Connect with us

Per Lei Combattiamo

L’unica certezza (con la possibile partenza di Milinkovic) si chiama Immobile

edo9923@hotmail.it'

Published

on

 


Come riporta il Corriere dello Sport, la Lazio non ha retto, come non aveva retto contro il Napoli e con tutte le big affrontate da ottobre in poi. Con il Milan, poi, aveva già dovuto sopportare due lezioni, sempre a Milano, prima in campionato e poi in Coppa Italia.
Ci sono altre quattro partite, quindi è ancora tutto aperto, ma nelle ultime due sfide consecutive giocate all’Olimpico il tecnico toscano ha raccolto solo un punto contro il Torino. Ci aveva pensato Immobile, anche quella sera proprio come ieri: un Ciro immenso, ventiseiesimo gol in campionato, il numero 181 in serie A, uno in più di Quagliarella che deteneva il trono dei cannonieri in attività fino al guizzo del laziale, immarcabile anche per Tomori e Kalulu. Un black out collettivo di tutta la linea difensiva, proprio all’ultimo istante, quando il pareggio lo avrebbe tenuto ancora più in vita nel duello serratissimo con la Fiorentina, l’Atalanta e la Roma per un posto in Europa. Nell’Olimpico che il presidente Lotito è riuscito a trasformare per una notte nel Meazza di Milano con la “grande” iniziativa del caro biglietti, la Lazio è caduta. Dopo il gol di Immobile, gli spunti di Felipe, di Milinkovic e di Immobile, stavano costringendo Pioli a restare sempre con il cuore in gola. Se avesse perso ieri sera, il sogno-scudetto dei rossoneri forse sarebbe svanito. La Lazio senza i soldi dell’Europa dovrà forse ridimensionare le sue ambizioni, ammesso che il presidente ne abbia ancora. Con il dubbio sulla permanenza di Milinkovic, l’unica certezza, dando uno sguardo al futuro, si chiama Ciro Immobile. Tutto il resto è buio pesto.

 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Per Lei Combattiamo

CdS| La difesa perde pezzi: Casale out

Published

on

 


foto Fraioli

La sosta per le Nazionali ha lasciato in casa Lazio un problema non indifferente: una difesa smembrata con mancanza di alternative. Infatti, gli unici difensori con cui ha potuto lavorare Sarri in questa settimana sono stati Romagnoli, Kamenovic e Radu. Gli altri divisi tra le Nazionali e chi è ai box. A questi ultimi si è aggiunto anche Casale, che ne avrà per circa 20 giorni dopo il problema all’adduttore confermato dalla società con un comunicato. La sostituzione arrivata al 57esimo contro la Cremonese causa infortunio è dunque spiegata: potrebbe rientrare dopo la trasferta contro lo Sturm Graz, ma è ancora tutto da vedere.

 

foto Fraioli

 

Tra gli infortunati anche Patric, il quale è stato sostituito da Gila al 78esimo contro la Cremonese e per tutta la settimana ha svolto lavoro in palestra. Presente nella sgambata di venerdì, non dovrebbe essere a rischio per la prossima giornata. Lazzari sta inoltre recuperando da uno stiramento e dovrebbe farcela per la trasferta contro la Fiorentina del prossimo 10 ottobre. Sarri ha concesso 48 ore di riposo: si tornerà in campo a Formello martedì in attesa del ritorno dei nazionali.

 

Il Corriere dello Sport 


Tutto il mondo LazioPress.it in un solo link. CLICCA QUI e rimani informato 365 giorni sulla Lazio.

DA QUI SCARICA LA NOSTRA APP. PER SEMPRE GRATIS


RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:

Continue Reading
Advertisement

RINGRAZIAMO I NOSTRI SPONSOR:


I più letti

Scarica subito l'app di LAZIOPRESS.IT! Disponibile su app_store google_play

  © 2015 LazioPress.it | Tutti i diritti sono riservati | Testata giornalistica con autorizzazione del Tribunale Civile di Roma numero 13/2015 | CONTATTI

Close
LazioPress.it

GRATIS
VIEW