre? 

“Il Genoa è in grande difficoltà, poi con il cambio di allenatore è riuscito a dare un pò di continuità ai risultati. Quando ti ritrovi nei bassi fondi della classifica e a dover rincorrere ogni sconfitta pesa come un macigno. Secondo me quella di domenica è una partita fondamentale per i rossoblù. Per quanto riguarda la Lazio, penso ci sia stato un vero e proprio rinnovamento. Conosciamo benissimo Sarri, è un allenatore con concetti ben precisi. La squadra ha avuto certamente degli alti e bassi, ma pian piano si vede la mano dell’allenatore e secondo me i frutti si vedranno realmente l’anno prossimo.”

In casa Lazio continua a tenere banco la questione portieri. Da ex di quel ruolo, cosa ne pensa della situazione legata a Strakosha e Reina, entrambi in scadenza e dati come possibili partenti?

“Il club potrebbe fare una scelta di tenere un portiere più anziano e con più esperienza ed affiancarlo ad uno più giovane, o almeno io farei così. Leggo che si fa molto il nome di Carnesecchi, che a me piace tantissimo. Se dovessero prendere questo portiere, che è di grande livello e con tanto margine di crescita, sarebbe una scelta azzeccata. A quel punto, essendo Strakosha più giovane di Reina, potrebbe essere una soluzione ideale tenere lo spagnolo come sostituto di Carnesecchi.”

In virtù dell’incontro avvenuto ieri tra Lotito, Sarri e Tare, che futuro si aspetta per la Lazio? Conoscendo Sarri, quale sarà la sua decisione in merito al rinnovo?

“La Lazio è già una squadra importante, ma quando un tecnico arriva in una piazza abituata a lavorare in un certo modo e e porta idee di gioco differenti, l’obbiettivo è quello di dare un’identità alla squadra. In questa stagione già ci sono stati dei passettini in avanti, ma per me l’anno prossimo può essere un anno davvero importante per il club biancoceleste. Riguardo al rinnovo, penso che la Società darà continuità al progetto e che Sarri voglia dare un’impronta ben precisa alla sua squadra. Sono convito che il tecnico toscano rimarrà alla Lazio.”

A suo avviso, sacrificare un giocatore come Milinkovic-Savic per costruire una rosa più competitiva, può essere la scelta giusta per il club?

“Ion non sono così convinto che Milinkovic-Savic possa lasciare la Lazio. Secondo me Sarri punta molto su questo giocatore e una sua conferma sarebbe molto importante in proiezione futura.”

  


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Esclusiva

ESCLUSIVA | Lazio-Verona, l’ex Teodorani: “Divario evidente tra le squadre. Biancocelesti favoriti”

Published

on

 


Domenica sarà LazioHellas Verona. Mentre l’Olimpico si prepara ad attendere la sfida, Carlo Teodorani è intervenuto in esclusiva ai microfoni di Laziopress per parlare del match che vedrà impegnati in casa i biancocelesti. Queste le parole dell’ex giocatore dell’Hellas Verona, che ha ricoperto il ruolo di difensore nelle stagioni 2001-2005 e 2005-2007.

Come arrivano Lazio e Verona alla sfida di domenica?
Il Verona scenderà in campo con un atteggiamento positivo, ma il divario tra le due squadre è evidente. Sicuramente, tra le due, vedo la Lazio favorita”.

Su cosa dovranno puntare gli uomini di Cioffi per mettere in difficoltà la Lazio?
Il Verona ha una buona fase difensiva, per mettere in difficoltà la Lazio dovrà cercare di puntare sui soliti 3-4 giocatori determinanti, capaci nelle ripartenze”.

Quest’anno l’Hellas ha puntato molto sui giovani. Finora chi ti ha colpito di più della rosa?
È ancora molto presto per dirlo. Il rendimento è stato sempre molto altalenante in queste partite e penso che i giovani abbiano ancora bisogno di tempo. Aver deciso di puntare sui millennials è sicuramente una scelta ponderata, frutto di un progetto a lungo termine”.

Dalla polemica sulla classe arbitrale alle ultime vicende che hanno visto protagonista Ciro Immobile. Un tuo commento.
Purtroppo queste vicende fanno parte del calcio. Immobile è una persona intelligente e in grado di affrontare questi episodi”.

Pronostico Lazio-Hellas Verona?
Penso che sarà una partita con molti gol, visto il calibro degli attaccanti. Azzardo un 3-1”. 

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

   

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:    

I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW